celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Ecco 26.2 cose che ho imparato durante l'allenamento per la maratona di New York

Generale
Imparato durante l

Per gentile concessione di Kim Zapata

Dire che correre è la mia vita sarebbe un eufemismo. Ho mosso i miei primi passi nel 2009, allenandomi per un Tough Mudder. Nel 2010 ho corso la mia prima mezza maratona. Ho registrato centinaia di miglia per le strade di Filadelfia. E nel 2016 ho corso la mia gara più memorabile, completando la Dopey Challenge a Walt Disney World. Ma mentre ho più di 10 anni di corsa al sicuro sotto la mia cintura di idratazione, allenamento per la maratona di New York è stata un'esperienza che ha cambiato la vita. Mi ha alterato in modi che non riesco a verbalizzare o spiegare.

Ecco 26.2 lezioni che ho imparato negli ultimi mesi.

  1. Celebra il viaggio, non solo la destinazione . Mentre i miei occhi sono sempre puntati sul premio, cioè quando corro, sono concentrato sul traguardo e/o sul mio obiettivo finale, è importante prestare attenzione a ciò che è proprio di fronte a te. Dopotutto, la gioia non si trova in uno spazio o in un luogo, ma in un momento. Non lasciarti sfuggire la felicità.
  2. La vita è una maratona, non uno sprint . Le cose possono (e lo fanno) diventare pesanti. Fa parte della vita. Ma andare avanti è ciò che conta, non rapidamente ma in modo coerente. Muoversi attraverso. Vai avanti. Vai avanti, un passo alla volta.
  3. Il fallimento è un'opportunità per crescere . Nessuno vuole fallire, che si tratti di lavoro, corsa o vita, ma tutti noi vacilliamo, almeno di tanto in tanto. Invece di vedere il fallimento come una battuta d'arresto, consideralo un'opportunità per elevarsi al di sopra. Crescere.
  4. Le scarpe robuste e di supporto sono pochette . I tuoi piedi portano il peso del tuo corpo e, in qualche modo, il peso del mondo. Prenditi cura di loro.
  5. I giorni di riposo sono importanti quanto quelli attivi . Ho difficoltà a rallentare. L'ho sempre fatto, lo farò sempre. Ma la verità è che i nostri corpi (e le nostre menti) hanno bisogno di tempo per riprendersi, quindi non essere duro con te stesso se oggi è una serata Netflix e nachos. I giorni di riposo sono importanti quanto quelli attivi.
  6. Il cibo è davvero carburante . Da frullati e spaghetti a bistecche, bagel e BLT, il cibo ci nutre dall'interno. Nutri il tuo corpo. Alimenta la tua mente.

    Per gentile concessione di Kim Zapata

  7. Corri quando puoi, cammina quando devi . Anche se mi piacerebbe correre sul traguardo della Maratona di New York, potrei non farlo. Sono più lento, più vecchio e ho subito diversi infortuni. Ma questo non rende il mio viaggio meno significativo o prezioso. A volte i passi più importanti nella vita sono quelli che facciamo fatica a fare.
  8. Le mie gambe possono essere potenti, ma lo è anche la mia mente . La corsa a distanza richiede molto lavoro. È difficile stare in piedi per ore e ore, ma la verità è che il tuo corpo sta combattendo solo metà della battaglia. La forza mentale è fondamentale.
  9. Sono capace di più di quanto so . L'insicurezza è comune - per strada, in pista e nella vita - ma la corsa mi ha dimostrato che sono capace di più di quanto so, ho solo bisogno di fidarmi di me stesso (e del processo).
  10. Aspettare l'inaspettato . Da infortuni e malattie a improvvisi cambiamenti meteorologici, la vita accade. È importante rotolare con i pugni ed essere preparati a divergenze, deviazioni e deviazioni.
  11. Esci dalla vita quello che ci metti dentro . Ci vuole molta preparazione per correre una maratona. Non è qualcosa in cui puoi semplicemente saltare e fare. E la vita è allo stesso modo. Ci vuole pazienza, tenacia, tenacia e grinta.
  12. Il dolore è temporaneo . Quando corro, di solito sono abbastanza a disagio. Mi fanno male i polpacci. Le mie caviglie si aprono e faccio fatica a mantenere una respirazione regolare. Ma il dolore che sopporto, dentro e fuori dal campo di gara, è temporaneo e me lo ricordo quando la vita sembra troppo dura o pesante. Quando le cose diventano travolgenti.

