celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Come questa mamma sta bilanciando maternità e carriera nella cannabis

Mamma Che Lavora
Elaborato con VSCO con preset av4

Cortesia Sackville & Co.

Da quando è nato il mio primo figlio, le conversazioni sulla maternità si sono evolute. Siamo più onesti, con noi stessi e gli uni con gli altri sulle realtà della vita postpartum, sui problemi di fertilità, su quanto ci sentiamo esauriti (soprattutto durante la pandemia). Tutte queste conversazioni sono importanti, ma per quanto siamo arrivati, c'è ancora così tanto sull'esperienza della maternità che è un tabù di cui discutere. Uno di quegli argomenti tabù: la cannabis.

C'è ancora uno stigma sulla cannabis. Anche se è il 2021. Anche se sappiamo che la cannabis di oggi non è la stessa cannabis raffigurata in film come Mezzo cotto o Disorientato e confuso .



Hayley Dineen, metà del duo con sede a Brooklyn dietro Sackville & Co. , un marchio di lifestyle cannabico contemporaneo incentrato sullo stile, sta cercando di cambiarlo. Insieme alla co-fondatrice Lana Van Brunt, sta lavorando attivamente per rompere lo stigma che circonda le madri che usano cannabis e/o lavorano nell'industria della cannabis.

Cortesia Sackville & Co.

Sackville è nato da un'idea di me e del mio socio in affari, Lana, nel 2018, ha detto Dineen Mamma spaventosa in un'intervista telefonica. Entrambi ci siamo dilettati nel consumo di cannabis sin dall'adolescenza, ma ovviamente quell'esperienza cambia man mano che si invecchia e si hanno abitudini di consumo da adulti. Eravamo così infastiditi dal fatto che l'industria non avesse nulla che rappresentasse il nostro stile.

Cortesia Sackville & Co.

Rompere lo stigma con il design

Il primo passo per abbattere lo stigma è stato portare il consumo di cannabis fuori dalle cantine e dagli angoli e alla luce, in casa. Dineen ha riconosciuto che i prodotti associati al consumo di cannabis non si erano evoluti insieme alla cannabis che stavano consumando. Non c'è vergogna nel consumare cannabis e i prodotti dovrebbero rappresentarlo.

Cortesia Sackville & Co.

Le due donne hanno utilizzato il loro background di design e branding per creare elementi essenziali e accessori per il consumo di cannabis. Volevano qualcosa che la gente potesse mostrare sul carrello o sul mantello del bar: un bellissimo oggetto con un uso funzionale che non dovevano nascondere. Allo stesso modo in cui qualcuno potrebbe mostrare un bellissimo set di shaker per martini.

giocattoli sportivi per bambini di 10 anni

Vogliamo che le persone si sentano bene ad averlo a casa. Non è un oggetto vergognoso, dice Dineen.

Vendono una varietà di grinder dorati, pipe a sfera di cristallo e cioccolatini al CBD, che sono venduti presso rivenditori alla moda e sono stati scritti in InStile , Rolling Stone , e altro ancora.

Consumo di cannabis in maternità

Cortesia Sackville & Co.

Il consumo di cannabis non significa più solo sballarsi. Le ragioni per consumare cannabis sono numerose e varie, compreso il desiderio di un bicchierino da notte, il bisogno di aiuto per dormire o il ritorno all'intimità, afferma Dineen. Queste ragioni sono spesso amplificate nella maternità. (La pandemia ha giocato un ruolo nell'ampliare ulteriormente le ragioni.)

Quando le madri si rivolgono alla cannabis per uno di questi problemi, spesso devono affrontare il giudizio. Quel giudizio può essere peggiore a seconda di dove vivi. In alcuni luoghi, il consumo di cannabis è più accettato di altri. Per quelle mamme (e davvero tutte), Internet ha aiutato.

Come tutti sappiamo, come madre, la società ti giudica in ogni caso, osserva Dineen, ma Internet è uno spazio che consente alle madri di avere queste conversazioni online, dove possono rimanere anonime ed evitare gran parte del giudizio.

Un'azienda di cannabis con uno scopo

Cortesia Sackville & Co.

Sackville non sta solo cercando di rompere lo stigma che circonda le madri che usano cannabis, ma sta anche sostenendo enti di beneficenza che supportano le donne, in particolare Women of Colour. Non è un segreto che WoC sia stata colpita in modo sproporzionato dalla criminalizzazione della cannabis. Donano il 5% delle loro vendite mensili al Fondazione Gara ad Atlanta, che aiuta le madri.

Trovare l'equilibrio tra maternità e carriera nella cannabis

Quando Dineen è entrata per la prima volta nel consumo di cannabis in modo professionale, era riluttante a sollevare la sua industria per paura del giudizio. Da allora, è diventato più facile parlare di cannabis. Ora le sfide che deve affrontare sono simili a quelle di qualsiasi neomamma che cerca di far crescere il proprio marchio.

Una delle cose che ha trovato più utili è creare e mantenere i confini tra la famiglia e la vita lavorativa. Come badante principale di suo figlio di dieci mesi, ha dovuto imparare a trovare un modo di lavorare che si adattasse alla sua famiglia.

poro che sembra un buco

Come ispirazione, guarda agli altri che stanno facendo quello che sta facendo. Ci sono così tante mamme là fuori che gestiscono un'impresa e fanno cose incredibili, dice Dineen. Prende ispirazione dai podcast, dai feed di Instagram e da una varietà di social media.

Cortesia Sackville & Co.

A volte pensiamo che le persone non possano fare entrambe le cose o ci viene detto che sarebbe un inferno se ci proviamo, ma molte donne straordinarie stanno facendo cose incredibili e riempire il tuo spazio mentale con quell'ispirazione ti permette di vedere molto più chiaramente ciò che puoi fare.

Lentamente ma inesorabilmente le conversazioni dentro, intorno e sulla maternità si stanno evolvendo, ma c'è spazio per altre conversazioni. Conversazioni sulla cannabis e sulla normalizzazione del consumo.

Stiamo entrando in una nuova e interessante fase in cui le persone possono curare la loro esperienza... dormire, calmare l'ansia, aiutare con l'intimità, dice Dineen. Aziende come Dineen's stanno aprendo la strada per aiutare le persone a rendersi conto che la cannabis di oggi non è la cannabis dei loro tempi più giovani, al college. Mentre lo fanno, stanno aiutando ad abbattere gli stigmi che fanno sentire vergognoso il consumo di cannabis durante la maternità, quando sappiamo che non lo è.