celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Sono più che la sua matrigna: sono l'unica 'mamma' che conosce

Genitorialità Single E Matrigna
Figlio amorevole che dà da mangiare pomodorini alla madre allegra a casa

Immagini Cavan/Getty

Sai, quando io e papà ci sposeremo, sarò la tua matrigna?

Ho preso il pallone da basket che mi aveva fatto rimbalzare, me lo sono infilato nello stomaco e mi sono piegato in modo da poter vedere i suoi occhi mentre aspettavo una reazione. Non ero sicuro di cosa avesse capito il mio futuro figliastro a sette anni. Stava giocando ai matrimoni con i suoi giocattoli e sembrava entusiasta dell'idea, ma può essere difficile dirlo con i bambini timidi.



In realtà, sarai la mia unica mamma, disse piano.

Non ho mai voluto avere ragazzi. Prima di avere figli, pregavo che i miei futuri bambini fossero femmine. Non è che mi sarei arrabbiato se avessi avuto un maschio, semplicemente non avevo idea di come avrei affrontato. Non sono una persona piena di energia e i ragazzini che conoscevo erano rumorosi, attivi e caotici. Non ero sicuro di come l'avrei gestito. Li rimprovererei costantemente e li spedirei fuori? Mi immaginavo a dondolarmi in un angolo, circondato da mobili rotti e pile di vestiti infangati. Sapevo che era un pensiero irrazionale, ma non potevo farne a meno. Sono cresciuto con le sorelle e sapevo come trattare con le ragazze. I bambini alla fine sono arrivati ​​e, con mio grande sollievo, entrambi erano ragazze.

Quando ho iniziato a vedere il mio nuovo partner un paio di anni fa, sapevo che aveva un bambino e questo mi rendeva nervoso. Inizialmente, non abbiamo detto a suo figlio che uscivamo insieme. Volevamo assicurarci che fosse una cosa a lungo termine prima di coinvolgere i bambini. Sospetto però che suo figlio abbia indovinato. Lo sorprendevo a guardarmi di traverso, come se stesse cercando di capire perché questa strana signora continuava a stare intorno a lui e suo padre. Ho cercato di dare loro spazio per il tempo da solo padre-figlio il più possibile. Dopotutto, mi stavo abituando anche all'idea di un potenziale figliastro. Ma più tempo passavamo insieme più mi ritrovavo a volerlo conquistare. Ho iniziato a chiedermi se crescere i ragazzi non fosse così spaventoso come pensavo, anche se mi sentivo ancora all'oscuro.

Il mio figliastro, piuttosto che rumoroso e indaffarato, è un tipo tranquillo e riflessivo. È riservato con la maggior parte delle persone, anche con i membri della famiglia, quindi quando finalmente si è rilassato con me, sono stato onorato. In piscina il mio compagno e suo figlio stavano giocando, sguazzando e facendo le sciocchezze, mentre io galleggiavo lì vicino. Il mio figliastro, solo sei anni alla volta, nuotò verso di me e avvolse le sue piccole braccia intorno al mio collo. Mi sussurrò all'orecchio, spingiamo papà sotto! Non dirglielo! Mi guardò e ridacchiò di gioia. Ho sciolto. Mi stava rendendo suo complice. Più tardi quel giorno dissi al mio compagno cosa era successo.

Finalmente ti sta accettando! disse, raggiante. Ci sono voluti alcuni mesi prima che il mio figliastro si scaldasse, ma aveva deciso che dopo tutto stavo bene.

Mi chiedo spesso se uno dei motivi per cui il mio figliastro era diffidente nei miei confronti sia perché sono una figura materna. Era un bambino molto piccolo quando sua madre naturale è passata a un uomo e non ricorda che le cose fossero diverse. Per quanto lo riguarda, non ha mai avuto una mamma e non sa com'è. Il mio partner di solito è quello che riceve da scuola le cartoline e i lavoretti per la festa della mamma. Anche se l'anno scorso ho notato che la scuola non ha mandato a casa nessuno. Forse si sono resi conto che le feste della mamma e del papà sono complicate per alcuni bambini.

Quando il mio figliastro ha detto, sarai la mia unica mamma, mi ha colpito. Non ho idea di come essere una mamma per un ragazzo, ma nemmeno lui ha idea di come sia una mamma. I suoi modelli di maternità provengono da film, programmi televisivi e mamme dei suoi amici (che non ho incontrato). Le madri nei film sono spesso problematiche. Le mie ragazze e io abbiamo notato qualcosa su di loro qualche tempo fa. Le madri nei film spesso muoiono vicino all'inizio. È diventato uno scherzo con noi. Ma aspetta, diciamo, mentre un film si avvicina a una parte triste, la madre morirà. In effetti, succede così spesso nei film che quando la mia figlia più piccola era una bambina in età prescolare mi ha chiesto: Quando morirai, mamma? Era convinta che morire giovani fosse qualcosa che capitava a tutte le madri. Ma almeno le madri sono solitamente ritratte come gentili e amorevoli. Se il mio figliastro ha visto qualche film con le matrigne, avrà un'idea completamente diversa di come sono le madri. Perché le matrigne nei film sono così spesso terribilmente cattive?

Qualche mese fa, dopo due anni di fidanzamento, io e il mio compagno ci siamo sposati. Il mio figliastro era eccitato, ma nel suo modo discreto. Mi sono abituato a cogliere i suoi sottili segnali. Potrei dire che era felice delle sue scarpe nere da adulto, proprio come quelle di papà, e sapevo che si sarebbe sentito speciale e importante se gli fosse stato affidato il compito di tenere gli anelli. Avevamo deciso di avere solo i nostri figli in prima fila con noi. Le nostre ragazze fungevano da damigelle e damigelle e il figlio del mio compagno era al suo fianco, con l'aspetto di un mini-uomo con il suo gilet gessato e la cravatta blu scuro.

cosa fare se sorprendi tuo figlio a toccarsi

Dopo la cerimonia e i discorsi, tutti mangiando torta nuziale al cioccolato e parlando, ho trovato il mio figliastro davanti, seduto tranquillamente da solo.

Adesso sei mio figlio, dissi sorridendo. Il mio unico figlio.

Lui annuì.

Cosa fa una matrigna? chiesi, facendo una faccia stupida. Immagino di doverti prendere a calci nel sedere e pulirti le caccole? (Si tratta sempre di mozziconi e caccole con lui.) Ridacchiò e scosse la testa. No! Lo faccio a te! Egli ha detto.

No! Risi anch'io e mi sedetti accanto a lui. Cosa fanno solo i figli? Fanno biglietti per la festa della mamma?

Non lo so, disse.

Nemmeno io. Restammo seduti in silenzio guardando il palco.

Tre settimane dopo il matrimonio, ci siamo seduti nel salotto a cenare insieme. Oh sì, dovrei iniziare a chiamarti con il tuo nuovo nome, annuncia il mio figliastro.

Quale? Chiedo, pensando che sta per dire qualcosa di divertente, chiamami con un nome sciocco.

Mamma, certo, dice.

Immagino che, insieme, scopriremo esattamente cosa significa per noi.