celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Ho finalmente imparato a lasciar andare la colpa dell'allattamento al seno e dovresti farlo anche tu

Bambini
allattamento artificiale allattamento artificialeImmagine tramite Shutterstock

Ho pianto quando ho aperto la prima lattina di Similac per nostra figlia. Penso che fosse principalmente la privazione del sonno e il tornado di ormoni postpartum, ma era anche angoscia.

quando le nausee mattutine raggiungono l'apice e finiscono?

Avevo programmato di allattare esclusivamente. Nelle prime settimane è stato deciso che avevo una scorta bassa. Abbiamo visto specialisti, ho preso integratori, abbiamo migliorato l'attaccamento di mia figlia. Mi svegliavo per allattare (o pompare) ogni ora. Ho bevuto una tonnellata d'acqua. Ho dovuto fare pipì costantemente. E ti risparmio i dettagli sui miei capezzoli, ma diciamo solo che sono ancora traumatizzati.

Nessuno dei nostri sforzi sembrava essere d'aiuto. Non abbastanza comunque. Alla fine della giornata mia figlia aveva ancora fame. Voleva di più e il mio corpo non aveva più niente da darle. A malincuore, ho accettato di integrare con la formula. L'integrazione ha portato a ulteriori problemi di fornitura e abbiamo finito per farla passare esclusivamente alla formula a tre mesi.



Con il nostro secondo figlio avevo rinnovato la speranza di poter allattare più a lungo, ma ho dovuto affrontare lo stesso problema di approvvigionamento. A quel punto avevo anche un bambino che in qualche modo aveva bisogno della mia totale attenzione ogni volta che mi sedevo per dargli da mangiare. Abbiamo finito per integrare dopo poche settimane e il nostro secondo bambino era in formula esclusivamente dopo soli due mesi.

Mi sentivo come se avessi deluso me stesso e i miei figli. Non solo una volta, ma due volte. Mi sono tormentato con Se solo... scenari che avrebbero potuto/avrebbero/avrebbero dovuto rendere più facile allattare con successo. Mi sentivo appesantito dal senso di colpa.

Il senso di colpa di non essere in grado di ricoprire il mio ruolo più primario di madre: nutrire mio figlio.

Il senso di colpa di sentirmi liberata quando ho smesso di allattare. Non dovevo più vivere la mia vita secondo l'orologio perché mio marito poteva dare da mangiare al bambino un biberon. Potrei finalmente bere un margarita senza preoccuparmi. Riavevo il mio corpo e lo amavo, ma mi sentivo ancora in colpa. Come se la mia autonomia fosse stata guadagnata solo a spese dei miei figli.

tutto non accade per un motivo

Il senso di colpa di sapere che il seno è il migliore. Ho letto gli innumerevoli studi sui benefici dell'allattamento al seno. So che dovrebbe far crescere i bambini per essere più intelligenti, più sani, più di successo, ecc. (Nota a margine: tutti questi studi sono davvero necessari? C'è qualcuno là fuori che sostiene che il seno non lo è migliore? Sento che potremmo fare meglio a mettere quelle risorse per curare il cancro.)

Tutte queste cose mi rendono sensibile all'allattamento al seno. Sono sicuro che gli sguardi mortali che ho ricevuto da altre mamme quando estraggo la formula dalla borsa dei pannolini sono principalmente nella mia mente. Proprio come la mamma che mi parla dell'ultimo studio sul latte materno non implica intenzionalmente che il mio povero bambino allattato con latte artificiale crescerà e vivrà in un furgone parcheggiato nel nostro prato davanti.

Ma è così che ci si sente a volte. L'insicurezza che provo per aver combattuto le mie battaglie contro l'allattamento al seno è molto reale. Sento il bisogno costante di difendere il fatto che i miei figli sono alimentati con formula.

Il pediatra di mio figlio una volta ha detto di sfuggita che il nostro bambino non ha avuto il beneficio delle immunità naturali nel latte materno, e qualcosa nel profondo di me voleva urlare di nuovo, non anche TU! Ho fatto TUTTO quello che potevo, ok?

Ma i ricordi che l'allattamento al seno è più vantaggioso sono inevitabili. Gruppi di sostegno, PSA, innumerevoli studi, un intero mese dedicato alla causa. Questi promemoria sono importanti, ma per me sono ricordi costanti della relazione di allattamento che non ho mai avuto. Quel sacro legame che avevo pianificato e sperato, e mi sono addolorato quando non si è verificato.

Mi sarebbe piaciuto scoprire un gruppo di supporto per altre mamme che allattano con la formula che erano nella mia stessa posizione. Sarebbe stato bello avere un nostro campionato in cui potessimo chiedere cose come:

Qual è il trucco per estrarre l'ultimo cucchiaio da quella lattina dimenticata da Dio?

Oppure, so che dovrei buttarlo via dopo 60 minuti, ma sono passati 70. Quanto è grave su una scala di uno per te-potresti-potenzialmente-avvelenare-il-tuo-bambino?

auto telecomandate per bambine

Oppure, perché qualcosa di cui il mio bambino ha bisogno per sopravvivere è così dannatamente costoso?

Non sto cercando di togliere nulla alle mamme che allattano. Non lo sono davvero. So in prima persona che è un lavoro tremendamente duro. Ti applaudo e sostengo la tua capacità di allattare al seno dove vuoi, quando vuoi, per tutto il tempo che vuoi. Sto solo dicendo che le persone scelgono di non allattare al seno per una moltitudine di motivi. E di tutte le mamme che conosco, nessuna ha smesso di allattare per convenienza o vanità.

Sto iniziando solo ora ad apprezzare i meriti del mio viaggio. Sono orgoglioso del mio corpo per aver messo al mondo due bellissimi bambini e aver fatto tutto il possibile per allattarli per tutto il tempo che ho fatto. Sono orgoglioso di essere stato in grado di nutrire i miei figli e mantenerli sani e forti, anche se non è come avevo pianificato.

Ho imparato che la vita è troppo breve e troppo preziosa per sentirsi in colpa per cose che non possiamo cambiare. Tutto ciò che possiamo fare è continuare a provare, continuare a imparare e darci credito per tutte le cose che otteniamo lungo la strada.

Post correlato: Alla mamma che non ha allattato al seno