celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Le mamme sono più stressate al lavoro rispetto ai papà e dobbiamo parlarne

Tendenza
Una mamma che cerca di lavorare da casa mentre tiene sua figlia e guarda suo figlio durante la quarantena domestica COVID-19.

Jordan Siemens/Getty

Nuovi dati indicano che le mamme si sentono più stressate dalla carriera rispetto ai papà mentre la pandemia si trascina

Ei, tu. Si tu. La mamma lavoratrice che lotta per tenere tutto insieme sia al lavoro che a casa durante una vera pandemia globale. Ti vediamo e sappiamo che in questi giorni probabilmente sei più stressato del padre dei tuoi figli e di TBH, sapevamo che era vero prima che uno studio vero e proprio dimostrasse che le mamme che lavorano sono più stressate per il loro lavoro in questo momento rispetto ai papà che lavorano.

L'Università di Phoenix ha pubblicato i dati del suo Career Optimism Index e ha mostrato che il 30% delle mamme lavoratrici associa lo stress alla propria carriera rispetto al solo 23% dei papà. Questa non è l'unica statistica che indica difficoltà di lavoro per le mamme che i papà non stanno vivendo in numero simile: il 58% delle mamme afferma di sentirsi facilmente sostituibile sul lavoro rispetto al solo 49% dei papà. Le mamme si sentono anche molto meno preparate se hanno bisogno di cercare un lavoro in questo momento rispetto ai papà (67% contro 75%).



Accidenti, mi chiedo perché tutto questo è?

Il giornale di Wall Street riferisce che il Dipartimento del lavoro ha rilevato che quasi 1,1 milioni di donne in età lavorativa hanno abbandonato la forza lavoro tra febbraio 2020 e marzo 2021 rispetto a 830.000 uomini nella stessa fascia di età. La pandemia non è stata gentile con molti lavoratori, ma è stata particolarmente brutale con le mamme, le persone che molto probabilmente stanno a casa per monitorare l'apprendimento virtuale dei loro figli o, ora che più bambini sono tornati a scuola di persona, essere il genitore di rimanere a casa quando un bambino è malato di COVID o messo in quarantena a causa dell'esposizione.

Questo non è solo aneddotico: i ricercatori del Indagine sulla popolazione attuale degli Stati Uniti scoperto l'anno scorso dopo la pandemia che le mamme con bambini piccoli hanno ridotto l'orario di lavoro da quattro a cinque volte di più rispetto ai papà. UN Studio McKinsey ha mostrato che circa il 33% delle madri lavoratrici ha preso in considerazione l'idea di ridimensionare la propria carriera o di lasciare del tutto il lavoro dall'inizio del COVID. Qualcuno deve stare a casa quando un bambino non può frequentare la scuola di persona e queste statistiche mostrano che non sono solo le mie osservazioni sulla mia cerchia di amiche mamme lavoratrici che dimostrano che di solito non è il papà. Questo tipo di stress sta chiaramente portando alcune mamme che lavorano alla conclusione che il lavoro ora è così stressante che potrebbero anche smettere.

Ovviamente le mamme si sentiranno stressate dalla carriera quando è più probabile che i loro partner maschi debbano inviare quella temuta e-mail al loro capo di cui hanno bisogno di rimanere a casa per una settimana perché il loro bambino è stato esposto al COVID a scuola. Probabilmente sono più propensi a redigere una proposta che dimostri che il loro lavoro può essere svolto da casa e chiedono di farlo per monitorare l'apprendimento virtuale. È più probabile che siano loro a risolvere il problema della chiusura dell'asilo nido dei loro figli a causa della mancanza di personale a metà del COVID. Non è un segreto dopo tutti questi mesi di vita pandemica che le mamme hanno sopportato il peso maggiore dei cambiamenti risultanti mentre i papà sono più in grado di concentrarsi sul loro lavoro e non devono preoccuparsi di cosa sta succedendo ai loro figli e alla scuola.

È incredibilmente stressante quando una mamma è costretta a trovare quell'equilibrio tra lavoro e vita privata sempre sfuggente nel mezzo di una fottuta pandemia che permette tutto tranne che. Sono fortunato che lavoravo già da casa anche prima dell'arrivo del COVID, ma una volta che sono iniziati i cambiamenti con la chiusura delle scuole e le decisioni che dovevano essere prese, ho sentito il peso di sapere che questa era più una mia responsabilità che quella di mio marito perché lo sono già il genitore primario quando si tratta di queste cose. Aveva senso solo che sarei stato io a setacciare infinite e-mail di aggiornamento sull'apprendimento virtuale e a risolvere i problemi tecnologici dei nostri bambini mentre navigavano i loro nuova normalità. Il suo lavoro richiede più ore del mio ed è impegnato in videochiamate senza fine, quindi mi è piaciuta e credetemi quando dico che l'ho sentito. E io sono uno dei fortunati che era già in grado di lavorare da casa e aveva un capo incredibilmente solidale che ha capito se dovevo allontanarmi per qualche minuto o più.

Molte mamme non possono dire lo stesso ed è per questo che stanno annegando nello stress della carriera a un ritmo maggiore rispetto ai papà. Purtroppo, non esiste un'unica soluzione a questo problema, ma le aziende possono iniziare fornendo più supporto alle mamme quando si tratta di orari flessibili e possibilità di lavorare da casa. Se la parte del leone nell'educazione dei figli cade continuamente su di noi, allora i datori di lavoro devono rispondere con modi significativi per contribuire a ridurre il carico.