La scuola invia una nota a casa sulle 'scelte salutari' dopo che la mamma ha impacchettato le patatine

Genitorialità

Dice che era 'vergognosa'.

  Una mamma di TikTok dice scuola"snack-shamed" her son for having Pringles in his lunch box in viral video. TikTok / @peaveymegan

Una mamma ha rivelato su TikTok di essersi vergognata della scuola di suo figlio dopo aver preparato le patatine nel suo pranzo. In un video di TikTok, mamma Megan ( @peaveymegan ) si chiedeva cosa avrebbe dovuto fare dopo aver ricevuto una nota apparentemente irriverente sulla 'spazzatura' avanzata di suo figlio di 3 anni dalla sua scuola che la esortava a smettere di mandarlo con snack “malsani”. .

Non solo la mamma trova la nota di per sé inappropriato e passivo aggressivo, ha anche spiegato perché usare parole come 'sano' e 'malsano' quando si parla di cibo può avere effetti dannosi e duraturi sulla relazione di un bambino con il cibo.

'Ho mandato mio figlio a scuola con Pringles, che è uno spuntino molto adatto all'età per un bambino di 3 anni', iniziò .

'E questo è ciò che la scuola ha inviato, 'Per favore aiutaci a fare scelte sane a scuola'', legge dal contenitore vuoto di Pringles di suo figlio. “Hanno svergognato il mio bambino di 3 anni. Mi hanno fatto vergognare scrivendo quel passivo in modo aggressivo sulla sua spazzatura.

Spiega di aver inviato un messaggio alla scuola ed esprimendo quanto fosse colta alla sprovvista e frustrata dalla nota, dicendo che nella loro famiglia nessun cibo è considerato 'malsano'.

'A casa nostra, non etichettiamo le cose come 'sane' e 'malsane' perché questo avvia disturbi alimentari', ha detto.

Ha poi chiesto ai suoi follower se anche loro pensavano che l'intero scenario fosse 'ridicolo'.

non ha bisogno delle tue supposizioni

Il video è diventato presto virale con migliaia di utenti di TikTok che hanno commentato in solidarietà con Megan.

“Ti prego di confrontarti con l'insegnante chiedendo le sue credenziali dietetiche o certificazioni in nutrizione infantile. Non può pubblicizzare le sue opinioni come consigli', ha scritto un utente di TikTok.

Un altro utente ha concordato, sottolineando che gli insegnanti spesso distribuiscono snack 'malsani' ai bambini come incentivi.

“Ciao... qui il custode della scuola!! Credimi quando dico la quantità di caramelle che questi insegnanti danno ai tuoi figli... lecca-lecca e allegri cartocci ogni giorno. Sì, anche alle elementari!”

Un altro utente ha avuto un'ottima idea per un applauso e ha scritto: 'Invia Pringles il giorno successivo che dica 'quando lo compri, puoi decidere qual è lo spuntino''.

Quando il video è diventato virale, Megan ha spiegato in un video di follow-up che l'attenzione è diventata travolgente e ha deciso di eliminarlo. Tuttavia, una volta che ha ricevuto risposta dalla scuola in merito alla nota passivo-aggressiva, ha ricaricato la clip.

“Così oggi ho lasciato mio figlio a scuola. L'ho registrato e ho visto che il regista era lì, quindi ho avviato la conversazione. Quindi, ho appena condiviso come sono rimasto deluso da come, sai, è stato gestito. Vorrei che mi avessero contattato direttamente. Ho detto che era una specie di passivo aggressivo scriverlo sulla sua Pringles Cup vuota ', ha detto nel video di follow-up.

Megan poi spiega che il regista ha risposto, affermandolo Lei era in realtà quello passivo-aggressivo per aver continuato a mandare Pringles nel suo pranzo dopo che avevano spedito il biglietto a casa.

Ha chiarito che sì, quando si sono iscritti per la prima volta alla scuola, è stata inviata a casa letteratura sull'imballaggio di cibi 'sani' per i loro figli, ma ha detto che Pringles non le è venuto in mente.

'Non consideravo Pringles uno spuntino malsano', ha detto. “Consideravo cose come Cheetos, Doritos, Milky Way bar, cose del genere come uno spuntino malsano. Quindi, ovviamente, farei le valigie come Pringles con barretta di cereali, yogurt, frutta, tutto quel genere di cose. Quindi non pensavo davvero che fosse applicabile a me. Non pensavo che quei messaggi si applicassero.

Ha detto che la scuola non si è scusata né ha riconosciuto che la nota sulla spazzatura del pranzo di suo figlio potrebbe essere stata un po' inappropriata, invece la scuola ha intensificato la situazione.

“Mio figlio è stato [in questa scuola] per un bel po' di tempo e lo abbiamo registrato per il loro programma estivo per tre giorni a settimana. E alla fine della conversazione, ha condiviso: 'Non abbiamo più un posto part-time per tuo figlio quest'estate'.

Megan ha prontamente allontanato del tutto suo figlio dalla scuola.

Anche se non ha nemmeno bisogno di spiegare perché ha preparato le patatine, Megan spiega in un altro video che è una mamma lavoratrice che ha poco tempo per preparare i pranzi. 'A volte è più facile per me buttare dentro una cosa pazzesca di Pringles, ok?' lei dice.

'Se stiamo inviando cibo che pensiamo sia buono per i nostri figli, allora perché non possono semplicemente lasciarglielo mangiare?'

Riflette su quanto la situazione sia andata fuori controllo, portando il suo bambino di 3 anni a lasciare la scuola in anticipo, perdendo il suo posto estivo e non vedendo più i suoi amici di scuola. Tuttavia, alla fine, Megan sa che sta facendo ciò che è meglio per suo figlio e per il suo rapporto con il cibo.

“Non diamo peso al cibo in questa casa. Se i miei figli vogliono un biscotto a colazione, va bene, fantastico, e nove volte su 10 non mangiano nemmeno il biscotto, ma si concentreranno su quello se dici 'no'. Questo è salutare, questo è malsano'”, dice.

“Non vogliamo che vengano programmati in questo modo. Ho una formazione in consulenza per la salute mentale. Non lascerò che i miei figli soffrano di un dannato disturbo alimentare a causa di una scuola che etichetta le cose come 'sane' e 'malsane'. Questo, per me, non è salutare'.

E ha perfettamente ragione. Non solo la lingua usata dalla scuola di suo figlio è problematica, ma anche classificare i cibi come 'buoni' o 'cattivi' è classista. Secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti , 13,5 milioni di famiglie statunitensi erano in condizioni di insicurezza alimentare a un certo punto nel 2021.

Le famiglie a basso reddito tendono a mangiare diete meno nutrienti rispetto ad altre famiglie. In media, non soddisfano le raccomandazioni federali per il consumo di frutta, verdura, cereali integrali e latticini a basso contenuto di grassi e consumano meno porzioni di questi alimenti nutrienti rispetto ad altre famiglie.

“Non è una mancanza di conoscenza; è una mancanza di denaro ', ha spiegato Corinne Eisler, dietista registrata ed esperta di nutrizione pediatrica I genitori di oggi . 'Un bambino non dovrebbe mai vergognarsi perché non ha un piano alimentare ottimale.'

Diversi esperti dietetici si sono espressi negli ultimi anni contro il tentativo di limitare determinati alimenti ed etichettarli come 'malsani' o 'cattivi' per i bambini.

Limitare i cibi 'malsani' non è la risposta per convincere i bambini a trovare alternative 'migliori'. In effetti, ciò potrebbe anche avere l'effetto opposto.

UN studio del 2002 pubblicato nel Società americana per la nutrizione clinica ha rivelato che le ragazze la cui dieta e l'accesso al cibo spazzatura erano strettamente controllati dai loro genitori quando avevano 5 anni avevano maggiori probabilità di mangiare troppo all'età di 7 anni. Le ragazze che mangiavano troppo avevano anche 4,6 volte più probabilità di essere in sovrappeso rispetto alle loro coetanee che più in controllo dei loro spuntini.

Si tratta di equilibrio.

'È importante che i nostri figli capiscano che va bene avere un dolcetto di tanto in tanto', ha detto il dietista registrato Jodi Holland a Today's Parent . 'È anche importante per loro capire perché è meglio fare il pieno di cibi più sani la maggior parte delle volte'.

Condividi Con I Tuoi Amici: