Mettiamo fine alla tradizione delle bomboniere

Maternità
lascia-finire-la-festa-favori-tradizione-in primo piano

Shutterstock



Abbastanza.

Basta con i Tootsie Rolls stantii e i fischietti degli uccelli rotti.





Basta con i baci di Hershey semiaperti e gli Slinky deformi.

le rose sono le viole rosse sono le rime divertenti blu

Basta con le gomme che si sbriciolano e le paperelle di gomma che emettono fumi.

Basta con la plastica.

Basta con il piccolo.

Basta con l'economico.

Basta con le cazzate.



A volte niente è meglio di qualcosa.

Quindi addio, bomboniere. sono sopra di te.

E voglio sapere: chi c'è con me?

So che la mia amica, la scrittrice Nina Badzin, è con me. O sono con lei. Ha scritto di favori in Cervello, rivista per bambini : Perché in nome di tutto ciò che è sensato noi genitori stiamo perpetuando questa inutile tradizione di distribuire cianfrusaglie alla fine di una festa?

come posso chiamare il mio ragazzo

Perché davvero?

Non fumiamo più sugli aeroplani, non ci facciamo la permanente o lasciamo guidare le persone con le Budweiser aperte. Allora perché nel mondo stiamo ancora distribuendo borse piene di merda per ringraziare i bambini per essere venuti alle feste di compleanno dei nostri figli?

Grazie per essere venuti? Perché perché?

Perché decenni fa alcuni ambiziosi hanno deciso che organizzare una festa, servire una torta e intrattenere un'orda di bambini rumorosi e appiccicosi non era abbastanza?

No! La festa è più che sufficiente! Sto puntando i piedi. (E poi sto riprendendo il mio piede. E poi lo sto rimettendo di nuovo giù. In realtà sto battendo il piede perché mi sento davvero fortemente su questo.)

A meno che non sia necessario liberare il mondo da tutti i suoi vecchi allevatori allegri, non c'è alcuna spiegazione possibile per il motivo per cui stiamo ancora distribuendo borse.

Basta con le cose.

Tagliamo la merda.

Quindi addio borsette. Addio, bomboniere. Addio, merda.

Non voglio prenderli.

quale formula è la migliore per il neonato

E non voglio darglieli.

Qualche anno fa, alla fine di una festa di compleanno che avevo organizzato per mio figlio, un ragazzino venne a trovarmi. Sua madre guardava.

Pensavo che mi avrebbe ringraziato.

Sciocco io.

Non lo era.

Stava chiedendo il suo favore di partito.

Lo stava chiedendo, in realtà.

Tese la mano.

figlio adulto che vive a casa contratto

Una parte di me voleva rimproverarlo. Una parte di me voleva dare il cinque alla sua mano tesa. non ho fatto né l'uno né l'altro.

Ma ripensandoci, dato che odio così incredibilmente le bomboniere, so esattamente cosa avrei dovuto fare.

Avrei dovuto dargliene due.

Post correlato:10 modi in cui le feste di compleanno fanno schifo