Come cambia la vita quando passi da SAHM a mamma lavoratrice

Maternità
Come cambia la vita quando passi da SAHM a mamma lavoratrice

jacoblund / iStock

Quando è nata la mia prima figlia, mi sono identificata abbastanza fermamente come una mamma casalinga . È stato in qualche modo fortunato che ho potuto riprodurre la mia strada in un'occupazione, perché prima ero un vero disastro di 22 anni.

Per i primi due anni della vita della mia ragazza, sono stato con lei giorno dopo giorno. Sai, come fanno i SAHM. Ha iniziato l'asilo part-time quando ho iniziato un programma universitario e quindi ha iniziato una divisione al meglio dei due mondi in cui tre giorni alla settimana ero una mamma studentessa e gli altri ero a casa con mio figlio.



Quella fase di separazione è strana ed esilarante. Tuo figlio forma un circolo sociale che non solo non ti include, ma anche uno che perdi il potere di facilitare. (Avviso spoiler: si scopre che questa tendenza continua e si amplifica durante quegli anni in età scolare). Altre persone svolgono un ruolo fondamentale nella giornata di tuo figlio, nella sua crescita e nel suo sviluppo. Nella migliore delle ipotesi, è un'estensione benedetta della comunità. Nel peggiore dei casi, è una fonte di colpa e/o giudizio o disprezzo immeritato della mamma.

Negli ultimi tre anni, sono passata allo status di mamma lavoratrice a tempo pieno. Sono entrato lentamente, prima come studente, poi come stagista, poi come impiegato part-time. Gli anni sono passati e i miei figli sono cresciuti (un neonato di 4 anni e una seconda elementare), e ci sono molte cose che ho notato sono diverse nell'essere dalla parte della mamma che lavora:

Non c'è tempo per uccidere.

Il tempo è essenziale, sempre. I giorni non sono lunghi e/o non detti. L'ora di andare a letto arriva apparentemente non appena siamo tornati tutti a casa dai nostri rispettivi posti, abbiamo mangiato un boccone o due e ci siamo allontanati sul divano per uno spettacolo o due. Il tempo non lavorativo è un sapiente equilibrio di tutte le cose da fare, con il tanto necessario relax e ringiovanimento e altrettanto importante riconnessione con i bambini e la famiglia. Queste priorità sono tutte interconnesse e si alimentano l'una con l'altra ogni volta che entrano in conflitto. E i giorni feriali sono fondamentalmente una zona morta per qualsiasi cosa remotamente produttiva. Viviamo fine settimana a fine settimana e sopravviviamo nel mezzo.

innamorata del mio ex marito

Ho a malapena la minima idea di cosa stia succedendo.

In parte questo è dovuto al fatto che ho un partner straordinario che fa più della sua giusta parte di genitorialità. Sempre più però, penso che sia un requisito per le famiglie con mamme che lavorano o due genitori che lavorano. Qualcosa deve dare e la speranza è che non sia la sanità mentale o la gioia della mamma.

L'altro giorno mi sono reso conto che non riesco a capire quale marca di latte piace ai miei figli e quale bevono a malincuore o buttano nel lavandino. Non spendo costantemente abbastanza pasti con loro per far risaltare il flusso e riflusso di quel flusso. Non sto facilitando la maggior parte della loro alimentazione quotidiana. Non ho lo spazio nella mia testa per concentrarmi davvero sulla situazione del latte da un giorno all'altro. Eppure, come SAHM, avrei inevitabilmente saputo chi mangiava cosa dopo aver fatto acquisti in qualsiasi negozio.

Non sei sempre lì per favorire nuove relazioni per i tuoi figli.

Questo è un grande duh per qualsiasi genitore che lavora. Anche se non puoi occuparti di tuo figlio, vuoi un adulto amorevole, solidale e degno di fiducia al tuo posto e vuoi che abbiano la loro relazione speciale e appagante. Certo che lo vuoi, anche quando potrebbe essere difficile - o sì, lo sto dicendo - minaccioso.

da che parte va la nappa?

Man mano che mia figlia cresce, ha un social network che ora include i suoi compagni di scuola e i loro genitori. Un giorno alla settimana va a casa di un'amica dopo la scuola. La mamma di un altro compagno di classe la porta lì e non sono riuscita a scegliere questa persona tra la folla. Ogni volta che mio marito pronuncia il suo nome, ho bisogno di chiarimenti su chi stia parlando. Mi fa impazzire trovarmi così disconnesso (in qualche modo) da questi piccoli esseri che vedo così tanto, e che ho e continuo a crescere così di cuore.

I gruppi sociali della tua famiglia si espandono in modo esponenziale.

Perdonami se sbaglio le fasi di sviluppo con questa transizione da mamma che lavora in SAHM. Alcuni se probabilmente sono solo le mie ragazze che stanno invecchiando. Poiché tutti e quattro ora trascorriamo gran parte della giornata nei nostri spazi separati, abbiamo quattro ambienti sociali a cui partecipare. Questo espande la nostra comunità, ma anche i nostri obblighi. Le feste di compleanno sono infinite e, mentre io e mio marito ci stabiliamo negli ambienti di lavoro, abbiamo scoperto che presto anche lì possono seguire eventi sociali.

Dato che è attualmente la stagione delle vacanze, ho due scambi di lavoro con Babbo Natale segreto, uno per l'adozione di una famiglia in età prescolare, uno scambio di libri scolastici, un evento di raccolta alimentare e innumerevoli feste, scambi e obblighi in famiglia. E ad essere onesti, potrebbero esserci altre cose che i ragazzi hanno programmato di cui non sono ancora a conoscenza. Può essere travolgente ea volte estenuante, eppure è vitale coltivare ogni piccolo ecosistema in cui uno di noi trascorre così tante ore ogni settimana.

Non è più difficile o più facile, solo diverso.

Per quanto le cose siano diverse, mi piace molto la configurazione attuale. Faccio meglio quando ho un senso della mia identità e uno spazio personale. Apparentemente questa non è una possibilità, almeno per me, se sono al fianco dei miei figli ogni giorno. E mentre voglio quasi lasciar scappare un piccolo sospiro di desiderio mentre penso di stare con loro tutto il giorno, ogni giorno, so e ho vissuto il punto in cui comunque non ha senso. A meno che l'istruzione a casa non sia sul tavolo per la tua famiglia, i bambini vanno. Vanno a scuola, ed è normale e naturale - e direi necessario - che quello spazio si sviluppi. È anche difficile e complesso e tutt'altro che lineare. Un po' come la vita.

Quindi so che anche le mie esperienze SAHM e le fantasie avevano una data di fine, se non di cambiamento. Come mamma che lavora, posso essere relativamente responsabile del mio destino dalle 8:00 alle 17:00, cinque giorni alla settimana. Salva il mio datore di lavoro. Ora corro perennemente a casa, sono sempre in ritardo, mi sento perennemente come se non stessi facendo abbastanza peso, avendo sempre un piede in molti mondi (e tutti sanno che ballare non fa per me).

Ma ottengo una pausa dai bambini, qualcosa che spesso non è sul tavolo per i SAHM. Ho la possibilità di perseguire i miei sogni e modellarli per loro. Ho la speranza che un giorno capiranno e apprezzeranno questo e mi perdoneranno per non aver mai cucinato cose per le feste scolastiche, o aver esagerato con i loro compiti a casa, o ricordare i loro giorni di travestimento. Potrebbe arrivare prima per le mamme che lavorano e i loro figli, ma è quella navigazione della separazione. Non è buono o cattivo. È solo diverso.

Mi sono sempre sentito così male per le famiglie che lavorano. Quando mai hanno visto i loro figli? Come potrebbero fare qualcosa? Oppure fermarti e rilassarti? Come potrebbero le mamme sopportare la mancanza dei loro figli? vite ? Ma ora sono dall'altra parte, e in realtà non mi sembra così. A volte sembra che alcuni di questo, ma non esiste una scala quantificabile che misuri uno stile di vita rispetto all'altro. Ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. Ed entrambi contengono genitori premurosi, famiglie in crescita e amorevoli, lotte e stress quotidiani e persone che fanno del loro meglio.

E onestamente, anche i soldi extra aiutano molto.