Le gioie e i dolori di collezionare figurine negli anni '80

Generale
le-gioie-e-dolori-di-collezionare-adesivi-negli-anni-80-in primo piano

Ripensandoci ora, scambiare adesivi potrebbe essere stato il passatempo più zoppo degli anni '80 di sempre. Ero piuttosto un collezionista, però, e quando chiamavamo le cose che facevamo per hobby divertenti, collezionare figurine era l'hobby di cui scrivevo a tutti gli amici di penna che ho avuto dal 1984 al 1987 circa.



C'erano due tipi di collezionisti di adesivi.

Digita un album fotografico a strappo riempito con pellicola di plastica. Questo è stato l'approccio smack 'em on the page. (Non badare a me qui. Mi limiterò a mettere giù questi bambini e continuerò fino a riempire ogni pagina.) Questo approccio, a volte, mancava di organizzazione e finezza, ma ha funzionato per molti.





Per gentile concessione di Dana Kramaroff

Il tipo due, chiaramente, era il collezionista più sofisticato. Si trattava di acquisire intenzionalmente adesivi per completare la tua collezione. Questi ragazzi aspiravano ad avere il più raro e vasta gamma possibile. Hanno tagliato ogni adesivo con il supporto di carta intatto, pronto per uno scambio in un attimo. Ero totalmente, tipo, io (ho dovuto lanciare una piccola Valley Girl lì dentro).

Per gentile concessione di Dana Kramaroff

Potrebbe essere necessario un breve corso di aggiornamento sugli adesivi. C'erano quattro tipi fondamentali di quelle carte appiccicose: lucide, gonfie, sfocate e puzzolenti.

Lucente quelli erano disponibili in tutti i colori brillanti immaginabili e includevano pastelli e neon, ovviamente. C'erano scimmie con banane, note musicali, astronavi, orsacchiotti, doppi ghiaccioli e pagliacci (prima che i pagliacci facessero paura... beh, in realtà facevano sempre paura!).

Per gentile concessione di Dana Kramaroff

gonfio quelli erano spesso animali o oggetti inanimati con gli occhi finti, ma anche Pac-Man e Hello Kitty erano gonfi.

C'erano gli adesivi della cultura pop, rappresentativi dei giocattoli, della musica, dei film e dei cartoni animati del sabato mattina di quel tempo: Cabbage Patch Kids, Michael Jackson, Gremlins , Snoopy , Braccio di Ferro , Scooby Doo , acchiappa fantasmi , Cuccioli di libbra, I racconti della camicia , Puffi e I Muppet . Li avevo tutti.



ho adorato il sfocato quelli: labbra rosse, puzzole, palloni da calcio, coccinelle e l'occasionale cane Scotty. Si sentivano così bene sulla punta delle dita.

Per gentile concessione di Dana Kramaroff

Il profumato quelli erano ciò di cui erano fatti i sogni nella vita di un bambino di 7 anni nel 1985. Erano delle dimensioni di mezzo dollaro: un felice chicco di popcorn che diceva, Poppin' Good, un adorabile ananas che gridava, Avanti! e dentifricio proclamando, Smile Power!

E ovviamente c'erano gli unicorni, gli arcobaleni, gli animali felici e i cuori, oh amico, c'erano molti cuori.

Il problema della raccolta di adesivi era che in realtà non potevi farci nulla. Non c'era assolutamente niente da giocare con i tuoi adesivi. Potresti sfogliare il tuo album. Se eri fortunato, trovavi qualcuno con cui potevi effettivamente scambiare, ma in fin dei conti, gli adesivi erano solo pezzi di carta.

Lascia che te lo dica, come genitore oggi non riesco a pensare a un hobby peggiore. L'attenzione e la dedizione dei miei figli alla raccolta di adesivi durerebbe, seriamente, 2,3 secondi.

Dopotutto, l'unico posto dove ottieni più adesivi sono dall'ufficio del medico per far sentire meglio i bambini dopo aver ricevuto colpi o sopravvissuti alla poltrona del dentista. Che ne dici di quello? Gli adesivi, oggi, sono collegati al disagio e al dolore. Non c'è da stupirsi che la raccolta di adesivi non sia una cosa nel 2015. Chi può dare la colpa a questi poveri ragazzi?

quanti per cambiare una lampadina scherzi

Ma in qualche modo, nel periodo semplice della mia infanzia, abbiamo raccolto quelle belle carte ed eravamo terribilmente contenti. Forse non era poi così male come hobby.

In realtà, la mia collezione di figurine è come una fantastica capsula del tempo della mia infanzia. Sono abbastanza soddisfatto di me stesso che per 30 anni, dal seminterrato al seminterrato, questi tesori hanno resistito alla polvere e ai ragni, per far divertire i miei figli ... con i loro occhi, solo i loro occhi. Scusate ragazzi, quelli sono della mamma. Guarda con gli occhi, non con le mani.