celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Per curare il tuo trauma, devi avere il privilegio

Salute Mentale
Sessione di psicoterapia

IMMAGINI MICROGEN/BIBLIOTECA FOTOGRAFICA SCIENTIFICA/Getty

In un mondo ideale, tutti avrebbero accesso all'alloggio, al cibo e all'assistenza sanitaria essenziali che meritiamo. Ma abbiamo anche bisogno di risorse per affrontare traumi e perdite o per uscire da situazioni abusive in modo da poter iniziare il processo di guarigione. La salute mentale e la capacità di trovare emozioni e stabilità finanziaria non deriva solo dal duro lavoro. Allo stesso modo di dire a qualcuno di tirarti su per i tuoi bootstrap, dire a qualcuno che è sua responsabilità sistemarsi e trovare pace con il suo trauma è miope e sprezzante. Senza supporto e sistemi che riconoscano le disuguaglianze nelle comunità emarginate, le persone non possono curare i propri problemi di salute mentale più di quanto non possano uscire dalla povertà. Dovrebbe essere diritto di tutti prendersi cura di se stessi, ma purtroppo ci vuole qualche privilegio per guarire da un trauma.

allattamento al seno e piercing al capezzolo

Ho 42 anni e sto ancora elaborando il trauma di ciò che ho vissuto da bambino. Sono stato abusato e sfruttato in molti modi per la maggior parte della mia infanzia. Anche se sono frustrato dal fatto che non l'ho ancora superato, so che non è così che funzionano il cambiamento e il progresso. Le mie esperienze hanno plasmato la mia visione delle persone e delle relazioni; hanno anche ricablato il mio cervello e creato meccanismi di coping per sopravvivere.

Sarò sempre in uno stato di guarigione dal mio trauma e sono così grato per le lezioni che ho imparato durante molte sessioni di terapia, guasti e conversazioni di supporto con persone che mi amano senza condizioni.

Tuttavia, non sono arrivato a questo stato di comprensione e gratitudine senza alcune opportunità che altri potrebbero non vedere mai. Avevo i voti e la borsa di studio per lasciare la mia città natale; sì, ho lavorato sodo per tutto ciò che avevo, ma il mio successo non è stato nel vuoto. Ho avuto allenatori, compagni di squadra, insegnanti e alcuni membri della famiglia che mi hanno guidato in avanti. Quelle persone e il dono di capire che avevo bisogno di partire e allontanarmi dalle persone che mi hanno ferito mi hanno spinto verso nuove persone e crescita. Sapevo che dovevo andarmene, ma non sapevo di aver bisogno di una terapia fino a quando un gruppo di nuovi amici che ho incontrato al college mi ha suggerito di vedere qualcuno.

Non ero consapevole delle bandiere rosse che le mie emozioni stavano sventolando in risposta all'essere finalmente lontano dai familiari violenti perché il rosso era solo il colore della mia vita. Avevo un sacco di merda da elaborare, connessioni da fare e lavoro che dovevo fare. Malattie mentali, esaurimenti e dipendenza sembravano essere il prezzo da pagare per l'incolumità fisica dei familiari violenti. Ma terapia era per me una parola straniera, costosa e non riconoscibile quando avevo 18 anni.

Il college che frequentavo aveva servizi di salute mentale gratuiti, quindi un amico mi ha fissato un appuntamento. Anche se quel terapeuta non ha funzionato per me, mi ha indirizzato a qualcun altro; L'ho vista fino a quando non mi sono laureato al college e sapeva dei servizi per i quali potevo fare domanda in modo che le mie sessioni fossero gratuite. Mi ha aiutato a costruire una base di comprensione per lanciarmi nella fase successiva della mia guarigione.

Dopo il college ho avuto una casa sicura e solidale in cui vivere con un partner che incoraggiava la terapia, i farmaci e il tempo di cui avevo bisogno per stare meglio. Non stavo combattendo i demoni esterni oltre a quelli interni. Anno dopo anno, sono diventato un po' più sano anche a causa di ricadute sulla salute mentale e trovando la mia strada verso la sobrietà e una vita di recupero. Niente di tutto ciò è stato facile. Ma i livelli di privilegio lo hanno reso più facile. La mia capacità di guarire e di scavare davvero nel mio trauma non è qualcosa che è accessibile a tutti.

Diamo un'occhiata al mio ultimo appuntamento con il mio terapista . Abbiamo deciso che la sessione di oggi sarebbe stata una telefonata mentre andavo a fare una passeggiata. Prima di riattaccare, le ho detto che le avrei inviato via email una foto della mia tessera assicurativa per essere sicuro che avesse le informazioni più aggiornate. Le manderei un assegno per coprire il ticket.

Ho un terapista di cui mi fido e con cui voglio parlare.

Ho avuto la scelta sicura di una videochiamata o di una telefonata (che non dovevo nascondere a nessuno) e ho scelto quella che era più conveniente per me. (Ho anche un'auto affidabile che avrei potuto usare per arrivare al mio appuntamento se non avessimo ancora avuto a che fare con il COVID-19.)

Il mio programma è abbastanza flessibile da prendermi un'ora della mia giornata per parlare con il mio terapeuta.

Anche se ho perso un'ora di lavoro, la mia sicurezza finanziaria è intatta.

Ho sicurezza finanziaria.

Il mio corpo mi permetteva di muovermi liberamente mentre parlavo, il che alleviava un po' di ansia che era presente.

olio per funghi delle unghie

Ho l'assicurazione sanitaria.

Ho i soldi per coprire il ticket.

Ho amici e un partner che supportano e incoraggiano il mio rapporto con il mio terapeuta.

Questi vantaggi non tolgono la gravità dei miei problemi, ma sicuramente li rendono più gestibili. La guarigione può avvenire senza dover scegliere o sacrificare altri pezzi essenziali della mia vita.

Il trauma che ci accade non è colpa nostra; Io o le altre vittime non siamo mai responsabili delle perdite o degli abusi che abbiamo subito. Non è giusto affermare anche che è responsabilità della vittima diventare un sopravvissuto che ha il controllo completo del proprio benessere mentale e stabilità. La guarigione da un trauma non può mai essere fatta senza aiuto e non tutti hanno accesso a tale aiuto.

La guarigione non è lineare, nonostante il mio desiderio in alcuni giorni di ottenere il mio certificato di completamento del trauma, e sembra diverso per tutti. Ricordi, emozioni represse e reazioni fisiche che non possono essere spiegate possono far perdere un'intera giornata, una settimana o un mese. Le relazioni che abbiamo e i ruoli che sperimentiamo possono aiutarci, ma innescano anche vecchie ferite.

Non dovremmo mai incolpare qualcuno per non essersi assunto la responsabilità della propria guarigione, soprattutto se non si trova in una posizione che consente e supporta il processo imprevedibile del trauma di salire e scendere. Troppe cose sono già state sottratte a una persona che sta vivendo un trauma per aspettarsi che si assumano la responsabilità esclusiva di migliorarla.

Condividi Con I Tuoi Amici: