celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Il mio ex padre è morto e io non sono in lutto

Perdita E Lutto
Morte-di-un-genitore-estraniato-1

Mamma spaventosa e Andrew_Rybalko/Getty

Ecco qui. Le cose stanno per diventare davvero oneste, personali e intense. Comincio col dire che mio papà è morto recentemente. E anche se non è qui per parlare (non come farebbe comunque), questa storia è tutta mia. Non scrivo di questo per ferire i sentimenti di nessuno. Sto scrivendo su questo perché i genitori muoiono e quando lo fanno, è estremamente difficile. Ma per quanto riguarda genitori separati ? Come dovremmo addolorarci per loro?

Quando i miei genitori si erano sposati, mia madre aveva già due figli (le mie sorelle) e mio padre ne avevano uno (mio fratello). Mi hanno avuto un po' più tardi nella loro vita. E a quel tempo, a metà degli anni '70, era probabilmente considerato anche più tardi di adesso. Dato che gli altri bambini erano più grandi (il più vicino a me aveva dodici anni quando sono arrivato), ero una specie di figlio unico, immagino si possa dire. Crescendo, ho passato molto tempo a casa delle mie sorelle con le loro famiglie. Non perché ci fosse mai qualcosa che non andava a casa mia, ma perché avevano dei bambini piccoli e io li adoravo e stavo intorno a loro. Non ricordo nemmeno che i miei genitori non andassero d'accordo. So solo che un giorno divorziarono.



Il divorzio è avvenuto quando avevo circa nove anni. Sono rimasto con mia madre (che è la migliore mamma di sempre) e mio padre si è trasferito in una città a circa un'ora di distanza. La sua parte della famiglia viveva tutta lì e trasferì la sua attività di riparazione di auto in quella zona. I miei nonni paterni (nonna e papà) vivevano sulla stessa strada sterrata, e io li amavo davvero, davvero. Ho i ricordi più belli di tutta la mia famiglia in quella città, in realtà. Della domenica di Pasqua, correndo su e giù per la strada sterrata fino al negozio, perdendosi su sentieri boscosi e facendo finta che la tanica di propano nel loro cortile fosse un cavallo con maniglie per i nostri spettacoli di ginnastica. Poter vedere la mia prozia Addie, guardare la sua trapunta e sentire mia nonna suonare il campanello della cena in giardino.

a volte non mi interessa

Avrei dovuto passare ogni altro fine settimana da mio padre, ma da qualche parte lungo la strada, le cose sono andate male. Quando andrei, vorrei invece restare in fondo alla strada con mia nonna e mio padre. Oppure starei con la mia zia preferita e le sue tre ragazze (più vicine alla mia età), che vivevano un paio di uscite a sud. Anche se mio padre ha lavorato molto, ricordo di aver imparato a sparare con una pistola ad aria compressa e a dondolare su una corda attraverso il burrone, ma soprattutto ricordo che beveva troppo. E dando al cane birra nella sua ciotola invece che acqua. Lo riempiva fino all'orlo e il povero cane cadeva. Mio padre era un bravo ragazzo? Immagino che lo fosse. Sembrava più interessato a quello che voleva fare che a prestare attenzione a me.

donna sdraiata che copre gli occhi

Anthony Tran/Unsplash

Per questo motivo le visite sono state del tutto saltate. Oppure andrei, ma invece passo tutto il tempo a casa di mia zia e di mio zio con i miei cugini.

Un fine settimana mi è venuto a prendere a casa di mia sorella. Avevo la mia piccola valigia blu (un pezzo di seconda mano di mio fratello). Sono uscito, sono salito in macchina... e non mi hanno parlato affatto.

Ho pianto. Non un grido forte, ma solo un pianto sommesso. Come avrei fatto a superare un altro fine settimana di questo? Eravamo a metà di un viaggio di un'ora quando ha girato la macchina e ha guidato fino a casa di mia sorella. Disse grossolanamente: Esci e vieni. Quando mia sorella ha aperto la porta ha detto, non la voglio. Lei piange.

Vedo ancora mia sorella che mi chiede di entrare e chiudere la porta. Gli ha permesso di averlo proprio lì sulla sua veranda.

Immagino che sia stato allora che ho deciso che non ero davvero niente di speciale per lui. Da lì è andata solo in discesa.

Il liceo andava e veniva. Ha guidato fino al mio diploma di scuola superiore.

Tony e io ci siamo sposati e mi chiedevo se mi avrebbe accompagnato all'altare. Lo ha fatto, ma non è stato un grosso problema. Si era risposato non molto tempo prima e lei ha dei figli, quindi ora ho dei nipoti, quindi ha passato molto tempo a parlare di loro.

Poi c'è stata la mia laurea. Sono stata la prima persona della mia famiglia a laurearsi. Mio padre si è rifiutato di partecipare perché, ha detto, non voleva perdersi durante la guida.

Quindi non è venuto. Oppure inviare una cartolina. O qualsiasi cosa. Dopotutto, ora aveva una nuova famiglia, immagino.

In tutto questo, mia madre non ha mai detto una parolaccia su di lui. Mi ha lasciato risolvere i miei sentimenti da solo. Lo chiamavo ancora il giorno del suo compleanno, anche se le sue telefonate e le sue carte per me si erano fermate anni prima.

Passano gli anni e lui non mi contatta. I miei figli sono nati e non c'era nemmeno un yay che mi hai parlato. A volte mi sentivo in colpa e lo chiamavo o lo invitavo ai compleanni delle mie ragazze. Di solito non veniva; in effetti, arrivò solo a due, ma quando lo fece, fu teso. Passava il tempo a parlare dei figli di sua moglie e degli altri suoi nipoti. Una volta mi ha detto (di fronte a mia madre e alle mie sorelle) che voleva che portassi le mie ragazze a vederlo perché a casa sua aveva una corda e un lago in cui gettarle. Caroline (ora 11 anni) aveva un anno al tempo.

Ed è stata l'ultima volta che l'ho visto. O ha parlato con lui. Perché questo non è il tipo di ambiente in cui voglio che i miei figli si avvicinino.

Nonostante ciò, mi svegliavo ogni giorno e mi chiedevo, in fondo alla mia mente, se quello sarebbe stato il giorno in cui avrebbe chiamato per chiedere dei suoi nipoti. Se quello sarebbe stato il giorno in cui avrebbe cambiato il suo cuore nei loro confronti. Non l'ha mai fatto.

MAI. HA FATTO.

Quindi, quando il mio dolce cugino (a casa della quale ho passato così tanto tempo) mi ha chiamato qualche settimana fa per dirmi che era morto nel sonno... non ero nemmeno preoccupato. Non sembra terribile dire del tuo stesso genitore? Ma non ho pianto. non ho sentito niente. Avevo già affrontato il processo del lutto con lui. Molto prima che smettessi di chiamarlo, aveva chiuso con me. Probabilmente non sapeva nemmeno tutti i nomi delle mie ragazze. Di certo non sapeva che aspetto avessero.

A questo punto della mia vita, ho emozioni davvero strane che mi stanno venendo addosso. Per uno, un rapporto che è andato a rotoli. E ora un padre che ancora non c'è, ma non devo più chiedermi se oggi sarà il giorno in cui decide di ingoiare il suo orgoglio e vuole vedere i suoi nipoti. Perché ha deciso anni fa che non voleva farlo.

Non gli importava sapere che Emily aveva imparato a suonare la chitarra da sola, che lei... ama i cavalli e può cantare come un matto. Non era in giro per sapere che Allison è una ragazzina così divertente che ama il calcio e la banda musicale. Inoltre non gli importava di sapere che Caroline è isterica con un cuore così gentile. Forse non sapeva nemmeno che avevamo una quarta ragazza. E non voglio dire che mi aspettassi che venisse alle partite di calcio o alle cene. Tuttavia, mi aspettavo che almeno chiamasse. Forse la gente sta dicendo, ma gli uomini a volte non pensano, in generale . E a questo dico, allora sua moglie avrebbe dovuto parlare: Ehi, dovresti chiamare i tuoi nipoti o tua figlia.

Quindi sì, lo biasimo. Ma la biasimo anche.

Quando un genitore muore, è devastante, giusto? Una perdita assolutamente straziante. Ma per mio padre, ho pianto la sua morte anni fa, quando ha scelto di andare avanti con la sua vita e ho scelto di restare con coloro che mi amano di più. La morte di un genitore separato significa che sei costretto a piangere la loro morte due volte. Una volta quando tagliano i legami (o scegli di andare avanti perché non c'è più niente da dare), e di nuovo quando muoiono. Ma per me, non sono in lutto perché non è più qui. Sono in lutto perché lui cosa non essere qui per i suoi nipoti molto tempo fa.

Sapete cosa ha colpito di più? Leggere il necrologio per vedere che i miei figli non sono elencati tra i membri della famiglia sopravvissuti. Ma i nipoti di sua moglie lo sono.

È come se il mio non fosse mai esistito. E questo è piuttosto schifoso perché di sicuro gli sono sfuggiti dei ragazzi davvero fantastici.

citazioni famose della sposa principessa

Ma ancora una volta, almeno non devo svegliarmi chiedendomi se oggi sarebbe il giorno giusto. Perché sicuramente non lo è.