celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Ho la tripofobia: i piccoli gruppi di buchi sono il mio incubo

Salute E Benessere
Ho la tripofobia: piccoli grappoli di buchi scatenano la mia ansia in modo importante

Videocamera / iStock

Guardare i favi mi ha sempre fatto sentire ansioso, a disagio e contorto, e non ha nulla a che fare con le api.

Se vedo una pietra pomice nella doccia di qualcuno, la mia pelle inizia a strisciare.



Un'immagine di un baccello di semi di loto è sufficiente per farmi aumentare la temperatura, il mio petto si sente pesante, il mio cuoio capelluto inizia a prudere e sento immediatamente la nausea. A volte, innesca un vero e proprio attacco di panico.

Sono stato così per tutta la mia vita. Non sopporto gruppi di piccole cose (come le formiche, solo digitare che mi fa venire i brividi), e soprattutto non sopporto gruppi di buchi.

come posso chiamare il mio ragazzo?

Ho una risposta viscerale e immediata nel vedere queste cose e gli effetti che lo stress ha sul mio corpo possono durare per ore. A volte non riesco a dormire perché le immagini sembrano insinuarsi nella mia mente per perseguitarmi. Terrò gli occhi aperti e la mente occupata, in modo da non dover vedere buchi.

Perché i buchi, come un mucchio di buchi in un piccolo spazio (pensa a baccelli di loto, spugne, insetti che scavano tunnel nel legno, ecc.) Sono il mio incubo.

io ho tripofobia .

E se hai annuito insieme a me, allora potresti averlo anche tu.

Ho scoperto che non stavo completamente impazzendo quando, da studente universitario, ho ammesso al mio medico che uno dei miei fattori scatenanti dell'ansia erano i buchi, qualsiasi cosa con tanti piccoli buchi, solo immaginarli nella mia mente mi fa mancare respiro e un po' di vertigini.

Con mia sorpresa, non si limitò a fissarmi ea camminare all'indietro, lentamente, fuori dalla stanza. Ha semplicemente annuito con la testa, ha digitato alcune parole nel suo laptop e lo ha fatto girare per mostrarmi la definizione di tripofobia.

Non c'era una cura magica, ma almeno sapevo che i sentimenti che avevo provato per quasi tutta la mia vita erano validi e reali. Non ne avevo idea. Pensavo davvero di essere l'unico. Ma questa cosa aveva un nome. Un ufficiale nome.

osa sporca per obbligo o verità

Ne senti parlare di più adesso, ovviamente. Diversi quiz virali (pensa a Buzzfeed) hanno fatto il giro di recente e ti presentano immagini per aiutarti a misurare quanto sei tripofobico. Farò una dura prova su questi quiz perché sono già ben consapevole di cosa mi faranno quelle immagini. Ma penso che ci sia qualcosa da dire per avere questa fobia a vari livelli. Penso che si possa essere spaventati da certe immagini senza ottenere le reazioni fisiche e mentali più viscerali che alcuni di noi (me) hanno.

La buona notizia è che, per la maggior parte, questo non mi impedisce di vivere la mia vita. Sicuramente ha un impatto reale su di me in questo momento, soprattutto se innesca un attacco di panico, ma non sono costantemente bombardato da fattori scatenanti e la mia ansia generalizzata è altrimenti ben gestita (questo è fondamentale), quindi sto facendo bene quasi tutti i giorni.

Non è comunque qualcosa da sottovalutare. Il solo pensare alle varie esperienze che ho avuto mentre scrivevo mi ha fatto sentire in preda al panico e surriscaldato perché quelle immagini hanno un modo di strisciare di nuovo nel mio cervello. È una cosa reale. Non è divertente.

È stato ipotizzato che questa fobia abbia un significato più profondo. Che c'è la paura di cadere nei buchi e di essere intrappolati o bloccati nell'oscurità. Questo non sembra essere vero per me - penso che odio davvero i buchi raggruppati, ma è logico che ci sia un significato psicologico più profondo nell'avere questa risposta a certe cose.

Se pensi di avere la tripofobia, non consiglierei una ricerca su Google a meno che tu non stia cercando di torturarti o di praticare la tua forma di terapia ad immersione. Se ha un impatto sulla tua vita o aumenta la tua ansia, ti consiglio ovviamente di parlare con il tuo medico o terapista. Come per tutte le diagnosi relative alla salute mentale, non esiste un percorso preciso o una cura magica, ma esiste una gestione, una prevenzione dei fattori scatenanti (quando possibile) e dei meccanismi di coping.

a che giochi giochi a una festa di rivelazione di genere

E sicuramente aiuta sapere che non sei solo, giusto? Ci sono anch'io. Ho capito.

Fottiti, baccelli di loto.