    Per gentile concessione di Kim Zapata

  13. Qualcuno è sempre lì per supportarti . Da amici e familiari ai tuoi colleghi e colleghi di corsa, sappi che non sei solo in questo. Qualcuno ti supporterà. Se ti avvicini, qualcuno ti coprirà le spalle.
  14. Le battute d'arresto sono inevitabili . Non importa quanto duro lavori (o quanto ti alleni), la vita accade. Le cose ti scacceranno e si metteranno in mezzo. Ma la chiave è la coerenza. Quindi salta in acqua o torna in sella, quando puoi.
  15. Lo sfregamento è reale . Tre parole: fascia i capezzoli.
  16. Abbraccia i tuoi difetti . La corsa mi ha insegnato ad apprezzare la mia mente e il mio corpo e ad abbracciare le mie debolezze.
  17. Festeggia le tue vittorie . La vita è piena di passi falsi, timori e perdite, ma è importante ricordare di celebrare le tue vittorie. Questi momenti, grandi e piccoli, sono duramente guadagnati e dovrebbero essere riconosciuti.
  18. Sappi che sei il migliore amico di te stesso . Mentre alcune persone corrono con allenatori, partner o squadre, io sono un corridore solista. La maggior parte delle volte colpivo il marciapiede da solo. Ma questo mi ha insegnato ad ascoltarmi, ad apprezzarmi, a prendermi cura di me stesso e ad amarmi. Dopotutto, quando siamo solo io, me stesso e io.
  19. La musica rende davvero tutto migliore . Ti senti giù o in un funk? Alza le marmellate. Fidati di me. La musica può spingerti oltre la maggior parte degli ostacoli della tua vita e spostare la tua mente da uno spazio oscuro a uno di luce.
  20. La riformulazione funziona.Il mio terapeuta mi ha parlato (fino alla nausea) del reframing, o del processo per trasformare i pensieri negativi in ​​positivi, ma non capivo veramente come funzionasse il reframing finché non ho iniziato a correre per lunghe distanze e ho dovuto superare ostacoli mentali e fisici .

    Per gentile concessione di Kim Zapata

  21. Per me il tempo conta, così come la cura di sé . Se sei come me, probabilmente odi prendermi del tempo. Quello, o ti senti come se non avessi il tempo di prenderti. Ma la corsa sulla distanza è incentrata su una sola persona: il corridore e perseguire questo hobby mi ha aiutato a fare di me stesso una priorità.
  22. Le routine sono fantastiche, ma lo è anche l'equilibrio . Se ti stai allenando per una maratona, probabilmente stai seguendo un programma rigoroso. Tre corse nei giorni feriali; una corsa lungo il fine settimana; e due giorni liberi, o qualcosa del genere. Ma mentre è importante avere una routine, anche l'equilibrio è importante. Sapere quando fare un passo indietro e riposare è la chiave.
  23. Calmati . Uscire dal cancello alla massima velocità può farti sentire forte, ma ti esaurirai rapidamente e lo stesso vale per la vita. Lo sprint esaurirà il tuo corpo e affaticherà la tua mente. Invece, mantieni un ritmo costante e continua ad andare avanti.
  24. La preparazione è fondamentale . Quando si tratta di corsa a distanza, la preparazione è importante. Avrai voglia di dormire bene, idratarti spesso e mangiare un pasto ben bilanciato la sera prima. Ma vorrai anche prepararti mentalmente per le aspettative e gli imprevisti. Metà della battaglia è nella tua testa.
  25. Il passo più difficile è il primo . Che tu stia correndo o semplicemente affrontando i flussi e riflussi della vita, ricorda che il passo più difficile da compiere è il primo. Quindi allaccia i tuoi calci e inizia ad andare avanti. Sarai grato di averlo fatto.
  26. (.Due) Quando hai voglia di mollare, continua . E infine, ricorda: le maratone, come la vita, ti mettono alla prova. Ti spingono ai tuoi limiti fisici, mentali ed emotivi e oltre. Ma tu sei forte. Sei coraggioso e puoi andare avanti. Non importa cosa.

Condividi Con I Tuoi Amici: