celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Ho sempre odiato l'esercizio, fino ad ora

Salute E Benessere
Come-ho-imparato-a-camminare-1

Per gentile concessione di Jessica Fein

Ho una relazione di amore-odio con esercizio . Mi piace averlo fatto, ma odio tutto il resto. Odio capire come inserirlo nel mio folle programma. E odio quanto sia difficile, ogni singola volta. Odio il fatto di non essere una di quelle persone che si sente fuori di testa se non mi alleno. E odio non aver mai sentito la mitica scarica di endorfine che dovrebbe farmi sentire un po' euforico. Perché devi sfuggirmi, corridore alto?

Suppongo che i miei sentimenti contrastanti riguardo all'esercizio fisico possano essere ricondotti alla mia educazione. Quando ero giovane, mio ​​padre mi diceva che lo scopo principale del corpo umano è quello di impedire che la testa ruoti per terra. Non eravamo una famiglia atletica. Il ping pong era lo sport preferito dai miei genitori.

similac richiamo anticipato 2021

Eppure, nel corso degli anni ho visto un vogatore, due cyclette e un tapis roulant farsi strada nella nostra casa. Non ho mai visto usare nessuna di queste attrezzature, ma presumo che i miei genitori pensassero che avrebbero potuto trarre qualche vantaggio dall'essere in esercizio adiacenti. Possedere l'attrezzatura significava che un giorno avrebbero potuto utilizzare l'attrezzatura, e c'era un vantaggio psicologico se non fisico.

Quindi forse non sorprende che non abbia mai sviluppato una routine di esercizi a cui volevo attenermi, una che fosse più di un mezzo per raggiungere un fine, preferibilmente un fine che includesse la torta al cioccolato.

Quando sono diventata madre di tre bambini che richiedono un'abbondanza di energia fisica ed emotiva, ho avuto più della mia quota giornaliera di cardio che correva dietro di loro. Sicuramente portarli e la profusione di cose che li accompagnavano contavano anche come allenamento di forza.

Ma quando i miei figli sono cresciuti, ho capito che la loro energia e la mia stanchezza stavano aumentando di pari passo. Ho notato che i medici non mi chiedevano più di sfuggita la mia routine di esercizi, ridacchiando quando ho detto loro che i miei figli mi tenevano in forma. Invece, hanno dedicato del tempo al mio controllo per discutere e analizzare quanti minuti di esercizio ho fatto a settimana. Il mio PCP è persino sceso sul pavimento per dimostrare il plank perfetto.

Daniel Reche/Getty

Sapevo di voler essere forte e in salute per la mia famiglia e sapevo che l'esercizio era un modo per far pendere la bilancia a mio favore. Ma con i bambini, un lavoro a tempo pieno impegnativo e un lungo pendolarismo, non sapevo come mi sarei adattato. Ho contattato la mia amica Cheryl, che aveva detto che sarebbe andata al campo di addestramento alle 5:30 del mattino, tornando a casa prima che la sua famiglia si svegliasse. Mi piaceva l'idea di qualcosa che contenesse la parola campo. Quindi, anche se detestavo l'idea di rinunciare a un'ora di sonno, ho accettato di provarci.

La mattina dopo, Cheryl è venuta a prendermi alle 5:15 e ci ha accompagnato in un parcheggio vicino, dove un numero sorprendentemente elevato di persone che erano sorprendentemente energiche per quella che era essenzialmente la notte fonda si stavano riscaldando correndo a giri intorno al parcheggio . Cheryl, se questo è il riscaldamento, ho chiesto, che aspetto ha l'allenamento vero e proprio?

oli buoni per la congestione

Lei rise; Non stavo scherzando. Si scopre che il boot camp è essenzialmente una serie di esercizi che aumentano in sequenza; quindi fai il primo esercizio, poi il primo e il secondo, poi il primo, il secondo e il terzo, e così via, finché non sei pronto a svenire. Ciascuno degli esercizi era punitivo, ma nessuno quanto il burpee. Avrei dovuto saperlo dal nome. Il burpee comporta saltare, accovacciarsi, planare e piangere. È stato terribile. Il resto del gruppo - ogni singola persona - si stava alzando, si stava seduto, si lanciava e scattava mentre cercavo di capire come far sembrare che stessi facendo qualsiasi cosa dovessi fare in ogni stazione mentre piangevo silenziosamente l'ora di sonno non sarei mai tornato.

