celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

L'arte del volontariato

Genitorialità
Aggiornato: Originariamente pubblicato: Un primo piano di più mani alzate in aria che rappresentano il volontariato

Per me è stato davvero un piacere colpevole.

In realtà mi sentivo molto più in colpa che in piacere, perché avevo questo terribile rammarico di non poter e di non aver aiutato di più. Ho visto queste donne correre instancabilmente questa stagione di nuoto dall'inizio alla fine, investendo il loro tempo prezioso e le loro energie per rendere la squadra un successo. Ad ogni singolo incontro e allenamento, ho visto queste brave persone trascinare fuori tavoli, cibo e ogni sorta di scatole di cose. Li ho visti addestrare i cronometri, coordinare le concessioni, coprire nastri e posizionamenti, organizzare batterie ed eventi, il tutto con fogli di calcolo inviati in tempo perfetto per prepararci ai prossimi incontri. Te lo sto dicendo, queste donne lo hanno SPACCATO.

respira citazioni brevi

Li ho guardati per tutta l'estate e ho offerto il mio misero aiuto, ma non ho aiutato quanto potevo e ho dovuto affrontare un continuo sentimento di contrizione per tutta la stagione. Mi ha fatto pensare a questa cosa del volontariato che affrontiamo come genitori. Il volontariato è un'arte raffinata.

Tutti noi abbiamo il nostro ruolo nel vasto panorama delle opportunità di volontariato. Mentre un genitore riesce a portare a termine un intero evento, un altro può prendersi una pausa perché ha appena terminato un anno di partecipazione alle riunioni PTA. Quando un genitore dedica e sacrifica tempo per organizzare una funzione speciale per un figlio, quello stesso genitore può arrivare con mezz'ora di ritardo alla celebrazione per l'altro figlio. Mentre un genitore gestisce lo spettacolo durante una stagione di sport, teatro o Girl Scout, scommetto che il suo coniuge guida altre attività, ministeri o organizzazioni altrove.

Forse alcuni genitori riescono solo a penzolare al limite del volontariato, perché fanno gli straordinari per coprire a malapena le bollette e preferiscono utilizzare il loro prezioso tempo libero investendolo nella vita domestica. Poi ci sono i tanti genitori che sono stanchi di dover semplicemente occuparsi dei propri figli e non hanno più nulla da dare. Succede a tutti noi.

Con tutte queste considerazioni e possibili scenari, è necessaria una regola del volontariato in tre parti:

1. Non giudicare né dare per scontato nulla.

2. Apprezzare ogni volontario.

3. Fai quello che puoi e non abbatterti.

Come genitori, facciamo quello che possiamo, giusto? Per quanto mi sentissi orribile per non aver intrapreso più lavoro per rendere le cose più facili a questi potenti volontari, continuavo a giustificare la mia mancanza di coinvolgimento prendendo in considerazione tutti gli eventi, i ministeri e le attività che avevo Avere portato avanti nel corso degli anni. Mi sono tuffato in quelle acque diverse volte in passato, ma non in questa (gioco di parole).

Sono stato il leader, l'organizzatore, l'operaio, il maglione e il trasportatore di scatole e tavoli. Sicuramente ho avuto la mia parte di arrivare presto per sistemare e restare fino a tardi per pulire. Ci sono state volte in cui ho provato un amaro risentimento verso le persone che semplicemente si presentavano per godersi i frutti del mio duro lavoro senza offrirsi di alzare una mano. Ho lavorato instancabilmente nel corso degli anni, offrendo il mio servizio e il mio tempo per sostenere molte questioni. Immagino che lo abbia fatto anche tu.

nomi di ragazze nere per bambini

Quindi la prossima volta che vedi un genitore seduto e rilassato alla periferia di una celebrazione, attività, cerimonia, gita, evento - l'elenco potrebbe continuare - hai sacrificato il tuo tempo e i tuoi sforzi per organizzare e provvedere, cerca di riservare il tuo giudizio.

È lecito ritenere che abbiano lavorato una giornata molto lunga o che provenissero da un evento spettacolare organizzato da loro stessi. Forse sono così esausti che non potevano fare altro che presentarsi, o, proprio come me, potrebbero aver deciso che è il loro turno di riposarsi.

C’è un equilibrio delicato e deliberato nell’arte del volontariato. Rispettiamolo e onoriamolo tutti.

Nota: sono consapevole che ci sono anche quelle famiglie che scelgono di non fare affatto volontariato e semplicemente si presentano a queste funzioni più e più volte senza offrire aiuto o contributi. Supponiamo che anche loro abbiano le loro ragioni.

Condividi Con I Tuoi Amici: