Ricevere un'isterectomia a 26 anni mi ha ridato la vita

Benessere
Ottenere-A-isterectomia-a-26

Per gentile concessione di Caila Smith

Non ho il ciclo da dicembre 2020 e accidenti... sembra Buono . No, non sono incinta. In realtà, Non ho nemmeno un utero più. Ho avuto un'isterectomia parziale (tutto tranne le ovaie) a 26 anni.

Mia madre ha cercato di dissuadermi. Anche alcuni dei miei amici hanno provato a dissuadermi. Sei troppo giovane per un'isterectomia. Te ne pentirai. E se tu vuoi più bambini? loro hanno detto.



Ora guardami - qui fuori, in grado di saltare su e giù con i pantaloni bianchi, vivendo la mia vita migliore.

Sai quanto è meraviglioso, a proposito? Per poter indossare pantaloni bianchi o chiari senza dover allungare una mano casualmente e controllare il sangue delle mestruazioni ogni trenta secondi? Per poterli indossare senza dover portare un cardigan da avvolgere intorno alla vita, per ogni evenienza?

Posso indossare biancheria intima bianca, tutti voi. BIANCO. BIANCHERIA INTIMA. Posso avere lenzuola bianche che in realtà rimangono bianche e non devono essere messe in riserva come lenzuola del ciclo. Se i miei figli non fossero così disordinati come viene disordinato, potrei semplicemente andare in giro e comprare un divano bianco solo perché io. Freakin'. Può.

Potrebbero sembrare qualsiasi cosa alla persona media con un ciclo normale, ma per me è la libertà da un onere mensile che ho portato per 15 anni. Ho avuto periodi lunghi, super pesanti e molto dolorosi per tutto il tempo che posso ricordare. Non sono mai stato uno che ha i crampi, ma ho avuto quel dolore incessante, tirante e tirante che si diffondeva dalla parte inferiore della pancia, alla schiena, ai fianchi e alle gambe. Che grande divertimento.

Per gentile concessione di Caila Smith

Non riesco a ricordare un momento in cui il mio ciclo non fosse un intero evento. La mia vita ruotava attorno ad esso ogni volta che ce l'avevo, e non mi rendevo nemmeno conto di quanto mi stesse rubando finché non se ne andò. Anche con un disco mestruale (tamponi aggiunti solo al dolore e dischi/coppe sono le ginocchia dell'ape, giusto per dire) e un assorbente, sanguinerei costantemente. Non avevo soldi per sporcare vestiti, lenzuola e interi materassi come me, quindi era sempre una catastrofe per me quando succedeva.

È difficile dire con certezza quale sia stato il punto di svolta per me. Tutto quello che so è che il mio medico mi ha dato il via libera un anno intero prima che andassi effettivamente con la mia isterectomia. Ti risparmio i dettagli cruenti (prego), ma penso che sia stato qualche tempo dopo aver sanguinato per quasi due mesi che alla fine ho detto che basta. Ricordo di aver avuto un'epifania nel mio bagno e di essermi detto, Sono felice con i quattro bambini che abbiamo. Ho esaurito tutte le altre opzioni non chirurgiche. Il mio utero non mi sta più facendo alcun favore. È ora che se ne vada.

Le persone a me più vicine che hanno ascoltato le mie lamentele nel corso degli anni, alla fine, sono state felici per me. Felice di vedere la pace che ho avuto nel dire addio a un organo molto importante con molto valore affettivo. Io e i miei amici eravamo quelli strani che chiamavano le nostre tette quando avevamo 12 anni. (Lo so, c'è qualcosa di gravemente sbagliato in noi.) Fino ad oggi potresti sentire uno di noi dire, Madonna sta cercando di scappare per questo. in riferimento a una canaglia andata via dalle tette grosse. Quindi, per risollevare il morale, mi sembrava giusto che dessero un nome al mio utero: Diana. Diana Ross. Perché piaccia o no, stava uscendo.

tramite GIPHY

I miei amici hanno organizzato una giornata di pulizia per me una settimana prima dell'operazione e mi hanno aiutato a pulire a fondo la mia casa in modo che fosse un luogo in cui potevo riprendermi senza dover guardare i segni dei pastelli sul muro. Cosa posso dire? Sono semplicemente il meglio.

Per gentile concessione di Caila Smith

Subito dopo, mi stavo preparando per la mia isterectomia e quella notte sono tornato a casa.

Non credo che importi quanto sei pronto a dire addio al tuo utero o quanti figli hai già. C'è un processo di lutto che accade dopo quel tipo di intervento chirurgico. Sapendo che non lo sarai mai capace avere più figli, invece di scegliendo non avere più figli, porta tutte le sensazioni.

Non ha aiutato il fatto che un amico di famiglia avesse appena avuto un bambino assolutamente adorabile e soffice subito dopo il mio intervento chirurgico. Ricordo di aver pianto in un modo felice per te-triste-per-me quando ho visto le sue foto online. Ha reso la finalità della mia decisione molto più reale. I miei giorni in cui crescevo, allattavo e amavo i miei bambini appena nati erano finiti davvero.

Idee per la festa di compleanno di 2 anni ragazza

In parte incolpo quei crolli sui miei ormoni che erano completamente fuori controllo dopo l'intervento chirurgico, ma ora posso vedere che la maggior parte di ciò che stavo provando era in realtà dolore. E vorrei essere chiaro: in nessun modo significava che avevo preso la decisione sbagliata andando avanti con la mia isterectomia.

Quando finalmente ho ricevuto i risultati della biopsia dopo la mia procedura, sembrava che la mia decisione fosse stata convalidata. I risultati hanno mostrato che avevo adenomiosi , una condizione che provoca la crescita del rivestimento endometriale nella parete muscolare dell'utero. E non sapresti, avevo elencato ogni singolo sintomo possibile per quella condizione.

Al giorno d'oggi, non sento tanto lo schifoso dolore che sentivo come una volta. Per lo più, mi sento fortunato. Per fortuna ho avuto un dottore che mi ha ascoltato e ha preso sul serio le mie lamentele. Non ho dovuto aspettare un tempo assurdo per un intervento chirurgico di cui avevo bisogno per vivere appieno la mia vita. Non c'era tempo da parte del mio dottore perché sono una donna e le donne potrebbero cambiare idea e volere più bambini. Mi ha dato la sua opinione informata e ha lasciato a me il processo decisionale. Questo è esattamente come dovrebbe essere, ma purtroppo non è così per così tante persone con un ciclo.

Soprattutto, sono grato che la mia sofferenza mensile sia finita. Andare avanti con un'isterectomia parziale a 26 anni mi ha ridato la vita (e i pantaloni bianchi).

Addio, Diana. Non posso dire che mi mancherai.