Finalmente capisco cosa intendono con 'Lascia che siano piccoli'

Maternità
Lasciali essere piccoli

Mkovalevskaya / iStock

Sono entrato in quella fastidiosa fase della genitorialità in cui ogni ricordo di Facebook che compare nel mio feed di notizie mi fa piangere. Devo condividerli, ovviamente, perché i bambini... mio bambini - mancano da casa mia.

Il mio più giovane inizia l'asilo questo autunno e mi sta spezzando il cuore. È pronto. Non sono. Il tempo è una cosa crudele. Quando mi guardo indietro, sembra che avessi tanta fretta per questa fase della mia vita a venire. Quello pieno di bambini indipendenti e pomeriggi silenziosi mentre sono tutti fuori a fare qualcos'altro e posso sentire il mio orologio ticchettare mentre lavoro. Non fraintendermi: mi piace il mio tempo tranquillo, ma lo capisco anche adesso. Capisco perché dicono, lasciali essere piccoli.



Perché avere piccoli in giro è davvero temporaneo. È difficile e non sembra affatto veloce quando ci sei dentro, ma in effetti finisce - bruscamente. E ora mi ritrovo a chiedermi perché non li ho lasciati essere piccoli quando ne ho avuto la possibilità.

Non mi sto picchiando per questo. In effetti, mi sono ambientato in questa nuova fase della genitorialità in cui mi ritrovo ad essere più paziente quando traspaiono i loro momenti di piccolezza meno frequenti. Mi ritrovo a dire di sì a un'altra storia, e mi ritrovo a divertirmi a preparare il pranzo per loro la mattina anche se sono in grado di prepararlo da soli.

canzoni hip hop appropriate per bambini

Lo capisco ora. Ottengo ciò che lasciarli essere piccoli significa.

Significa ascoltare quando parlano, perché un giorno dimenticherai come pronunciano male le parole se non lo fai veramente ascolta. Il mio più giovane si è svegliato l'altro giorno, correndo fuori dalla sua stanza con la testata del letto e la coperta, e ha detto, mamma! Ho dormito bene questa notte. Mi sono ritrovato a catalogare quella pronuncia errata della parola davvero nella mia mente e desideroso di ricordare come ha detto questa notte invece di ieri sera. Voglio quella dolcezza impressa nel mio cervello e nel mio cuore per l'eternità.

Significa muoversi a passo di lumaca alcuni giorni perché è quello che fanno quando sono piccoli. Ci sarà un sacco di tempo in arrivo quando saremo tutti in giro cercando di arrivare alle partite di calcio e fare le prove. Prima li spingevo costantemente ad accelerare. Ma ora, sto bene se mio figlio di 5 anni ha bisogno di trasformare tutto il suo Pokemon carte l'esatta direzione giusta prima di lasciarlo a casa di un amico. Mi dà più tempo per memorizzare le ultime tracce della sua infanzia prima che esca dalla porta a giocare con un amico e non pensi a me.

Significa supplicare i tuoi figli di baci e abbracci perché sai che, un giorno, non sarai in grado di baciarli in pubblico e si cancelleranno quei baci dalle guance quando li baci anche a casa.

Significa costruire un forte in un pomeriggio in cui dovresti piegare il bucato o cuocere i biscotti senza alcun motivo, tranne per vedere l'eccitazione di tuo figlio quando dici loro che ora sono abbastanza grandi da rompere le uova.

Lasciarli essere piccoli significa dire di sì di più. Significa che la tua agenda sembra meno importante ora, e la loro è l'agenda che conta davvero, anche se davvero non hai voglia di guardare un cartone animato o fare un'altra gita al parco.

Significa tagliare via le croste e mettersi le scarpe, anche se sai che sono capaci.

Significa che quando chiedono aiuto per lavarsi i denti perché sono troppo stanchi per un'intensa giornata di scuola e amici, non ti dispiace davvero farlo. Dopotutto, ciò significa che sono ancora abbastanza piccoli da aver bisogno di te. E questo si sente bene.

Significa incoraggiarli a portare la loro coperta in viaggio o il loro amore preferito quando trascorrono la notte a casa del cugino. Significa dire di sì quando si riempiono le tasche di macchine e sassi e giocattoli di plastica solo per una semplice gita a fare la spesa, perché ti guardano con quegli occhi che hanno ancora un accenno di prima infanzia, ma si stanno trasformando sempre più in fanciullezza ogni singolo giorno, e vuoi che rimangano piccoli solo per un minuto in più.

Significa che tagli ancora il loro cibo e prepari il loro piatto. E davvero non ti dispiace.

Lasciarli essere piccoli significa trascurare il disastro nella loro camera da letto perché significa che si stanno divertendo e che i ricordi vengono creati, e un giorno, le stanze incontaminate ti ricorderanno solo quello che c'era una volta, e desidererai davvero il disordine ancora.

Lasciarli essere piccoli significa che sei felice di essere ancora necessario. Ed elettrizzato quando sei ancora invitato a coccolarti.

Non dirò alle neomamme in trincea di lasciarle piccole perché ricordo fin troppo bene quanto sia stata dura in quei primi anni. Ricordo il continuo nutrirsi, cambiarsi e alzarsi la notte, e non ti dirò di lasciarli essere piccoli.

Ma ammetto che avrei voluto lasciarli essere piccoli prima.

Mi consolo nei momenti in cui li ho lasciati essere piccoli quando ne ho avuto la possibilità. E mi conforto nella mamma che sono diventata ora e che la mia nuova prospettiva mi aiuta a essere madre con più dolcezza, pazienza e pace.

Quando puoi finalmente lasciarli essere piccoli, penso che ciò che significhi più di tutto è che sei cresciuta anche come mamma. Non sei quella madre ansiosa eccessivamente esausta che desidera che ogni fase si affretti, così puoi ritrovare la tua sanità mentale con meno scoppi d'ira. Significa che sei cresciuto, e anche loro, e vuoi aggrapparti a tutta quella magia ancora per un po'.

Quindi li lascio piccoli adesso. E questo è importante, perché nonostante quanto siano grandi, sono ancora abbastanza piccoli. E assorbirò fino all'ultima goccia della loro piccolezza, finché non se ne sarà andata.