celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Sono indipendente, ma è ancora difficile quando il mio coniuge viaggia per lavoro

Relazioni
papà viaggio di lavoro

Immagini dell'eroe / Getty

Fa schifo quando mio marito non è a casa. Non sto parlando delle piccole finestre di tempo mentre è al lavoro, fa una commissione o qualsiasi altro breve momento fuori casa - è quando è via per lunghi periodi di tempo mentre è in viaggio per lavoro.

Sono capace? Sì! Sono forte? Assolutamente! Sono indipendente? Scommetti! Indipendentemente dal fatto che io sia tutte queste cose e altro, sento ancora che una parte di me manca quando se ne va. Il mio sostegno, il mio partner, il mio migliore amico è a centinaia, a volte migliaia di chilometri di distanza per una durata di un paio di giorni, settimane o addirittura mesi. Come famiglia militare, questo è un evento di routine nella nostra famiglia e sebbene sia qualcosa che sperimentiamo su base semi-regolare, non lo rende affatto più facile.



mi sembra che non ti interessino le citazioni

Quando è a casa, la sua presenza mi dà un sistema di supporto fisico e un gregario per la nostra partnership nel matrimonio e questa corsa sfrenata della genitorialità. Sebbene io prenda il comando nella gestione della nostra famiglia e il mio ruolo non si discosti molto mentre lui è via, la sua assenza si sente più forte a livello emotivo che è difficile da gestire da solo.

Sono il conoscitore di orari, pianificatore di attività ed eventi e tutto il resto mantenendo questa famiglia funzionale e operativa. Anche se questo è condiviso con mio marito su base quotidiana, di solito sono io a farlo perché, onestamente, sono molto bravo a gestire i progetti della nostra famiglia. Spesso sono gli sforzi invisibili e intangibili che consumano più tempo ed energia, ma nondimeno, sono orgoglioso di questo ruolo. Lo indosso come un distintivo d'onore e me ne spacco la merda.

Entrambi abbiamo i nostri punti di forza. È più bravo a grigliare le cene, a sistemare schifezze e a occuparsi di qualsiasi altra cosa sulla sua lista di miele che gli assegno. Lui si prende cura dei grossi insetti e io mi occupo dei ragni perché si spaventa alla loro vista. Sì, cucina, pulisce e fa il bucato. Cambia anche i pannolini, fa il bagno e tutto ciò che riguarda l'educazione dei figli, mentre io mi assicuro che non stiamo esaurendo l'essenziale e preparando la mensa scolastica come un capo. Questa lista non è onnicomprensiva con un crossover definito senza che nulla riposi completamente su una persona. Ma come ho detto, ognuno di noi prende l'iniziativa in determinati compiti perché entrambi stiamo meglio se non tento di aggiustare l'asciugatrice o di appendere qualcosa alle pareti, proprio come tutti noi ci divertiamo a non rimanere senza dentifricio e carta igienica.

Le responsabilità non sono scolpite nella pietra né divise a metà perché la vita di una famiglia non funziona in questo modo. Con lui a casa, posso contare su di lui come supporto e avere la certezza di sapere che qualcun altro sarà e potrà essere lì se necessario. Se sono in ritardo, può venire a prendere nostro figlio a scuola. Se uno dei nostri figli ha bisogno di andare dal dottore e io non posso, può farlo. Può fare la spesa perché portare i nostri tre piccoli da solo sembra il mio peggior incubo. Mentre lui fa tutto questo e altro, senza di lui, porto io il peso di farlo per tutti, allungandomi più che mai.

i migliori nuovi libri per bambini di 4 anni

La cura di sé non passa in secondo piano, ma diventa inesistente. L'opzione di avere la famiglia vicino a cui appoggiarsi più spesso non è un lusso che mi è concesso. Siamo solo io, me stesso e io. Certo è a una telefonata, ma non è la stessa cosa.

Sono l'ultima linea di difesa e questo mi spaventa più di ogni altra cosa. Se fallisco, deludo i miei figli. Mentre è via, io sono l'unico fornitore di comfort, sicurezza e assistenza. Sono il loro unico e solo e questa è una grande responsabilità e un peso da portare in giro.

E se per sbaglio dormo e non porto mio figlio a scuola in tempo. E se qualcuno irrompe e io sono da solo con i bambini? Cosa succede se ho una gomma a terra in autostrada o, peggio, ho un incidente? E se ci chiudo fuori casa? Ci sono così tanti what if che mi passano per la testa che normalmente non ho quando è a casa. Non mi rendo nemmeno conto di quanto la sua presenza mi metta a mio agio finché non se ne va lasciandomi affogare nell'ansia fino al suo ritorno.

cose divertenti da fare per i bambini a san antonio

Nonostante dimostri di essere più che capace di prendermi cura di tutto e di tutti da solo, come ho fatto molte volte prima, la forza insormontabile che ci vuole può essere travolgente a volte. Va ben oltre l'atto fisico di mantenere in vita tutti, ma piuttosto il carico mentale di sentimenti e preoccupazioni per tutti. Sto assorbendo tutte le paure, le ansie, le frustrazioni e ogni altra emozione, solo per fornire in cambio conforto, sicurezza e amore eterni.

Poiché i miei figli sono piccoli, incapaci di comprendere appieno l'assenza di mio marito, a parte papà al lavoro, il mio cuore batte ogni volta che piangono chiedendo di lui senza comprendere la situazione. In quei momenti, ci vuole tutta la mia energia per non crollare proprio accanto a loro. Gli manca. Mi manca. E quando finalmente cala la notte, mentre i bambini dormono, non posso fare a meno di essere sopraffatto dalla solitudine.

Sebbene il peso sulle mie spalle per tenerlo insieme sia pesante, sono rassicurato che sia solo temporaneo. Nel frattempo, mi assicuro che tutti stiano vivendo la loro vita migliore nella speranza di fornire una distrazione tanto necessaria. Le regole sono piegate, a volte infrante. Il vizio e le tangenti sono ai massimi storici. Sembra che tutti noi stiamo affogando i nostri dispiaceri in gelati e cupcakes. Faccio tutto il possibile per rassicurare, consolare e assicurarmi che i miei figli si sentano amati, sicuri e protetti finché il padre non tornerà e la nostra famiglia sarà di nuovo integra.