La mia casa, le mie regole: gli amici dei miei figli non possono 'impazzire' durante la visita

Genitorialità
Bambini che rimbalzano su un divano in pelle marrone in una soleggiata stanza domestica

Catherine Falls Commerciale/Getty

avevo un amico che ha avuto dei bambini davvero selvaggi. Ora, prima che tu mi twitti arrabbiato, anch'io ho quattro figli, due dei quali potrei descrivere come selvaggi. Il problema non sono i bambini e le loro personalità, l'ordine di nascita o i bisogni. I bambini sono bambini, giusto? Il problema è quando la mia amica sarebbe venuta, avrebbe portato i suoi figli e lascia che facciano quello che vogliono . Nel frattempo, i miei figli stavano in disparte, sbattendo le palpebre lentamente, e poi mi guardavano come, mamma, cosa hai intenzione di fare per questo caos?

elenco di nomi di animali domestici per il fidanzato

Lo ammetto, sono un genitore abbastanza severo. Non lascio che i miei figli saltino sul divano, per esempio. Voglio che i miei figli imparino a rispettare la nostra casa e le cose, oltre a sapere che quando vanno altrove, che si tratti di un negozio o della casa di qualcun altro, dovrebbero essere altrettanto rispettosi. I miei figli hanno un sacco di giochi gratuiti, soprattutto all'aperto, e sanno che c'è un tempo e un posto per dare sfogo alla loro follia interiore. Non sto cercando di schiacciare le loro anime o cambiare la loro personalità. Ma faresti meglio a scommettere che quando si tratta di casa mia, sono le mie regole.



Torna al mio amico. Abbiamo un grande seminterrato incompiuto che chiamo Kid Heaven. È una discarica laggiù per la maggior parte del tempo, con costumi, bambole, macchinine, palline e una sfilza di altri giocattoli casuali sparsi ovunque. Non sono molto esigente riguardo a questo spazio dato che è puro cemento. I miei figli adorano andare laggiù, suonare musica e fare feste da ballo in costume o giocare a dodgeball con il loro papà. (Per me va bene, finché non pulisco lo spazio una volta al mese.)

Sono molto grato di avere questo spazio, perfetto per i giorni di pioggia, i giorni di neve, i giorni troppo caldi, le vacanze e i fine settimana e, naturalmente, per ospitare gli amici. Tuttavia, la mia amica portava i suoi figli e loro sbattevano i giocattoli sulle finestre (il finestre !) o mettergli in bocca proiettili di schiuma e masticarli come una gomma. Ho dovuto rimuovere gli accessori di Barbie dalla bocca dei bambini più volte di quanto mi sento a mio agio nel condividere. La mia amica ignorerebbe completamente i bambini, preferendo sorseggiare il suo thermos. So cosa stai pensando: non invitarla di nuovo! Incontro invece in un parco! La sto individuando, ma sfortunatamente non è stata l'unica amica a farlo.

Ascolta, ho capito. Tutte le mamme hanno bisogno di pause a volte. Tuttavia, sua è arrivata la pausa mio spese. Entrare nella casa di qualcun altro mi dà un po' di ansia da parte dei genitori, mentre invece sembrava essere il permesso della mia amica di sdraiarsi e rilassarsi mentre i suoi figli facevano tutto ciò che potevano inventare. Nel frattempo, la mia giustificata preoccupazione andrebbe in overdrive: i suoi figli potrebbero soffocare. I suoi figli potrebbero farsi male. I suoi figli avrebbero accidentalmente fatto del male ai miei. Inoltre, non volevo che il loro cattivo comportamento (o davvero, la mancanza di supervisione dei genitori) insegnasse ai miei figli che va bene rotolare nella casa di qualcun altro ed essere un cretino. Cosa dovevo fare?

Cerco di non alzarmi negli affari di un altro genitore. Ma quando tuo figlio sta per frantumare una finestra o soffocare con una batteria (sì, è successo anche quello), traccio il limite. Ho capito che qualcosa doveva cambiare. O potrei fare da genitore ai suoi figli per lei, proprio di fronte a lei, e diventare responsabile di tutti i bambini, suoi e miei, oppure potrei enfatizzare le nostre regole domestiche. Ma come? Come stabilisci la legge quando si tratta dei figli di altre persone? Va bene? Qual è l'etichetta su questo?

È stato allora che ho deciso che ogni volta che altri bambini venivano a casa nostra, a meno che non fossero clienti abituali e conoscessero già le regole, avrei avuto un incontro con tutti i bambini. Non ho chiesto nemmeno all'altro genitore il permesso di farlo; ancora, la mia casa, le mie regole. Dicevo ai ragazzi che eravamo così eccitati che fossero qui, li aiutavo a mettere via i cappotti e le scarpe, e poi mi schiarivo la gola e cominciavo. A seconda della nostra attività, come giocare all'aperto o al piano di sotto, enunciavo le regole e verificavo la comprensione.

Ad esempio, se uscissimo a giocare in cortile, avrei fatto sapere ai bambini cosa stava succedendo. Questo è servito non solo come avviso per gli ospiti, ma anche come promemoria per i miei figli. Una regola è che non superiamo un certo punto del vialetto poiché viviamo in una strada trafficata. Trascinerei i giocattoli fuori dal garage (per impedire loro di giocare con gli attrezzi da giardino) e far sapere ai bambini dove teniamo i ghiaccioli se ne vogliono uno. Voglio dire, è stato davvero così semplice. Non so perché non ho pensato prima a questa idea di conversazione.

Ho scoperto che la chiave è spiegare le regole di fronte a il genitore, quindi sanno cosa ti aspetti. Questo li aiuta a sottolineare le regole ai propri figli. Sì, ci sono ancora state volte in cui ho dovuto ricordare a un bambino cosa sta succedendo, ma non succede troppo spesso. Di solito è quando l'altro genitore è in bagno o deve prendere qualcosa dalla sua macchina.

Se stiamo giocando nel seminterrato, faccio sapere ai bambini che le finestre, l'ellittica e il ripostiglio sono vietati. Ovviamente ho chiuso la porta del ripostiglio. Non è che ho armadietti di porcellana ovunque. Lo spazio è super adatto ai bambini purché seguano alcune regole. Mostro loro anche dov'è il bagno. Voglio dire, è piuttosto semplice, giusto? Beh, l'ho pensato, fino a quando non sono dovuto arrivare al punto di avere un incontro - per i bambini e i genitori - che pensano che sia perfetto correre fuori di testa a casa mia come se fosse un parco di divertimenti.

Ho fatto anche qualcos'altro. Quando invito le persone, dico loro, esplicitamente, per quanto tempo possono pianificare di giocare. Avevo alcuni amici che sarebbero venuti a fare un incantesimo per quattro dannate ore (o più). È troppo lungo. Ho una finestra di tolleranza di circa due ore per gli ospiti della casa. Forse è la mia ansia, la mia personalità o qualcos'altro, ma sono quello che sono. Inoltre, quando gli ospiti rimanevano troppo a lungo, i miei figli avevano fame e chiedevano uno spuntino. Ciò significava anche fare uno spuntino (o anche un pasto) per i bambini di altre persone. È diventata un'intera prova. Ora ti scrivo, vuoi venire a giocare giovedì? Sto pensando alle 15:30-17:30, e poi dobbiamo iniziare la cena. Questo confine mi ha portato tanto sollievo.

nomi divertenti che sono accidentalmente sporchi

Non sto parlando della mia migliore amica qui. Può venire, entrare nella mia dispensa e dare da mangiare a suo figlio se vuole. Non mi interessa. I suoi figli lo sanno già: arriva a casa mia, togliti le scarpe quando entri e vai a divertirti (sicuro). Ma altri? Hanno bisogno di un promemoria o di un'introduzione alle regole. Rende solo il divertimento davvero divertente per tutti.

Non so sempre in anticipo chi lascerà o non lascerà che i loro bambini selvaggi provino a scavalcare la nostra recinzione, per esempio. Quindi, ho una rapida riunione delle regole con ogni famiglia che viene. È solo più facile e le date di gioco vanno molto, molto meglio ora di prima. Posso davvero rilassarmi un po' e godermi un po' di compagnia da adulti invece di soffiare il mio fischio invisibile a ogni bambino per ogni infrazione alle regole. Queste regole non sono esagerate. Ma ho bisogno di sicurezza? Assolutamente.

Ho anche notato che da quando tenevo la riunione ogni volta che avevamo ospiti, ai miei figli piaceva avere amici più di prima. Quando i bambini della mia amica iniziavano a urlare e cercavano di scalare lo scaffale dei giocattoli, uno dei miei ragazzi selvaggi riceveva quello sguardo nei loro occhi. Conosci lo sguardo. È il precursore del fatto che anch'io sto per farlo (e se non ora, più tardi, quando la mamma è in bagno). Quando sono più giovani, sono più impressionabili. Non avevo bisogno che i miei figli ricevessero (più) idee.

So che alcuni di voi potrebbero pensare, wow, questa signora sembra molto divertente. Tuttavia, non credo sia irragionevole che ognuno di noi abbia aspettative per i propri spazi personali, siano essi i nostri corpi o le nostre case. Non stiamo solo insegnando ai nostri figli a rispettare la casa di un'altra persona, ma stiamo insegnando loro un atteggiamento generale di rispetto. Voglio i miei

Le mie regole non sono migliori o peggiori di quelle di qualcun altro. Se sei a posto con tuo figlio che corre attraverso il giardino fiorito di casa tua, lo fai, fischio. Possiedo le mie regole, le stabilisco e mi aspetto che gli ospiti, così come i miei figli, le seguano. Sono felice di riferire, finora, tutto bene. Avere amici è diventato molto più piacevole per tutti.