celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

'La maschera in cui vivi': perché devi mollare tutto e guardare questo documentario ORA

Questioni Sociali
crescere ragazzi e ipermascolinità

Il progetto di rappresentanza

Qualche anno fa, quando ho preso il mio figlio maggiore a casa di un amico, è scoppiato a piangere non appena è salito in macchina.

giochi sessuali da fare a letto

Cosa c'è che non va? chiesi, scioccata.



Niente, balbettò.

Oh andiamo. Seriamente... cosa è successo?

Lui... lui... ha detto che lancio come una ragazza, mio ​​figlio singhiozzava.

Cosa c'è di così sbagliato nel lanciare come una ragazza? Ho detto, ma questo non ha placato le lacrime. E così è iniziata la mia ricerca per smantellare gli atteggiamenti incasinati della nostra società nei confronti della fanciullezza e della virilità.

In verità, però, la mia consapevolezza delle ipocrisie di genere è iniziata non appena è nato mio figlio e si è rapidamente intensificata durante l'infanzia. Non c'era dubbio che mio figlio fosse diverso da molte delle bambine che abbiamo incontrato. Non si è seduto fermo in cerchio, ma invece è corso negli angoli più remoti della palestra per arrampicarsi sui materassini imbottiti. Era rumoroso e sempre in movimento. Era, come si suol dire, tutto ragazzo.

Ma cosa significa davvero - tutto ragazzo ?

Questo concetto di mascolinità - le aspettative, i doppi standard e le scuse che ci allineiamo con ragazzi e uomini - mi ha turbato per un po' di tempo. Perché diciamo ai nostri ragazzini - che sono sensibili quanto le ragazze - di trattenere le lacrime? Perché riponiamo aspettative irrealistiche sui ragazzini di stare fermi, attaccando etichette come fuori controllo quando hanno semplicemente bisogno di muovere il loro corpo? Perché i paragoni con le ragazze, le donne e la femminilità sono usati come una critica o un insulto a ragazzi e uomini? Perché usiamo frasi come man up?

Che cosa vuol dire, anche?

Su suggerimento del mio editore, di recente ho visto il documentario La maschera in cui vivi , prodotto da Jennifer Siebel Newsom nel 2015. Con due figli, entrambi incredibilmente sensibili, anche se in modi diversi, i concetti di mascolinità, genere e cosa significa essere un uomo e un essere umano in questo mondo sono della massima importanza per me. Come faccio a crescere i miei ragazzi per essere uomini premurosi, gentili ed emotivamente alfabetizzati? Come posso aiutarli ad essere il loro sé più autentico e non la persona che la società dice loro che dovrebbero essere? Come insegno loro a esprimere le proprie emozioni in modo sano e responsabile, senza soffocarle?

Gente, sono qui per dirvi che se non avete visto questo film, dovete fissare un appuntamento con Netflix stat. Se hai figli, cambierà il tuo modo di fare i genitori. Se non hai figli, cambierà il modo in cui pensi e interagisci con i ragazzi e gli uomini della tua vita, che si tratti di tuo nipote, dell'adolescente in fondo alla strada o di tuo marito.

Attenzione però, questo film ti darà tutte le sensazioni. Tutti loro . Non solo stavo singhiozzando o stavo per piangere per tutti i 90 minuti, ma non riuscivo nemmeno a smettere di pensare al film per giorni e settimane dopo.

Come afferma il suo sito web, La maschera in cui vivi segue ragazzi e giovani uomini mentre lottano per vivere una vita autentica mentre navigano nella ristretta definizione americana di mascolinità. Il film intervista genitori, ragazzi, adolescenti, sostenitori dei giovani, insegnanti, mentori, allenatori e uomini nel sistema carcerario per valutare i danni causati dai nostri costrutti sociali dannosi della mascolinità e cosa significa essere un uomo nella nostra società.

Il progetto di rappresentanza

Non potrei riassumere l'intero film in mille parole, ma gran parte del film si concentra sulla dissezione del modo in cui diciamo ai nostri ragazzi che essere un uomo significa evitare tutto ciò che potrebbe essere visto come femminile (sensibilità, emozioni, connessione , e morbidezza) perché queste non sono solo caratteristiche femminili, ma umano caratteristiche. Dicendo ai nostri figli di ignorare queste caratteristiche, li priviamo di un pezzo essenziale della loro natura e, allo stesso tempo, stabiliamo una gerarchia sulle donne che può contribuire a questioni come il sessismo, la cultura dello stupro e la violenza.

Anche se il film ha avuto alcune recensioni tiepide per il suo rapido esame di complessi problemi sociali, dobbiamo iniziare da qualche parte il prima possibile, e La maschera in cui vivi apre il dialogo su questo tema essenziale. Con violenza, sparatorie di massa e aggressioni sessuali a livelli epici, noi e tutti dobbiamo assumerci la responsabilità dei modi in cui stiamo perpetuando, o smantellando, una cultura che genera un'ipermascolinità malsana.

I nostri figli meritano di meglio; meritiamo di meglio.

Quando mio figlio più giovane stava frequentando un campo estivo da bambino in età prescolare, i consulenti hanno assegnato divertenti premi l'ultimo giorno e mio figlio, un ragazzino timido e tranquillo, ha ricevuto il premio Most Compassionate. Non so se sarei mai stato più orgoglioso di quanto lo fossi in quel momento, e quel premio cartaceo è ancora esposto con orgoglio sul nostro frigorifero quattro anni dopo.

state a casa mamme con le tate

Christine Organo

Non lo è quella per cosa dovremmo tutti ambire? Non dovremmo lodare i nostri figli per la loro gentilezza ed empatia, e non solo per il loro touchdown vincente? Non dovremmo lodarli per essere un buon amico, e non solo per la loro capacità di fare l'uomo? Non dovremmo? aspettarsi i nostri figli devono essere giusti, gentili, compassionevoli e comprensivi invece di aspettarsi che siano arrabbiati, aggressivi e duri?

I nostri ragazzini un giorno si trasformeranno in uomini, e anche se sembra che questo accada dall'oggi al domani, in un batter d'occhio, non è così. Ci vogliono anni e molte persone per crescere un ragazzo in un uomo. In un certo senso, ci vuole un mondo intero per crescere un bambino. Quei ragazzini dolci e dagli occhi da cerbiatto che si sono succhiati il ​​pollice e hanno dormito con una coperta diventeranno un giorno uomini con un lavoro e una famiglia, e sta a noi aiutarli a essere il loro sé migliore e più autentico. Possiamo continuare a dire loro di fare l'uomo e spingerli fuori nel mondo, oppure possiamo dirgli di essere voi e tenere la mano lungo la strada.