Mio padre è un alcolizzato e fa male anche se sono cresciuto

Relazioni
Dipendenza da alcol

D-Nessuno/Getty

Mio padre è un alcolizzato. Non aveva problemi con l'alcol quando ero piccola. Infatti, essendo molto religioso, non ha mai nemmeno toccato l'alcol. L'uomo non mangerebbe nemmeno una torta al rum o un pollo alla griglia con una birra nella cavità. Non ho mai nemmeno preso in considerazione l'idea che mio padre bevesse qualcosa. L'alcolismo non era possibile. L'alcol non ha mai varcato la soglia di casa nostra, per non parlare delle labbra di mio padre.

Ma questo è cambiato quando ero un adolescente.



Mio padre ha vissuto una serie di eventi traumatici in rapida successione. Sua madre è morta in uno strano incidente, lasciandolo sconvolto dallo shock e dalla tristezza. È stato la sfortunata vittima del ridimensionamento aziendale, perdendo la sua carriera di 25 anni e, con essa, i suoi piani per il pensionamento anticipato. Mio padre ha avviato un'attività con alcuni ex colleghi, ma non è stato un successo. Ha preso un altro lavoro aziendale che ha pagato abbastanza per mantenere il nostro stile di vita ma non lo ha entusiasmato affatto.

Osservò la vita che aveva costruito cambiare rapidamente, e si dimostrò più di quanto potesse sopportare. Papà se ne andò dalla chiesa e noi ce ne andammo con lui. Mia madre era più devota a mio padre di qualsiasi altro dio, e non le veniva mai in mente di stare senza di lui.

Con le aspettative della nostra cerchia sociale della chiesa effettivamente cancellate, mio ​​padre entrò in una depressione oscura, ed è allora che iniziò l'alcolismo.

quando inizia a funzionare la placenta?

All'inizio non beveva a casa. Sarebbe tornato dal suo lavoro insoddisfacente e poco eccitante a pagamento già puzzava di whisky. Mia madre, sempre devota moglie e casalinga, ha coperto le sue tracce, offrendogli del collutorio sulla veranda per mascherare l'odore. Lo avrebbe accompagnato in camera da letto con una tazza di caffè mentre si cambiava i vestiti da lavoro, sbrigando una rapida lista di argomenti di discussione. Quando ci siamo seduti a cena, è stato in grado di avere una breve conversazione, ricordando chi di noi ragazzi aveva una fiera della scienza, un raduno di atletica leggera, una competizione corale.

Poi decise che era un intenditore di vini. Il suo nuovo hobby sarebbe stato imparare a conoscere i diversi tipi di vino, collezionare bottiglie impressionanti e memorizzare gli abbinamenti. Ha setacciato Internet, partecipando a forum con altri appassionati di vino, rintracciando annate invidiabili per la sua collezione. Per la prima volta nella mia vita, l'alcol è entrato in casa.

Il vino ha fatto un trucco intelligente. Mascherava lo scotch che stava segretamente sgranocchiando in bagno, in macchina, nell'armadio della sua camera da letto. Ovunque potesse nascondere una fiaschetta, poteva allontanarsi e trovare il sollievo che bramava, e nessuno poteva accusarlo di alcolismo perché aveva appena bevuto un bicchiere di vino.

È stato l'inizio della fine.

Gli sono mancate così tante cose che erano importanti per noi. Prima che lo sapesse, siamo cresciuti. Tutti e tre noi. I miei fratelli se ne sono andati, si sono trasferiti, sono andati avanti. Uno si arruolò nella Marina e l'altro corse in Vermont per l'università.

Dopo alcuni anni di continue bevute, spese, discussioni e caos, mia madre non ce la faceva più e alla fine il loro matrimonio si è sgretolato. Lo ha lasciato per preservare il suo cuore, e non potevo biasimarla.

Le mogli possono andarsene, ma le figlie? È l'unico padre che ho.

Quindi, sono rimasto. Al suo fianco. Non importa quanto grave fosse il suo alcolismo, io ero suo alleato. La sua costante. Sapevo che non potevo amarlo a causa della sua dipendenza, ma sapevo anche che stabilire un confine per preservare me stesso avrebbe potuto significare una condanna a morte per lui.

Avevo comunque diritto a quel confine? Sì. Ovviamente.

Ma è mio padre e io lo amo, quindi mi sono permesso di continuare a soffrire per poter restare. Non so se è stata la decisione giusta, ma è la decisione che ho preso.

Gli anni che seguirono possono essere descritti solo come l'inferno in terra. Mio padre ha perso il lavoro. Ha bevuto tutte quelle costose bottiglie di vino che aveva passato così tanto tempo a collezionare. Abbiamo perso la nostra casa d'infanzia. Ha perso la patente. DUI. Celle di prigione. Gite in ambulanza. Chiamate frenetiche agli ospedali locali quando non riuscivo a trovarlo. Notti insonni trascorse sveglio, seduto sul pavimento accanto al divano, tenendo impacchi di ghiaccio sul viso quando cadeva e si faceva un occhio nero o un labbro spaccato. Raccoglieva tranquillamente il bucato quando vomitava, così potevo lavarlo, piegarlo e rimetterlo nel suo comò. Fiammiferi urlanti su tutta la faccenda quando era abbastanza sobrio da discutere.