Quando la lezione finì, Cheryl rimbalzò verso di me con un enorme sorriso e mi disse che avevo fatto benissimo. Se grande è un eufemismo perché, oh mio dio, non mi ero reso conto che fossi così fuori forma. Mi hai messo in imbarazzo, ma almeno sei ancora in piedi, aveva ragione. Ho fatto benissimo. Ha poi confidato che dopo la sua prima volta al campo di addestramento, era tornata a casa e aveva vomitato. Veramente? Non avrebbe potuto condividere queste informazioni con me in anticipo? Se avessi saputo che Cheryl in perfetta forma aveva vomitato da questo allenamento, sarei sicuramente passato. Stavo cercando di ringiovanire, non di rigurgitare.

Arek Adeoye / Unplash

nome che significa piccolo guerriero

Ho deciso di rinunciare al Boot Camp e di provare lo yoga; Mi piaceva l'idea di qualcosa di basso e concentrato verso l'interno. La lezione si è svolta in uno studio accogliente, con candele a LED che proiettavano un bagliore tranquillo. Fuori era crudo e piovoso, ma qui era bello e tostato, e molto più invitante del parcheggio del campo di addestramento.

Il nostro istruttore ci ha cullato in alcuni tratti preliminari con discorsi rilassanti e musica rilassante. Posso farlo, ho pensato. Potrei anche riuscire a chiudere gli occhi e fare un pisolino veloce. Ma nel giro di pochi minuti si avvicinò al termostato e alzò la manopola. Iniziò a richiamare posizioni che apparentemente tutti gli altri nella stanza capivano: updog, downdog, cat, cow, warrior II.

Ne avevo a malapena capito uno prima che fosse avanti di due. La forza e la flessibilità di coloro che mi circondavano erano stupefacenti... così come la quantità di sudore che colava da loro. I miei compagni di classe si sono spostati con grazia dall'aquila a qualsiasi animale si riferisca a una verticale, e viceversa. Ero ancora nella posa del bambino, quella in cui puoi raggomitolarti su una palla e fingere di fare esercizio. Ero un disastro caldo... letteralmente.

Ho deciso che dovevo farlo da solo. C'è un bellissimo sentiero ferroviario vicino a casa nostra che serpeggia lungo un lago. È completamente piatto e ho pensato che sarebbe stato un buon posto per diventare un corridore. Mi è sempre piaciuta l'idea di dire, vado solo a correre; essere a casa presto. Sembra così atletico e alla Cape Cod. Quindi sono andato a correre, il che è un modo generoso per dire che sono andato a fare una corsa incredibilmente lenta. Alla mia seconda uscita ho convinto mio figlio a unirsi a me. Mi ha superato – e stava camminando.

nomi di ragazzi occidentali

La terza volta che ci sono andato, ho deciso di rinunciare alla finzione di essere uscito a correre e di abbracciare l'idea di essere a passo veloce . Ho ascoltato un libro che avevo scaricato per il mio tragitto giornaliero ed è successo qualcosa di sbalorditivo: ho perso la cognizione del tempo.

Ho finito il ciclo ma non avevo finito il libro e non volevo fermarmi. Così ho deciso di prenotare il resto del libro per la passeggiata del giorno successivo, incentivo a riprenderci. Ma non appena ho iniziato il percorso il giorno seguente, la mia amica Liz ha chiamato. Ho passato l'ora successiva camminando e parlando.

Presto sono diventato creativo... potevo camminare e parlare, camminare e leggere, camminare e aggiornarmi sulle notizie. Ho scaricato la playlist perfettamente personalizzata con tutta la musica scadente che adoravo segretamente e ho marciato al ritmo della mia colonna sonora.

L'esercizio è diventato il felice sottoprodotto di qualcos'altro: il tempo che desideravo ardentemente. Non mi fa sentire euforico, ma non mi fa nemmeno venire voglia di vomitare, quindi è una vittoria. Non brucio tante calorie come un camper e so che dire che sto uscendo per una passeggiata non ha l'eleganza di andare a correre. Ma non ho bisogno di forzare a camminare sulla mia lista di cose da fare; vuole esserci.

Mi piace che l'unica persona con cui devo stare al passo sono me e che sono io a chiamare i colpi. Non mi chiederò mai di fare un burpee, ma cerco di andare più lontano e più veloce. Quindi per ora rinuncerò ai campi e alle lezioni e metterò semplicemente un piede davanti all'altro.

Condividi Con I Tuoi Amici: