Un ordine online in ritardo si è rivelato il miglior regalo di sempre: Nana To The Rescue

Perdita E Lutto
Late-Online-Order-nana-dress-1

Per gentile concessione di Molly Weisgra

quando non ami tuo marito

Hai mai ordinato un vestito per una festa e poi hai sentito (un po' troppo tardi) che potrebbe non arrivare in tempo? Questo è quello che mi è successo quando stavo controllando la mia lista di cose da fare in preparazione per una festa tanto attesa la scorsa settimana.

Questa festa sarebbe stata con il mio club del libro , mentre i membri e i loro coniugi si sono riuniti per il primo evento sociale dalla pandemia. È stato organizzato come una festa di lancio per riconoscere l'uscita del mio primo libro. Volevamo che fosse memorabile, quindi abbiamo scelto un tema da cocktail party in stile anni '50.



La mia ragazza si è offerta di ospitare la festa in lei recentemente rinnovato dimora storica. La casa era nota per le sue feste esplosive in passato. Infatti, quando lei e suo marito l'hanno acquistato, hanno trovato le pareti del garage ricoperte di firme di ospiti passati.

Per gentile concessione di Molly Weisgram

È stato divertente sentire i miei amici chiacchierare di orli, sottogonne e acconciature appropriati per l'epoca in preparazione per la festa. Ci siamo scambiati messaggi di testo con le foto dei vestiti che abbiamo trovato online mentre discutevamo sui migliori. Pian piano anche il menu ha preso forma. Nella sala da pranzo sarebbe stata esposta una serie di finger food, inclusi panini al formaggio pimento tagliati a triangoli (senza croste), funghi ripieni, uova alla diavola, salumi, formaggi, cracker e ciambellone. La ciotola del punch avrebbe preso posto a capotavola con una corona di sorbetto e schiuma Sprite che galleggiava sopra.

Ho rivisto la mia lista di cose da fare:

Bicchieri da Martini

Ricetta del cocktail d'autore

cognomi e significati giapponesi comuni

Lista della spesa

Vestire

Avevo ordinato il mio vestito più di una settimana prima. Era un adorabile capo lungo da tè con gonna ampia, vita piccola e maniche ad aletta in un raso azzurro cielo. Ero entusiasta di indossare l'eleganza di un'epoca perduta. Quando non è arrivato il giorno previsto, ho iniziato a arrampicarmi.

Fortunatamente, vivo nella mia città natale, dove i miei genitori tenevano ancora gli abiti da ballo e da damigella d'onore nell'armadio al piano di sopra. Ho sfogliato le opzioni, afferrando frettolosamente una bracciata da provare a casa mentre i miei quattro figli aspettavano in macchina. Poi ho pensato a mia nonna. Mi chiedevo se avesse qualche vestito vintage a portata di mano.

Nana si è sempre comportata come una famiglia reale inglese, sebbene provenisse da una famiglia di contadini del South Dakota e in seguito avesse sposato un saldatore. Forse era a causa della sua eleganza, o forse era l'inclinazione del mento e l'orgoglioso arco della sua schiena, ma aveva classe. Mia nonna aveva 101 anni e viveva ancora a casa sua. Era del tutto possibile che avesse un abito da cocktail salvato in un angolo sul retro.

Tutto quello che dovevo fare era chiedere e voilà: due abiti da cocktail vintage in ottime condizioni.

Mi sono fermato nel vialetto della sua casa a schiera. I miei figli ed io avevamo passato il pomeriggio a giocare sulle rive del vicino fiume Missouri e la sabbia tremava dai nostri corpi mentre scendevamo dal veicolo. Ero preoccupato di rintracciare lo sporco nella casa incontaminata di mia nonna, ma siamo stati comunque accolti all'interno. Ho respirato l'odore familiare della sua cucina.

Nana amava i vestiti e ogni pezzo che possedeva aveva una storia. Rideva dei bei momenti che aveva avuto con i suoi vestiti mentre li ammiravo. Uno era un vestito marrone senza maniche con cuciture nere, scollo a barchetta e vita elegante. L'altro era un vestito lungo da tè nero con una vita aderente e pizzo che copriva le spalle.

Per gentile concessione di Molly Weisgram

I miei figli piccoli hanno fatto visita a Nana uno alla volta mentre si sedeva sulla sua sedia. Era ovvio per me che li amava. Ha detto: Oh, Molly. Sono così speciali. Qualcosa nei suoi occhi mi diceva che si riferiva anche a me.

Prima di andarmene, mi sono rivolto a lei e le ho detto: Nana, mi hai dato così tanto. Sono fortunato ad avere una nonna che mi ha sempre guardato le spalle. Un luccichio nei suoi occhi e la sua bocca si strinse in un mezzo sorriso, alzò il pugno e sbatté dolcemente l'aria come per dire, ci puoi scomettere .

Mi ha mandato a casa completo di una pochette nera con paillettes e orecchini di cristalli scintillanti.

nomi per la tua ragazza nel telefono

Tutto ciò che riguarda la festa è stato adorabile. Mio marito ed io abbiamo brindato ai nostri amici per il loro continuo supporto. Ci avevano aiutato a superare l'esperienza più difficile della nostra vita dopo che a mio marito era stata diagnosticata la sindrome di Guillain-Barré il giorno di San Valentino 2019. Questa malattia improvvisa e inaspettata lo aveva portato a diventare tetraplegico su un ventilatore in pochi giorni. Era stato ventilato per quindici settimane e completamente incapace di muoversi (anche per battere le palpebre) prima della sua miracolosa guarigione quasi un anno dopo.

La festa è stata una vera celebrazione del recupero fisico di mio marito, ma ha anche reso omaggio al mio libro, L'altro lato di noi: una memoria di trauma, verità e trasformazione , che descrive la prospettiva profonda che abbiamo acquisito in mezzo agli eventi traumatici.

Per gentile concessione di Molly Weisgram

cose da fare con i bambini a san antonio

La festa si era svolta sabato sera. Il lunedì mattina seguente, mio ​​padre ha chiamato per farmi sapere che mia nonna era andata in paradiso. Il mio dolore è stato istantaneo, anche se logicamente sapevo che tutto era come dovrebbe essere. Aveva vissuto una lunga vita.

Ho ripensato al fine settimana.

Sono rimasto deluso quando il mio vestito da festa non è arrivato sabato. Mi sono immerso nella vasca da bagno e mi sono sentito dispiaciuto per me stesso. All'epoca non lo sapevo, ma era stato un regalo. Se il mio vestito fosse arrivato, non avrei visto mia nonna un'ultima volta. I miei figli non sarebbero stati in grado di entrare nella sua stanza per salutarla – o addio, a quanto pare. Non avremmo potuto ricordarla com'era quel giorno, seduta sulla sua sedia e sorridendoci. Conservo quel ricordo, il suo amore onesto che si irradia dal suo viso luminoso.

Sarò per sempre grato che il mio vestito non sia arrivato. La coincidenza è stata troppo fortuita. Mi ha ricordato che l'universo è sempre al lavoro. È costantemente in procinto di collegare punti invisibili. A volte sembra eccitante, gioioso, armonioso e meraviglioso. Altre volte è irritante, doloroso, ingiusto e straziante. Ma, mentre le cose possono sembrare incomplete nel momento, il quadro più ampio tende a rivelarsi con il tempo e la prospettiva.

Siamo chiamati a fidarci.