celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Sono la mamma che ha mangiato il bagel ai semi di papavero, questo è ciò che le persone devono sapere

Gravidanza
Sono la mamma che ha mangiato il bagel ai semi di papavero

Elisabetta Eden

Recentemente sono stato oggetto di una notizia locale che da allora è diventata nazionale: Bagel ai semi di papavero dietro il calvario di una donna all'ospedale di Towson . Come suggerisce il titolo, sono risultata positiva agli oppiacei mentre ero in travaglio con il mio secondo figlio. Apprezzo profondamente la copertura, ma c'erano alcune cose sulla mia storia che non potevano essere affrontate in un rapporto di due minuti e mezzo.

le rose sono le viole rosse sono le poesie divertenti blu

Prima di tutto, giusto per mettere le cose in chiaro, era la metà di un bagel tutto. Metà. Con il formaggio cremoso alla fragola, ma questo è davvero irrilevante.



La mattina in cui tutto è iniziato, stavo pensando di fare una colazione veloce che sarebbe stata d'accordo con uno stomaco che aveva rifiutato molte cose negli ultimi nove mesi. Stavo pensando di preparare la colazione per mia figlia di tre anni e come intrattenerla in un giorno libero da scuola quando mi sentivo esausto. Stavo pensando di arrivare al mio appuntamento di 40 settimane con la mia ostetrica in modo che mio marito potesse andare al lavoro a un'ora ragionevole. Stavo pensando alla squadra di riparazione del condizionatore d'aria che era arrivata a8 del mattino.per sostituire il nostro sistema di invecchiamento. Pensavo che avessimo bisogno di succo d'arancia e cerotti decorati con i personaggi di Troll film.

L'unica cosa a cui certamente non stavo pensando era fare il test antidroga o avere un falso positivo a causa dell'ingestione di semi di papavero. Francamente, non avrei dovuto pensarci perché, come ha rivelato il test più sensibile sei giorni dopo il mio primo test positivo, avevo un valore di 30 ng/mL di morfina nel mio sistema. 30. L'ospedale utilizza presumibilmente una soglia di 300 ng/mL per un test antidroga positivo. La maggior parte dei datori di lavoro utilizza una soglia di 2.000 ng/ml. La soglia dell'esercito è di 3.000 ng/mL. Impostano queste soglie per evitare falsi positivi.

Ma la mia conclusione dalla tabella disegnata a mano senza etichetta senza valori che il capo del dipartimento di OBGYN ha usato per difendere l'ospedale era che qualsiasi quantità di morfina sarebbe stata presa come risultato positivo.

Quello che puoi vedere in questo grafico è che se imposti la barra qui (nessun numero di soglia indicato o menzionato), identificheresti solo i veri positivi, ma ti mancherebbero anche alcune persone che hanno fatto uso di droghe e sono state considerate negative allo screening, La dottoressa Judith Rossiter-Pratt ha detto a WBAL-TV .

In tante parole, la soglia di 300 ng/mL è irrilevante e la vera soglia utilizzata dall'ospedale è 0 ng/mL. Ora credo che in una sovrabbondanza di cautela da parte dell'ospedale, la mia esperienza di nascita sia stata una vittima dell'epidemia di oppiacei.

In generale, la risposta dell'ospedale è stata sprezzante e offensiva. Non ho fiducia che questo non accadrà di nuovo a un'altra nuova mamma.

In genere non educhiamo i pazienti, ed è davvero un buon punto che le persone probabilmente dovrebbero sapere che se usi i semi di papavero prima di avere uno schermo tossicologico che potrebbe risultare in un test falso positivo, ha detto Rossiter-Pratt.

com'è avere un bambino?

In effetti, dopo aver reso pubblica questa storia, ho sentito da numerose madri che hanno la loro storia falsa positiva. So che siamo nel mezzo di un'epidemia di droga senza precedenti e voglio che quelle famiglie ricevano l'aiuto di cui hanno bisogno. Ma mandare lo stato in tutte le tane del coniglio significa che queste risorse sono spesso troppo scarse. Educare le future mamme farebbe molto per risolvere questo problema.

Ma l'onere non dovrebbe spettare solo alle mamme a guardare cosa mangiano. Prima che ciò accadesse, non avrei mai pensato di mettere in discussione le procedure o le politiche dei test di un ospedale. Avevo fiducia nel sistema. Anche dopo che è successo, ho pensato che fosse un errore non comune. Ma se le mamme di cui ho sentito parlare sono solo un campione, allora troppe stanno affrontando un'angoscia inutile quando dovrebbero concentrarsi sul parto. So che l'ospedale aveva in mente solo l'interesse del mio bambino, ma credo che avere una mamma sana e felice sia il primo passo per raggiungere questo obiettivo. Abbiamo bisogno che gli ospedali facciano meglio.

Qual è il problema, chiedi?

A parte essere stato messo in attesa di cinque giorni per mandato statale e dover stare lontano da mio figlio di tre anni per un totale di sette giorni.

Oltre ad aver trascorso una delle notti più lunghe della mia vita nel reparto di pediatria, ho lottato per prendermi cura di mia figlia di quattro giorni mentre si stava ancora riprendendo da due giorni di travaglio e un taglio cesareo. Singhiozzante e sola perché solo un genitore può pernottare, i miei piedi così gonfi per l'edema che la pelle aveva cominciato a screpolarsi.

Oltre a sentirmi come se dovessi difendermi, spesso dagli sguardi e dai commenti accusatori del personale ospedaliero piuttosto che concentrarmi sul mio nuovo bambino, c'è stata l'indagine dei servizi di protezione dell'infanzia. C'era la minaccia che il mio bambino potesse essermi portato via.

Come potevo avere fiducia in un sistema che mi aveva già accusato di essere un tossicodipendente sulla base di un test difettoso? Ora ho un fascicolo archiviato che dovrò contattare un avvocato per cancellarlo. Sembra tutto un prezzo terribilmente alto da pagare per metà di un bagel tutto con crema di formaggio alla fragola.