Allatto a secco mia nipote e non mi interessa cosa ne pensi

Bambini
Nipote infermiera a secco

Solovyova / iStock



Era inconsolabile. ho provato di tutto. Dopo aver cresciuto quattro figli e averne fatto la matrigna in altri quattro, mi ero stupidamente considerata un'esperta, ma niente nel mio bagaglio di trucchi funzionava. E per finire, i singhiozzi incontrollabili di mia nipote di 2 mesi hanno scatenato il mio bambino di 1 anno. Dieci minuti prima era tutto a posto. Adesso i due piangevano all'unisono mentre io cenavo ai fornelli ei cartoni animati in tv non erano una consolazione.

Quando la mia figlia maggiore aveva 21 anni, ho dato alla luce la mia figlia più piccola. Poi, 11 mesi dopo, è nata mia nipote. Avere un figlio e un nipote a meno di un anno di distanza ha sicuramente i suoi vantaggi. Non mi sento in colpa a spendere soldi in vestiti e giocattoli, sapendo che saranno passati a mia nipote. Mia figlia ed io abbiamo lo stesso pediatra e apparteniamo allo stesso gruppo di mamme. Le nostre ragazze hanno anche i seggiolini auto abbinati.





Ma c'era una cosa che non avevamo in comune: nessuno dei miei figli ha mai avuto coliche, quindi quando mia figlia ha chiesto consiglio, io non ne avevo da dare. Ha parlato con il dottore, il farmacista e altre mamme. Lei ha provato lamentarsi dell'acqua , tempo di pancia, fasce, rumore bianco e ogni ciuccio sul mercato - tutto inutilmente. Una sera ricevetti una telefonata frenetica da lei. Mi ha confessato di essere sopraffatta ed esausta. Attraverso le sue lacrime, ha spiegato che non si faceva la doccia da quattro giorni, ed era passato più tempo da quando aveva dormito perché mia nipote si riposava solo a intervalli di 20 minuti. Entrambi avevano bisogno di sollievo, quindi mi sono offerto di portare il bambino per la notte.

Ha protestato. No, mamma, non prenderà il biberon, e comunque non ho il latte tirato.

Fu un paio di mesi dopo che mia figlia era pronta per tornare al lavoro. Naturalmente, mi sono offerto di fare da babysitter. Il suo primo turno di ritorno al lavoro era durato solo tre ore, ma questa sarebbe stata la prima volta che sarebbero stati separati per più di una doccia veloce. Quando è arrivata a casa mia, aveva una borsa per i pannolini stracolma, abbastanza latte pompato per resistere all'apocalisse e scuse (molte, molte scuse). E mentre era preoccupata che sarebbe stato un peso per me, le ho assicurato che ero entusiasta di passare un po' di tempo con mia nipote. Ci siamo abbracciati, ha baciato il bambino e siamo andati al lavoro.

Quindi ero lì, con in braccio due bambini che piangevano, uno su ciascun fianco, rimproverandomi per aver pensato di essere un'esperta di genitori. Ho messo giù i bambini, sono corso a prendere il Bjorn e ho legato mia nipote. Questo ha lasciato mia figlia gelosa e piangente, quindi l'ho presa in braccio e l'ho messa sul mio fianco mentre cercavo di calmarli entrambi. Ecco come deve essere avere due gemelli , ricordo di aver pensato.

Proprio mentre le loro urla combinate mi perforavano le orecchie, il rilevatore di fumo si unì alla tortura. Ha suonato abbastanza forte da affogare i bambini e, sfortunatamente, allarmare i vicini. Mentre cercavo selvaggiamente di eliminare il fumo con uno strofinaccio e di tenere in equilibrio due bambini, mi sono reso conto che la mia faccia era bagnata. Mi voltai verso il corridoio dove vidi il mio riflesso nello specchio, il viso coperto di lacrime. In tutto il caos, non me ne ero nemmeno reso conto. Mi sentivo impotente, inutile e sconfitto. Questa mamma gemella era difficile . E oltre a ciò, ho sentito ciò che mia figlia ha vissuto quotidianamente con il suo bambino irrequieto. Volevo essere una brava mamma e nonna, ma mi sentivo un clamoroso fallimento.

Con la testa penzoloni, mi sono fatto strada lungo il corridoio, cantando la canzone dell'ABC per calmare i bambini ma soprattutto per calmare me stesso. È stato allora che ho visto mio marito in piedi sulla soglia aperta che mi guardava: esausto, le mie ginocchia che si piegano, la mia faccia macchiata di lacrime imbrattata di trucco. Ha sollevato mia figlia dal mio fianco ed è scomparso in camera da letto.



Sedendomi sul divano, presi mia nipote fuori dal Bjorn e la tenni stretta tra le mie braccia. Lei era radicamento intorno, e ho sentito la delusione anche se il mio latte era asciutto da mesi. Era una sensazione fantasma, ma il mio istinto materno ha preso il sopravvento e così l'ho attaccata al mio seno. Non ci ho pensato davvero. Ha radicato, ho offerto, lei ha accettato. In pochi minuti era profondamente addormentata.

Mio marito ha vagato nel soggiorno ed è stato sorpreso di vedere mia nipote addormentata beatamente attaccata. Mi ha chiesto se andava bene farlo, e non riuscivo a pensare a una ragione per cui non lo sarebbe stato. Tutti i miei figli erano stati allattati di conforto. Ero abituato a essere un ciuccio umano, ed ero sicuro che mia figlia sarebbe stata felice di aver calmato il suo bambino con ogni mezzo necessario.

E lei lo era. Quando è arrivata per prendere il bambino, le ho raccontato tutta la storia e ci abbiamo riso.

Non mi dispiace se non lo fai, mi ha detto.

Non mi dispiaceva affatto.

Mi sono preso cura di mia nipote diverse volte da allora, e ogni volta ha avuto bisogno di un seno. Capisco che per alcuni questo sia visto come controverso, ma sinceramente non mi interessa. Amo mia figlia e mia nipote e continuerò a fare tutto il possibile per aiutarle entrambe, anche allattando.