Jodie Sweetin condivide un post potente sul suo assalto sessuale Sex

Notizia
pjimage

Immagine via Instagram/Jodie Sweetin

Jodie Sweetin dice di essere stata aggredita sessualmente da giovane

Jodie Sweetin, affettuosamente conosciuta come Stephanie Tanner su Fuller House , ha condiviso il suo sostegno alla dottoressa Christine Blasey Ford e si è aperta sulla sua aggressione sessuale in un post emozionante su Instagram. La prima violenza sessuale descritta da Sweetin si è verificata quando era una ragazza, presumibilmente durante il suo periodo come membro del cast di Tutto esaurito .

Dopo aver visto la testimonianza del Dr. Ford ieri, Sweetin si è sentita in dovere di condividere un messaggio ai suoi fan sulla sua esperienza e sui suoi sentimenti. Sto con lei. Io sono lei. Ero la ragazza che non ha mai denunciato perché incolpavo me stessa. Sono stata la donna che non ha mai denunciato perché non volevo passare attraverso il dolore e il ridicolo, scrive.



100 minuti per vincere i giochi
Visualizza questo post su Instagram

Sto con lei. Io sono lei. Ero la ragazza che non ha mai denunciato perché incolpavo me stessa. Ero la donna che non ha mai denunciato perché non volevo passare attraverso il dolore e il ridicolo. Lo stesso tipo di dolore che ho visto attraversare oggi la dottoressa Christine Blasey Ford. Quello che abbiamo visto oggi riguarda un problema molto più grande dei sopravvissuti all'aggressione sessuale che vengono perseguitati, giudicati e ri-traumatizzati quando si fanno avanti. Ci è stato detto che se fosse stato reale, lo avremmo segnalato al momento. Spesso quando eravamo solo bambine o ragazze. Ragazze che sono state aggredite e poi hanno fatto scrivere puttane sugli armadietti perché si sono diffuse voci. Ragazze che avevano paura di diventare un paria nei loro circoli sociali perché dicevano la verità. Era più facile tacere. E quando siamo cresciuti ed è successo di nuovo, eravamo stati addestrati a rimanere in silenzio. Avevamo imparato la lezione che nessuno ci crederà. Che anche se qualcuno lo fa, non ha conseguenze. Avevamo visto altre donne farsi avanti, solo per sentirci dire che non c'erano testimoni, quindi è la tua parola contro la sua, sapendo che la sua storia è sempre più creduta della sua. Non si tratta di politica per me. Si tratta di un gruppo di persone che mettono da parte il trauma di qualcuno. non starò fermo. non starò zitta. Anche se potrei non essere mai così coraggioso o irremovibile di fronte a una tale inquisizione come lei oggi, mi ha dato speranza. Che forse, solo forse, le donne sopravvissute alla violenza sessuale possono essere ascoltate. Anche se la nostra voce è appena al di sopra di un sussurro. #imwithher #listentoyourwomen #tellyourtruth #ihearyou

Un post condiviso da Jodie Sweetin (@jodiesweetin) il 27 settembre 2018 alle 17:05 PDT

cosa significa il nome malaya?

La didascalia accompagna una foto di Sweetin che indossa una giacca che dice: Ciò che non ti uccide ti fotte mentalmente sulla schiena. Ora ascolta, Tutto esaurito fan, perché sta parlando Stephanie Tanner.

Lo stesso tipo di dolore che ho visto attraversare oggi la dottoressa Christine Blasey Ford, dice. Scrive che abbiamo assistito a una sopravvissuta a un'aggressione sessuale perseguitata, giudicata e nuovamente traumatizzata per essersi fatta avanti, motivo per cui tante donne si astengono dal farlo.

Ci è stato detto che se fosse stato 'reale', l'avremmo segnalato all'epoca, continua Sweetin. Spesso quando eravamo solo bambine o ragazze. Elenca il motivo preoccupante e familiare per cui lei e altre ragazze che sono state aggredite non parlano: la paura. Paura di ritorsioni, paura di diventare un paria sociale, paura di non essere creduti.

E quando siamo cresciuti ed è successo di nuovo, siamo stati addestrati a rimanere in silenzio, spiega. Avevamo imparato la lezione che nessuno ci crederà. Che anche se qualcuno lo fa, non ha conseguenze. Avevamo visto altre donne farsi avanti, solo per sentirsi dire 'non c'erano testimoni, quindi è la tua parola contro la sua', sapendo che la 'sua' storia è sempre più creduta della 'sua'.

idee per feste per bambine di 6 anni
Visualizza questo post su Instagram

Buon compleanno, zio J! Mio, mio... abbiamo creato dei bei ricordi in questi ultimi 30+ anni! Non posso credere che tu abbia circa 10 anni meno di me attualmente in questa foto!! Eravamo bambini! (Beh, in realtà lo ero... haha) Ti amo così tanto @johnstamos !!!

Un post condiviso da Jodie Sweetin (@jodiesweetin) il 19 agosto 2018 alle 13:54 PDT

Sweetin dice che la sua decisione di condividere la sua storia non è motivata politicamente. Si tratta di un gruppo di persone che mettono da parte il trauma di qualcuno. non starò fermo. non starò zitta. Molti altri sopravvissuti e hanno condiviso parole di incoraggiamento sul post di Sweetin, ma un sostenitore in particolare mi ha catturato direttamente nei miei sentimenti:

(Inserisci qui gli emoji singhiozzanti all'infinito.)

dovrei avere un quarto figlio?

Sweetin conclude il suo post ringraziando nuovamente la dottoressa Ford per il suo coraggio e il suo patriottismo. Anche se potrei non essere mai così coraggioso o irremovibile di fronte a una tale inquisizione come lei oggi, mi ha dato speranza. Che forse, solo forse, le donne sopravvissute alla violenza sessuale possono essere ascoltate. Anche se la nostra voce è appena al di sopra di un sussurro. #imwithher #ascoltaletue donne #ditela vostraverità #ti sento