celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Mio marito aveva la disfunzione erettile indotta da pornografia e non lo sapevo da anni

Sesso E Relazioni
giovane attraente e rilassato internet addict uomo networking concentrato a tarda notte sul letto con computer portatile nella dipendenza dai social media o concetto di uomo d

Marcos Calvo/Getty

NFT

La prima volta che ho fatto sesso con mio marito, non è venuto. Ho scoperto molto più tardi che questo era lo standard per lui - per la maggior parte della sua vita sessuale, si è indurito, ma poi l'ha perso a metà. Man mano che la nostra relazione diventava seria, il sesso migliorava, ma non sembrava mai come avrebbe dovuto per me. Anche quando eravamo due giovani in luna di miele senza figli e un sacco di tempo, non lo facevamo tutte le volte che avrei voluto. C'erano ancora volte in cui non veniva. Ha dato la colpa alla disidratazione, all'alcol, allo stress da lavoro, alla mancanza di sonno o alla preoccupazione per il mio orgasmo.

Dopo un paio di bambini e poco tempo, inevitabilmente lo abbiamo fatto anche meno. Raramente lo chiedeva. E se l'avessi chiesto, era una cazzata se gli sarebbe piaciuto. Il tempismo doveva essere giusto: doveva essere ben riposato, non troppo ubriaco, non troppo pieno, non troppo occupato. Mi sono detto che probabilmente aveva un basso desiderio sessuale e ha preso quello che potevo ottenere.



come ravvivarlo in camera da letto

Nel corso degli anni, ho trovato il porno solo una manciata di volte. Era molto bravo a nasconderlo. Ma c'era ancora una sensazione fastidiosa, un blocco nella nostra vita sessuale che non riuscivo a capire. Una volta stavamo ridendo del famigerato episodio della masturbazione di Seinfeld e gli ho chiesto scherzosamente quante volte si masturbava a settimana. Sembrava a disagio e ha ammesso 4-5 volte a settimana. Sono rimasto sbalordito. Ovviamente mi chiedevo: come fa ad avere l'energia per masturbarsi così tanto ma non ha energia per me?

NFT

Un giorno, durante una ricerca su Internet approfondita sulle relazioni e sui problemi sessuali, ho letto un articolo sulla dipendenza dal porno e la disfunzione erettile indotta dal porno. In quel momento, anche senza molte prove, lo sapevo.

Gli ho parlato dell'articolo. Con mio grande stupore, mi ha detto che sospettava da tempo di essere dipendente dal porno e che lo usava quasi tutti i giorni della settimana come un modo per farcela. Ha detto che aveva provato a calciarlo nel corso degli anni, ma non ci riusciva, e voleva smettere una volta per tutte, con me e per me.

Ora che ho capito meglio la portata della sua relazione con il porno, mi sono sentito terrorizzato, tradito, un po' inorridito, ma timidamente speranzoso. Dopo aver smesso per la prima volta, ha detto che si sentiva vuoto e vuoto e non era interessato al sesso. Questa, ho scoperto, è una risposta comune all'abbandono del porno. Ma nei mesi che seguirono, cambiò fisicamente. È diventato più duro di quanto avesse mai fatto, ed è venuto rapidamente e molto più facilmente. Voleva fare sesso più spesso. Gli ho detto quanto fosse diverso il suo corpo da quando aveva lasciato il porno, e penso che fosse contento, ma penso anche che sia stato estremamente doloroso per lui rendersi conto del danno che il porno aveva fatto non solo alla nostra relazione, ma a tutte le sue relazioni passate e alla fine, ovviamente, a se stesso.

Pochi mesi dopo che aveva accettato di smettere, abbiamo litigato. Quando abbiamo fatto sesso dopo aver fatto pace, ha perso l'erezione. Sapevo che era il porno. Era più sulla difensiva di quanto non fosse mai stato quando l'ho affrontato, dicendo che era sotto pressione sul lavoro e se aveva bisogno del porno a volte come sfogo, lo avrebbe fatto.

A questo punto, non sapevo se potevo restare sposata con lui. Aveva promesso di smettere e non lo fece. Oltre a sentirmi tradito, ho sentito questa pressione per comportarmi in un certo modo in modo che non fosse tentato di rivolgersi al porno. L'ho monitorato ossessivamente per segni di uso del porno. Ho controllato il suo telefono quando ho potuto indovinare il suo codice. Ho ascoltato fuori dalla porta del bagno quando era stato lì per un po'. In un momento di disperazione, ho annusato la sua biancheria intima per vedere se riuscivo a rilevare lo sperma.

Alla fine, abbiamo iniziato a ritrovarci l'un l'altro. Le cose sembravano migliori a letto. Ma poi, circa un anno dopo, abbiamo avuto il peggior litigio del nostro matrimonio. Eravamo disconnessi, due zombi ritirati che facevano il gesto di prendersi cura dei bambini e vivere nella stessa casa. Dopo alcune settimane ci siamo rimessi in contatto, ma il sesso era di nuovo interrotto. Mi ha tenuto mentre singhiozzavo a letto dopo che non poteva venire. Ha ammesso di essere tornato al porno, proprio mentre stavamo litigando, e gli dispiaceva, che voleva che fossimo vicini.

La notte successiva, gli ho detto che non avrei potuto essere sposata con lui se non avesse fermato il porno. Gli ho detto che era una linea di fondo, non negoziabile per me, che sembrava un'infedeltà nel senso che stava spendendo energia sessuale per qualcosa che non ero io, e in segreto. Gli ho detto che mentre il porno potrebbe essere salutare in alcune relazioni, nella nostra è veleno.

Ha promesso che si sarebbe fermato per sempre. È stato più di un anno fa, e da allora abbiamo parlato di nuovo del porno solo una volta. Una notte non poté venire e io caddi a pezzi. Gli ho detto che quando non viene, temo che sia tornato su di esso. Ha promesso che non lo è. Ma non ho un vero modo per sapere che è vero. Il porno è una minaccia costante e irrintracciabile che può essere evocata in qualsiasi momento, su qualsiasi dispositivo. È anche davvero dannatamente difficile smettere. Come ha detto un utente di Reddit, è come cercare di smettere di fumare e avere un pacchetto di sigarette in tasca.

Il sesso con lui rimane carico per me. Ogni volta che si ammorbidisce leggermente il mio stomaco si rivolta. Non facciamo ancora sesso quanto vorrei, e non lo inizio mai. Quando guarda un film vietato ai minori con le tette nude e poi vuole fare sesso, mi sento un po' disgustato. Cerco di convincermi che è un bene che mi stia portando la sua energia sessuale piuttosto che masturbarsi in segreto.

A volte vorrei aver ascoltato il mio istinto che qualcosa non andava ed era uscito prima. A volte vorrei aver tenuto duro per qualcuno con un sano orientamento al sesso, che potesse soddisfare i miei bisogni e oltre, che potesse crescere con me sessualmente con piena fiducia e rispetto. Non sarà mai così nel mio matrimonio. In un modo insidioso e invisibile, il porno ha distrutto la possibilità di quelle cose e piango la loro perdita.

Ma sono arrivato a una sorta di cauta accettazione. Ho dovuto prima piangere il matrimonio che pensavo di avere, lasciarlo morire e attraversare tutte le fasi per arrivare in questo posto. Ho negato e poi arrabbiato per molto tempo. Penso che il monitoraggio ossessivo possa essere stato una sorta di contrattazione. Poi sono caduto in una tristezza in cui mi sono sentito dispiaciuto per me stesso, sguazzato nell'essere una vittima. Mi muovo avanti e indietro tra le fasi, e probabilmente lo farò sempre. Sono arrivato ad accettare che il porno fa parte della storia di questo matrimonio, e sapere che non è colpa mia, e non c'è niente che io possa fare per impedirlo, così come non c'è niente che avrei potuto fare per impedirlo lui da una diversa dipendenza o malattia.

Non sono qui per giudicare il porno o per masturbarmi. Ho avuto relazioni in cui il porno era sano e divertente e la masturbazione può essere fantastica. Ma è diverso con mio marito. Ha scoperto il porno all'età di undici anni e ha iniziato a usarlo come un modo per far fronte alla sua infanzia di merda, ed era impantanato nella segretezza e nella vergogna. Nel corso del tempo ne aveva bisogno di più e di tipi più estremi per scendere. E certo, lo eccitava sessualmente, ma non era per questo che lo usava. Lo usava per fuggire, per intorpidire, per liberarsi dalle aspettative e dall'ansia. Quando finalmente ho capito che questo è stato quando ho capito che solo perché aveva smesso di masturbarsi con il porno non significava che avrebbe voluto fare sesso con me 4-5 volte a settimana. Il porno e il sesso hanno due scopi molto diversi per lui.

Detto questo, è complicato quando il porno toglie il desiderio di qualcuno e persino la capacità fisica di fare sesso con il proprio partner. Gliel'ho messa così una volta: immagina che abbia scoperto che per anni ho fatto shopping di nascosto o gioco d'azzardo o ho sottratto denaro al nostro patrimonio netto (è cresciuto in una famiglia a reddito molto basso e il denaro è la sua principale preoccupazione), e saremmo molte migliaia di dollari più ricchi se non l'avessi fatto. Se non l'ha mai scoperto, gli faceva male? Quando gli ho presentato questo scenario, ha potuto vedere i problemi sia con il tradimento che con il drenaggio segreto di una risorsa che apparteneva alla relazione. Quindi, anche se il porno non riguardava me, e mi ha preceduto, mi ha comunque influenzato, e sembrava ancora che avesse bisogno di fare una scelta: io o il porno.

E mi sentivo (e continuo a sentirmi) come se avessi tre scelte: lasciarlo e rovinare così la vita nostra e dei nostri figli, stare con lui ed essere consumato da un sospetto che probabilmente mi distruggerebbe, o restare con lui e decidere di fidarmi lui e andare avanti. Ho scelto l'opzione tre ed è il meglio che posso fare per ora.