Mio marito è un genitore arrabbiato e lo odio

Genitorialità
odio-il-mio-marito-genitori

Mamma spaventosa e Nadezhda1906/Getty

quando smettere di usare l'imbracatura a 5 punti?


Ci sono molte cose che amo di mio marito. È dedicato e laborioso. Parte ogni mattina alle 5:00 per sostenere me e i nostri figli. Per prendersi cura dei nostri due bambini piccoli. Ed è un amico fedele. È onesto, affidabile e sincero. È anche divertente da morire. Dalle battute sul papà e sulle scoregge alla sua libreria apparentemente infinita di gif e meme, sa come far sorridere me e i bambini. Ma il suo carattere è breve. La sua pazienza è limitata e ha causato tensione tra noi perché non sono d'accordo con il suo approccio.

Grattalo: odio il modo in cui mio marito fa da genitori a nostra figlia.





Non commettere errori: molti genitori non sono d'accordo sull'assistenza all'infanzia. È naturale e normale. Siete due persone diverse provenienti da due mondi diversi e ciascuno di voi porta la propria esperienza (e bagaglio) alla situazione. Nel bene o nel male, la tua educazione influisce sui tuoi figli. Ma io e mio marito non siamo solo divisi, siamo in disaccordo.

Non potremmo essere più diversi.

Vedi, mio marito è un urlatore . Grida a mia figlia quando lascia cadere il cibo o fa cadere la tazza. Crede che le cose dovrebbero essere fatte a modo suo o in nessun modo e dice cose come perché lo dicevo ogni giorno. Non crede nelle seconde possibilità. Passa da zero alla punizione in una frazione di secondo e crede che tutti i bambini stiano meglio quando vengono cresciuti con un po' di paura.

minuto per vincere sfide per bambini

Le sue parole, non le mie.

Io, ovviamente, non sono d'accordo. Sono cresciuto in una famiglia rumorosa - una famiglia volatile e verbalmente abusiva - e la negatività ha influenzato la mia autostima e la mia psiche. Credevo che agire male significasse che ero cattivo. Sono stato un fottuto. Un fallimento. Una completa e totale delusione. Ho avuto paura di funzionare e ingoiavo regolarmente i miei sentimenti e le mie parole. La mia personalità era stentata dalla vergogna e dalla paura, e ho trascorso molti anni in relazioni violente verbalmente, emotivamente e fisicamente perché è quello che ho imparato.

All'epoca sembravano naturali, normali. Diavolo, erano (in un modo strano) a loro agio. Ma oggi? Salto ancora quando si alzano le voci. Il mio cuore batte forte. I miei muscoli si bloccano. Spesso mi sento come se stessi camminando sulle uova, le opinioni forti mettono a tacere le mie. sono timido. Mite. E le uniche volte che mi alzo e reagisco sono quando mia figlia è coinvolta perché genitorialità autorevole non funziona. Affatto. E lei merita di meglio.



Entrambi i miei figli meritano di meglio.

Naturalmente, questo significa che si è formata una spaccatura tra me e mio marito. Trascorriamo molte serate in silenzio o facendo chiacchiere. Quando viene affrontato il tema della genitorialità, lui si mette sulla difensiva e io divento aggressivo. mi sfogo. Quando la mia bambina felice, energica ed estroversa si spegne - quando la paura le consuma il cuore e gli occhi - urlo. La casa è piena di rabbia e rumore e, ovviamente, lei risponde alla nostra aggressività con più aggressività: calcia, colpisce, urla e urla.

Questo non è salutare, né per lei né per noi, e so che sia io che mio marito siamo colpevoli. Abbiamo torto entrambi. Dobbiamo tenere sotto controllo il nostro tono, la nostra genitorialità e dobbiamo lavorare insieme, come persone, partner e genitori. Ma come possiamo farlo? Ascoltando di più e parlando di meno. Accettando, entrambi abbiamo punti di forza e di debolezza, e ognuno ha il suo posto nel nostro approccio disciplinare. Il mio tono calmo e comprensivo incoraggia la figlia a confidarsi con me - sono la persona a cui si rivolge con problemi e segreti - mentre la fermezza di mio marito ha favorito l'indipendenza. È responsabile oltre i suoi anni. E dovremmo usare quei tratti (e l'un l'altro) a nostro vantaggio. Per aiutare i nostri ragazzi.

regressione con vasino bambino di 4 anni

Le cose sono tutt'altro che perfette. Mia figlia va in terapia ogni martedì per trovare la sua voce e controllare le sue emozioni. Abbiamo creato spazi sicuri per lei per calmarsi, rinfrescarsi e decomprimersi. Un angolo è pieno di oggetti sensoriali di sua scelta. E lei sa che quando è lì, ha il controllo. Non affronteremo di nuovo la situazione finché non avremo avuto tutti un momento per respirare.

Frequento anche la terapia. Ascolto le osservazioni, i suggerimenti e (ovviamente) le preoccupazioni di mia figlia dei suoi consulenti, quindi porto a casa appunti per mio marito. Rivisitiamo il nostro approccio almeno una volta alla settimana. E, con l'aiuto della sua terapista, stiamo tutti lavorando per spiegare meglio le nostre emozioni. Invece di urlare, stiamo lavorando per dire cose come che papà sta diventando frustrato. mi allontano prima scagliarsi. Prima di urlare e urlare e dire - o fare - cose che non intendiamo. E questo vale anche per me.

Invece di parlare (vedi anche: urlare) a mio marito, ho iniziato a mandargli messaggi con le mie preoccupazioni e i trucchi che ho imparato in terapia per aiutarlo a calmare la situazione a distanza. Per dargli la possibilità di correggere la rotta da solo.

Abbiamo ancora bisogno di lavoro. UN lotto di lavoro. Sono ancora lontano anche io permissivo , e mio marito è ancora aggressivo. C'è un'interruzione della comunicazione tra lui e mia figlia. Tra mio marito e suo padre. Ma è un processo lento, un processo lungo, e sono fiducioso che possiamo correggere perché lei merita di meglio, ora e nel suo futuro. Ciò che vede a casa influenzerà le sue relazioni più avanti nella vita. Mio marito merita di meglio. È vero che si sente un pessimo genitore, un fallimento per la sua bambina, e so che all'uomo che ho sposato importa. Abbiamo solo bisogno di stare insieme e lavorare insieme. Dobbiamo essere e agire come una squadra.