Le mie figlie non smetteranno di farmi vergognare dal corpo

Immagine Del Corpo
La nostra routine mattutina

Scary Mommy e AleksandarNakic/Getty

Ho avuto problemi di immagine corporea per tutta la mia vita. Quando ero giovane, atletico e nelle squadre sportive, ero certo di essere grasso. E ucciderei per essere così grasso ora che ho circa trentacinque anni e ho partorito tre bambini.

Sono iperconsapevole dei miei problemi, della loro mancanza di razionalità e da dove vengono, principalmente i miei genitori. I miei genitori, di cui non hanno mai parlato male mio corpo, reso molto chiaro mentre crescevo, essere belli significava essere magri, e che essere in sovrappeso significava essere pigri. Quando questo è intessuto nella tua educazione, è incredibilmente difficile tremare anche quando sai che non è vero. Quindi, quando ho iniziato a ingrassare durante la mia età adulta, mi sono dilettato nel mangiare disordinato. Non è mai arrivato in piena regola, ma è una parte della mia vita che combatto ancora oggi.



Ho due figlie, ed è la mia missione nella vita che crescano amando e accettando i loro corpi, comunque possano diventare. Mio marito è pienamente consapevole dei miei problemi ed è sensibile all'argomento, quindi abbiamo un piano solido in atto. Non discutiamo mai di corpi davanti ai nostri figli, positivi o negativi. I nostri corpi sono per la funzione, non per la bellezza. Ci congratuliamo con gli occhi, il sorriso e i capelli delle nostre figlie... cose che non cambieranno mai al variare del peso. Qualsiasi cosa legata al corpo, teniamo la bocca chiusa. E questo vale anche per estranei e celebrità.

La parola grasso non è consentita in casa nostra e quando le ragazze usano quella parola, le correggiamo. Non faccio dieta davanti ai miei figli e non mi peso davanti a loro. Faccio tutto bene... quindi perché ora improvvisamente mi fanno vergognare del corpo? Perché il mio mangiare disordinato sta cercando di alzare la sua brutta testa in risposta ai loro commenti casuali?

Le mie figlie hanno 8 e 6 anni e sembrano taggarmi. Mai detto con cattiveria (grazie a Dio), i loro commenti sono più osservativi che altro, ma sono stati implacabili. Ecco alcuni dei commenti che ho ricevuto negli ultimi mesi:

  • Il tuo sedere si adatterà a quella sedia? Perché è grande.
  • Hai intenzione di rompere quel galleggiante da piscina? Perché sei pesante.
  • Le tue gambe sembrano strane e grandi in questo.
  • Sembri incinta.
  • Perché la tua pancia è così grande?

Questo è solo un campionamento. Ce ne sono stati molti di più. E ogni singola volta, i miei occhi bruciano di lacrime e sento tutto il mio corpo stringersi. Mi fa venire voglia di correre in bagno e di spurgare. Ricordo loro con calma che non devono commentare i corpi degli altri. Che è scortese e può mettere le persone a disagio o imbarazzate. Quello che non ho fatto è condividere quanto profondamente mi sconvolge. E c'è un motivo molto specifico per cui:

Se ammetto che i loro commenti sul fatto che sono grande o pesante mi fanno stare male con me stesso, sto dicendo loro che essere grande o pesante è una brutta cosa.

È una corda tesa che io sia così stanco di camminare.

Ieri era il mio anniversario di matrimonio di 10 anni. Recentemente ho perso un po' di peso grazie a scelte di vita sane, e mentre mi sedevo per mangiare la mia insalata a pranzo, Juliana mi ha detto quelle parole. Non per essere cattivo, ma le tue gambe sono davvero grandi. Ho guardato la mia insalata e all'improvviso ho sentito che anche quelle calorie erano troppe e ho pensato di non mangiarla. Ero così entusiasta di indossare un abito da cocktail elegante e uscire con mio marito quella sera, e invece ho passato la serata sentendomi imbarazzata e costringendomi a mangiare un pasto normale all'ora di cena.

So che questa è la mia battaglia e i miei figli non sono da biasimare. Sto facendo del mio meglio per addestrarli a uscire da questo comportamento senza causare loro problemi.

In questo momento, però, non ho idea di come.