'Torna da dove sei venuto' è letteralmente illegale dire a qualcuno al lavoro

Tendenza
4-congress-donne-trump-commenti

Alex Wroblewski/Getty

giochi per bambini di due anni online


Se Donald Trump dicesse quello che ha twittato sulle quattro deputate in qualsiasi normale posto di lavoro, sarebbe licenziato

Donald Trump si è lanciato in uno sfogo razzista domenica 17 luglio, contro quattro deputate democratiche progressiste, dicendo loro di tornare indietro e aiutare a riparare i luoghi totalmente distrutti e infestati dalla criminalità da cui provenivano. Trump si riferiva alle deputate Alexandria Ocasio-Cortez di New York, Rashida Tlaib del Michigan, Ayanna Pressley del Massachusetts e Ilhan Omar del Minnesota che, nel fare il loro lavoro, respingono apertamente le politiche del presidente. Tutte e quattro sono donne di colore, tutte e quattro sono cittadine americane, ma solo una è effettivamente immigrata qui quando era bambina, rendendo molto chiaro che le osservazioni di Trump erano ovviamente razziste, pungenti, bigotte e anche apparentemente illegali.

Senatore Tim Kaine è stato uno dei primi a far notare lunedì che il ritorno da dove vieni la lingua è un forma classica di discriminazione che viola i diritti civili. Secondo il Commissione per le pari opportunità di lavoro degli Stati Uniti (EEOC) , è contro la legge dire quelle parole a qualcuno sul posto di lavoro. Se qualcun altro avesse detto ciò che il presidente ha twittato, quella persona sarebbe stata licenziata.





Secondo l'EEOC, insulti etnici e altri comportamenti verbali o fisici a causa della nazionalità sono illegali se sono gravi o pervasivi e creano un ambiente di lavoro intimidatorio, ostile o offensivo, interferiscono con le prestazioni lavorative o influenzano negativamente le opportunità di lavoro.

Esempi di condotta potenzialmente illecita includono insulti, scherno o epiteti etnici, come prendere in giro l'accento straniero di una persona o commenti come 'Torna da dove sei venuto', siano essi fatti da supervisori o colleghi, continua la dichiarazione.

Lo ripetiamo: l'EEOC elenca esempi di linguaggio illecito sul posto di lavoro e l'unica frase che hanno usato come esempio di molestie basate sull'origine nazionale è la frase esatta che il nostro presidente ha lanciato contro quattro donne di colore al Congresso.

Le parole bigotte del presidente sono così contrarie a chi siamo come paese che abbiamo letteralmente delle leggi contro di loro, ha detto Kaine in modo così saliente.



Dopo che Trump ha twittato sulle donne del Congresso, ha rifiutato di accettare che ciò che ha detto fosse razzista e ha persino chiesto loro di scusarsi con lui.

le migliori battute per prendere una ragazza

Per National Public Radio, Radio Pubblica , in una conferenza stampa lunedì, Ocasio-Cortez ha affermato in modo commovente perché la retorica di Trump di tornare da dove sei venuto non è solo razzista, ma non ha nemmeno senso.

Non lasciamo le cose che amiamo, e quando amiamo questo Paese, ciò significa che proponiamo le soluzioni per risolverlo, ha affermato Ocasio-Cortez, aggiungendo che (Trump) non sa difendere le sue politiche , quindi quello che fa è attaccarci personalmente, ed è di questo che si tratta.

Ora, le domande più grandi restano da vedere. Il presidente dovrà finalmente affrontare le conseguenze per il suo linguaggio bigotto, razzista e letteralmente illegale? Non tratterremo il respiro, ma almeno la legge è dalla parte giusta.