celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Come ho imparato ad amare il mio figliastro

Altro
giovane matrigna

Katarzyna Bialasiewicz / Getty

Mio marito aveva un bambino di 2 anni quando ci siamo conosciuti.

Non mi sentivo a mio agio a definirmi la sua matrigna finché non siamo stati insieme per quasi due anni e abbiamo vissuto insieme per quasi un anno.



È stato un misto di incertezza, paura e autoconservazione che mi ha impedito di rivendicare il titolo.

Ero anche giovane. Quando ci siamo conosciuti, avevo appena compiuto 21 anni e lui ne avrebbe compiuti 26 prima della fine dell'anno. Entrare in una relazione con qualcuno che ha un figlio, soprattutto con la poca esperienza di vita che ho avuto io, è scoraggiante.

Molte persone mi hanno detto di non farlo.

Non volevo accettare il titolo di matrigna finché non ero sicuro che le cose con suo padre sarebbero durate. Per i suoi sentimenti, e per i miei.

Fino a quel momento, la mia relazione più lunga era stata di due anni e mezzo. E c'erano state diverse rotture e trucchi in quel periodo. Quando ci siamo incontrati e abbiamo deciso di vedere se poteva funzionare, avevo anche un altro anno di università da completare, dall'altra parte della provincia.

Era lento. Abbiamo preso il nostro tempo. Io e il mio figliastro ci siamo conosciuti, ci siamo messi a nostro agio. Innamorarsi. Non ricorda la vita senza di me, e non potrei immaginare la mia vita senza di lui ora.

Abbiamo avuto i nostri alti e bassi. Ora ha 8 anni e non sempre siamo d'accordo. Non ho quel legame genitoriale con lui che hanno i suoi genitori biologici. Posso essere irascibile e impaziente. E può essere distaccato e sprezzante. Ma abbiamo un rapporto speciale.

Abbiamo un legame che è solo nostro. Sono la faccia che cerca quando sua madre e suo padre non sono in giro. Sono io quello che fa i pancake con la Nutella proprio come piacciono a lui. Quando era piccolo e lavarsi i capelli era una tortura, sono io quello che potrebbe farlo senza che lui versi una lacrima. Sono io quello che ha tirato fuori il dente da latte che nessun altro poteva toccare.

Quando gli dico che lo amo, mi dice che mi ama di più.

Non è stato istantaneo. Ci sono voluti tempo e lavoro.

E anche se l'anno scorso ho avuto mio figlio, suo fratello, è lui il ragazzo che mi ha fatto diventare mamma.