Penso di essere una mamma casalinga, ma non ne sono sicura

Resta A Casa Mamma
non-sicuro-sahm-1

Mamma spaventosa e SSPL/Getty



Non ho una categoria. Mi sento come se non l'avessi mai fatto. non sono un resta a casa mamma o a mamma lavoratrice . Sono una mamma che lavora a cui non è permesso definirmi tale.

Per la prima volta, mi sento capito dal mondo, e non c'è conferma perché sono ancora isolato come sempre.





Da quando è scoppiata la pandemia, tutti sono molto grati alle mamme e agli insegnanti che restano a casa. Il mondo ha riconosciuto quanto siano importanti.

Soprattutto i genitori che hanno scoperto quanto sia difficile cercare di lavorare a casa con i bambini.

Sono un SAHM

Ho sempre creduto che una vera femminista sia qualcuno che crede nel diritto di una donna di fare quello che vuole. Ciò significa che se vuole lavorare dovrebbe essere supportata nel perseguire le sue aspirazioni di carriera, e se vuole restare a casa dovrebbe essere rispettata anche per quella scelta. Tuttavia, capisco perché è facile odiare il modo in cui vengono percepite le mamme casalinghe.

Se sono a una festa e qualcuno mi chiede cosa faccio per vivere, davvero non ho una risposta. Non so spiegare cosa faccio e non so semplicemente dire che sono una mamma casalinga. In ogni caso, mi preparo per un giudizio inevitabile o, peggio, domande di follow-up.

Posso cavalcare il recinto e dire semplicemente... ehm, tutto?

elenco di personaggi femminili dei fumetti

Le parole sei così fortunato che riesci a stare a casa mi facevano impazzire, perché non era fortuna; era una mancanza di opzioni. Ho scelto di fare ciò che era meglio per la mia famiglia. Ciò significava non uscire e trovare un lavoro che coprisse a malapena il costo di qualsiasi forma di assistenza all'infanzia a nostra disposizione.



Non avrei mai pensato che sarei stata una mamma casalinga. Mio marito è un militare, non viviamo vicino a nessuna famiglia, e basta. Mi prendo cura dei nostri figli. Sono belli, felici, sani e mi fanno impazzire.

Ho sempre pianificato di avere la carriera perfetta, qualunque cosa significhi. Mentre stavo costruendo la mia grande carriera, ho iniziato a odiare ogni lavoro che facevo. È stato allora che ho iniziato a rendermi conto che nessuno mi stava pagando abbastanza per stare lontana dai miei bambini.

Così è iniziata la mia vita in SAHM e il mio rispetto personale per le mamme casalinghe è cresciuto. Vorrei che il titolo di lavoro di mamma casalinga fosse trattato con lo stesso rispetto di qualsiasi altro titolo, in modo che quando ci viene chiesto cosa facciamo per vivere, potessimo alzare la testa.

Sono un WAHM

Penso

Ketut Subiyanto/Pexels

Alla fine, ho trovato la mia passione per il lavoro che stavo per fare. Quando ho potuto finalmente spiegare la carriera che stavo per costruire, ero entusiasta di rispondere alla temuta domanda sulla carriera. Ero pronto a farlo sapere a tutti, WHAM! Sono uno... scrittore.

grilli.

poesie sul voltare pagina dopo una rottura

A quanto pare, uno scrittore è la peggiore carriera possibile da raccontare a qualcuno. Sono un blogger, è un hobby. Peggio, sono un mammina blogger - che carino penso che sia un vero lavoro.

Tuttavia, sono stato visto come fortunato. Ho sentito, deve essere bello avere un marito che può prendersi cura di te mentre stai a casa a inseguire i tuoi sogni.

Non importa quanto duramente ho lavorato come mamma casalinga o come mamma lavoratrice da casa, nessuno dei due è stato percepito come un lavoro.

A volte si trattava di soldi. Ho visto il tuo lavoro? Se non sei J.K. Rowling allora non sei un vero scrittore.

Anche quando porti soldi, le persone non riescono a capire come funziona la scrittura di contenuti o il blog.

Scusate tutti, no, non avete letto il mio lavoro, a meno che non abbiate letto qualche buon contenuto scrivendo siti web ultimamente. E anche allora, probabilmente non hai ancora letto il mio lavoro.

E ora, la pandemia

Mi chiedo solo, ora che il resto del mondo ha visto com'è, è cambiato qualcosa?

Quello che voglio dire è che la solitudine, il dolore e l'inadeguatezza della pandemia sono diventati più prevalenti nella vita di tutti i giorni.

quanto lontano può vedere un bambino di 7 settimane?

Se stai lottando mentre cerchi di lavorare mentre tuo figlio piange per un altro spuntino, o ti stai strappando i capelli cercando di insegnare a tuo figlio, la tua frustrazione è reale.

Prima di diventare un genitore, non sai che provare a insegnare al tuo bambino l'ABC e come contare fino a 100 potrebbe farti sentire così inadeguato. Quell'inadeguatezza si trasforma in senso di colpa, perché sai che qualcun altro, un insegnante, potrebbe fare un lavoro migliore. Per quanto sappiamo di non poter fare tutto da soli, ciò non ci impedisce di volerlo.

Stare lontani dagli amici, dalla famiglia e dai sistemi di supporto è difficile. Quando hai bisogno di fare una pausa di cinque minuti o di lavorare e cercare di fare soldi per la tua famiglia, non puoi. È una sensazione di isolamento essere tutto per i tuoi piccoli.

Non avere nessuno a cui chiedere aiuto in quelle situazioni è ora una realtà per chiunque sia in isolamento.

Ora anche i genitori che lavorano rabbrividiscono ogni volta che sentono quanto sono fortunati ad aver trascorso ogni secondo dell'ultimo giorno, settimana o mese con i loro figli.

gioco da cucina con acqua corrente

Per favore, ricorda quella sensazione una volta che tutto torna alla normalità. E la prossima volta che qualcuno ti dice che è una mamma casalinga o lavora a casa, non giudicarla. Riconosci tutto il duro lavoro che fanno. Perché, sì, è un lavoro.

Una combinazione di tutto

Ora che abbiamo tutti avuto questa sbirciatina unica dietro il sipario della mamma che lavora a casa, accettiamo di sostenerci a vicenda. Non giudichiamoci a vicenda, e forse possiamo anche cambiare andando avanti. In modo che le mamme non vengano licenziate perché un bambino piange in sottofondo. E così le persone che non rientrano in una categoria genitoriale possono ancora essere accettate per quello che sono.

Voglio dire, guardami. Penso di essere una mamma casalinga, ma onestamente non ne sono sicura.

Siamo tutti una combinazione di tutto. Sono una mamma lavoratrice che sta a casa con i suoi figli. Una categoria non fa per me. Sono felice di essere chiamato genitore casalingo, o che lavora a casa, perché all'inizio e alla fine di ogni giornata sono conosciuto con il mio titolo più importante: mamma.

E ora, almeno qualcuno ha letto il mio lavoro.