Non è mai stato un ubriacone mediocre. Non mai. Non per un momento. Al contrario, era umile, triste. Contrito. I nostri litigi erano sempre io che urlavo per il terrore di perderlo, e lui che urlava di rimando che gli dispiaceva, ma non poteva farci niente. Entrambi abbiamo pianto ogni volta.

miglior gioco di tag laser per la casa

Giro e giro e giro.

Anni.

Incubo.

A volte, riusciva a mettere insieme la sua merda per alcuni mesi. Avrebbe trovato un lavoro e un posto tutto suo, e io avrei creduto in lui. Ogni fottuta volta avrei creduto in lui. Faremmo progetti. Assicurerei ai miei fratelli che questo era il vero affare. Abbasserei la guardia, inizierei a fare affidamento su di lui, a fidarmi di nuovo di lui.

Quando mio padre è sobrio, è eccellente. Anche durante i suoi giorni fortemente religiosi, non è mai stato un bastone nel fango. È caldo e rilassato. Accogliente. Affascinante, divertente, bello e intelligente come una frusta. Pulisce così bene che non indovineresti mai e poi mai quali demoni lo perseguitano. Dipendenza? Mai. Come potrebbe essere? Guarda quest'uomo! Non è questo l'aspetto di un tossicodipendente.

Più e più volte, metteva le sue anatre in fila, solo per raccogliere di nuovo una bottiglia non appena la merda andava bene.

Fino a qualche anno fa.

Una delle volte in cui ha ripulito il suo atto, si è innamorato.

Non sono sicuro del motivo per cui mia madre non fosse abbastanza. Non so perché io e i miei fratelli non siamo stati abbastanza. Ma riesco a malapena ad arrabbiarmi perché il suo nuovo amore è stato abbastanza. Negli ultimi anni, mio ​​padre è stato per lo più sobrio con brevi ricadute piuttosto che per lo più ubriaco con brevi periodi di lucidità.

Ha ribaltato tutto. Possiede di nuovo una casa. Lui è sposato. Hanno due macchine fantastiche, lavori stabili, un sacco di soldi in banca, cose carine e un cagnolino.

Al mondo esterno, sembra che abbia ucciso con successo il drago dell'alcolismo.

Ma non l'ha fatto. E lui lo sa.

Uno dei miei fratelli ha un figlio che nostro padre non ha mai incontrato. La loro relazione non è sopravvissuta al peggio.

L'altro mio fratello insiste per fare un piano ufficiale e un piano alternativo per ogni singolo compleanno, vacanza, occasione speciale e vacanza nel caso in cui papà inizi a bere e dobbiamo cambiare rotta. Dice che è per scopi logistici, ma so che è per proteggere il suo cuore e il mio.

come dare a tuo marito un bj

È una buona pratica. Le occasioni felici sembrano innescare l'alcolismo di nostro padre più di quelle traumatiche. È riuscito a rimanere sobrio quando suo fratello si è ammalato di cancro ed è quasi morto, ma si è ubriacato il giorno in cui è nato il suo ultimo nipote. Non ha senso per noi, ma la dipendenza non funziona esattamente nella logica. È malato.

Sono l'unica persona che è stata lì dal primo sorso ad oggi e non è andata via. Me lo ricorda spesso. So che intende esprimere la sua gratitudine, ma quella gratitudine sembra un milione di libbre di pressione, schiacciandomi dall'alto verso il basso.

Sono sempre lì con una lavagna pulita, cancellando tutto ciò che ha detto e fatto (o non ha detto o non ha fatto) quando beveva.

Ma mi fa male. Perché questa bestia è lo ucciderò, e lo so. Il suo corpo non è sfuggito indenne all'abuso di alcol, e ogni volta che beve pesantemente, lo compromette sempre di più. Un giorno, il suo corpo cederà. L'alcolismo sta per vincere. So che è vero.

Nel mio cuore, allo stesso tempo lo amo ferocemente, ma lo tengo a distanza perché ho sempre paura che muoia. Ho fatto pace con la sua perdita anche se è ancora qui. Questo non vuol dire che non sarò devastato oltre le parole. Non mi consolerà quando scoprirò che dovrò vivere il resto dei miei giorni senza mio padre. Nonostante tutto, lo amo più della vita. Per quanto imperfetto possa essere, è mio padre e non voglio sapere come ci si sente a vivere senza di lui.

Non posso impedirgli di devastarmi, ma posso almeno cercare di non lasciarmi scioccare. Ogni giorno che è ancora qui è un miracolo. Alcune delle cose che ha fatto quando era al suo peggio avrebbero dovuto significare la morte immediata. Ma ce l'ha fatta. È ancora qui. Devo solo concentrarmi su tutti questi anni immeritati che abbiamo passato insieme.

Sono grato che il suo alcolismo non abbia rovinato la mia infanzia, ma ha comunque plasmato così tanto quello che sono oggi. Colpisce le mie relazioni con gli uomini e il modo in cui faccio da genitore alle mie figlie. Il trauma ti cambia, non importa quanti anni potresti avere. Ora sono cresciuto e ho una vita tutta mia. Mio padre sembra essere su un percorso che sta funzionando per lui. sono fiducioso.

Ma le mie braccia sono stanche di portare tutte queste tabula rasa, ea volte mi chiedo se gli ho fatto un favore scegliendo di non andar via mai.