celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Ero dopo il divorzio ed ero entusiasta di tornare al lavoro - COVID-19 ha cambiato le cose

Coronavirus
appena iniziato a lavorare fuori casa-1

Ponomariova_Maria/Getty

Come milioni di altri americani, la pandemia mi costringe a lavorare da casa da marzo. Mentre sono grato di avere ancora un lavoro, sono anche un po' deluso. Ero letteralmente appena tornato nel mondo del lavoro dopo essere stato a resta a casa mamma per nove anni quando è iniziato il coronavirus.

Ho lasciato la mia carriera dopo la nascita di mio figlio per permettere a mio marito di concentrarsi sulla sua carriera. Dopo l'asilo nido e la benzina, non aveva senso per me continuare a lavorare. Ho assolutamente adorato il fatto di non aver mai perso una singola cosa mentre mio figlio era piccolo, ma se sei mai stato un genitore casalingo, sai che arriva con la sua parte di lotte.



Sebbene avessi trovato un lavoro come scrittore, lavorando da casa, quando mio figlio ha iniziato l'asilo, avevo ancora bisogno di essere a casa prima e dopo la scuola. Eravamo finanziariamente stabili, quindi era fattibile. Questo fino a quando non abbiamo divorziato.

Il divorzio è avvenuto l'anno scorso e, anche se ero triste e mi sentivo sopraffatta da tutti i cambiamenti, devo ammettere che ero un po' emozionata all'idea di avere finalmente una ragione per lavorare di nuovo fuori casa. Vivere da solo lo rendeva una necessità e, poiché mio figlio frequentava la scuola a tempo pieno, potevo lavorare senza l'aiuto di una baby sitter.

le migliori linee di raccolta per le donne

Ho trovato un lavoro che lavorava esattamente nelle stesse ore in cui mio figlio era a scuola e ha funzionato perfettamente per diversi mesi. Poi, il coronavirus ha colpito e il mondo intero si è spento. Se avessi saputo che l'ultimo venerdì in cui ho lavorato a marzo sarebbe stato il mio ultimo vero giorno di lavoro, l'avrei assaporato un po' di più.

So che alcuni di voi potrebbero trovare questa affermazione assolutamente ridicola, e lo capisco. Il lavoro può davvero fare schifo a volte. Anche se ami totalmente il tuo lavoro, può essere stressante. Ma passare da mamma casalinga a mamma lavoratrice mi ha dato di nuovo un senso di libertà e uno scopo.

Ho amato gli amici di lavoro che ho fatto. Ho amato quello che ho fatto. Per quasi un decennio, il mio mondo ha ruotato attorno alla cura di mio figlio e della mia casa, e anche se non cambierei quegli anni per niente, ho sicuramente perso un po' di me stessa nel processo.

Avevo appena iniziato a lavorare fuori casa, poi è arrivato il COVID-19

urbazon / Getty

Penso che sia comune per le mamme casalinghe desiderare ciò che hanno le mamme che lavorano, e per le mamme che lavorano bramare ciò che hanno le mamme casalinghe. Se non sei mai stata una mamma casalinga, lascia che te lo dica, inizi davvero a perdere quell'interazione adulta. Gli amici di lavoro sono una cosa reale e sono assolutamente meravigliosi. È un vero e proprio compromesso poter trascorrere quel tempo prezioso con i tuoi figli, ma manca ancora quella connessione con altri adulti.

Quindi eccomi qui, tornata ad essere una mamma casalinga. Ma ora sono una mamma casalinga divorziata che lavora anche a tempo pieno da casa e si occupa di apprendimento a distanza. Voglio dire, continua a migliorare sempre di più.

So di non essere solo in questo. La vita di tutti è cambiata. Che tu sia stato un lavoratore essenziale per tutto questo tempo, che tu abbia perso il lavoro o che tu abbia iniziato a lavorare da casa, questa pandemia ha colpito tutti noi. Questa nuova normalità è tutt'altro che normale.

Facciamo tutti quello che dobbiamo fare. Guadagniamo comunque possiamo perché le bollette devono essere pagate. Ci prendiamo cura dei nostri figli perché sono piccoli umani che si affidano a noi. A volte perdiamo la calma perché il mondo è completamente cambiato e nessuno di noi sa davvero come affrontarlo.

Sto facendo di nuovo tutta questa cosa della mamma casalinga perché è proprio quello che deve essere fatto. Posso lavorare da casa e far partecipare mio figlio all'apprendimento a distanza, e sono molto grato per questo, ma mi manca ancora il lavoro che ho dovuto lasciare per farlo.

Probabilmente verrà un momento in cui lavorerò di nuovo fuori casa, quindi per ora assaporerò questi momenti extra con mio figlio che altrimenti non avrei avuto. Cercherò di abbracciare di nuovo l'essere una mamma casalinga, anche se non faceva parte del piano originale.

Se c'è una cosa che questa pandemia mi ha insegnato, è che puoi fare piani e stressarti su quei piani quanto vuoi, ma quando si arriva a questo, la vita ti lancerà delle palle curve importanti. Che si tratti di qualcosa di grande come una pandemia e un divorzio, o piccolo come un nuovo layout nel tuo negozio di alimentari preferito, devi solo tirare i pugni.

Ciò che abbiamo pianificato per noi stessi non è sempre ciò che la vita ha pianificato per noi. In questo momento, la vita vuole che torni a essere una mamma casalinga. Anche se pensavo che questa fase della mia vita fosse finita, ho intenzione di sfruttare al meglio la seconda volta.

Crederò sempre che le mamme casalinghe abbiano uno dei lavori più difficili in circolazione. Il loro stipendio consiste in baci di lecca-lecca e pile di biancheria profumata di Dreft. È una delle professioni più sottovalutate che ci siano. Trasformare piccoli umani in adulti e inviarli nel mondo per avere successo e conquistare non è un'impresa da poco.

Dicono che ci vuole un villaggio per crescere un bambino. Molte mamme casalinghe fanno tutto da sole. Lo so, perché sono uno di loro. A tutte le mamme casalinghe, per scelta o per necessità, sappiate che il vostro lavoro è essenziale. In effetti, è probabilmente il lavoro più essenziale al mondo.