Prendi quell'oro liquido! Come aumentare la produzione di latte durante l'allattamento?

Bambini
donna-con-tatuaggi-allattamento (1)

Foto di Anna Shvets di Pexels

giochi da fare durante l'attesa al ristorante

Vuoi saperne di più sull'allattamento al seno? Scopri il nostro pacchetto sui migliori posizioni di allattamento al seno , il riflesso del radicamento del bambino , come sbloccare i dotti lattiferi , come trattare i capezzoli irritati? , caffeina e allattamento e altro ancora.

Una delle sfide più frustranti che una madre che allatta può affrontare è la scarsa produzione di latte materno. Stai cercando di fare del tuo meglio per il tuo bambino e stai già volando alla cieca - dopotutto, non puoi dire esattamente quanto latte il tuo seno stanno facendo (a meno che, ovviamente, non stiate pompando). Quindi potresti chiederti, Sto anche producendo abbastanza latte? Se stabilisci di avere una fornitura bassa, ovviamente vuoi sapere come aumentare la produzione di latte. E veloce.



Bene, siamo qui per dirti (a) quello che stai vivendo è del tutto normale e (b) non ti rende meno mamma. In effetti, molte donne hanno bisogno di aiuto per aumentare la loro produzione di latte materno di tanto in tanto. Ma è sicuramente qualcosa che vuoi affrontare per assicurarti che il tuo piccolo ottenga tutto l'oro liquido loro hanno bisogno. Quindi, ecco lo scoop sulla fornitura di latte materno.

Quali sono le cause della scarsa produzione di latte?

Secondo uno studio pubblicato su la Biblioteca Nazionale di Medicina , la scarsa offerta colpisce dal 10 al 15 percento delle madri che allattano. La maggior parte delle volte, non allattare abbastanza spesso o non drenare completamente ogni seno crea queste stalle nell'approvvigionamento.

Anche i problemi medici di fondo possono essere la causa della scarsa produzione di latte. Si stima che dall'1 al 5% delle donne non sia fisicamente in grado di produrre abbastanza latte per nutrire i propri bambini a causa di problemi medici come disturbi ormonali, ipoplasia mammaria o traumi al seno. In queste situazioni, un consulente per l'allattamento o il medico ti consiglierà il metodo di alimentazione migliore per nutrire il tuo piccolo. Altri problemi con la salute della mamma che potrebbero influenzare la produzione di latte includono anemia, ipotiroidismo, problemi ormonali come PCOS o farmaci che la mamma sta assumendo.

Vale anche la pena notare che il fumo, oltre a trasferire sostanze chimiche dannose al bambino, ha il potenziale per influenzare la produzione di latte. Questa abitudine non solo può ridurre l'offerta, ma può anche modificare l'effettiva composizione del latte.

Come puoi sapere se non stai producendo abbastanza latte materno?

Se il tuo latte è arrivato, stai allattando frequentemente (circa ogni due ore) e il tuo il bambino ha un buon attaccamento , sei sulla strada giusta. Tuttavia, ci sono indizi che puoi cercare che potrebbero indicare che non stai producendo abbastanza latte materno. Loro includono:

  • Peso del bambino: In media, i bambini che ricevono abbastanza latte guadagnano da quattro a sette once a settimana. Certo, a volte l'aumento di peso del bambino diminuisce ma, in generale, il tuo piccolo dovrebbe aumentare di peso.
  • Il pannolino Sitch: Scusa per il lavoro extra, mamma, ma dovresti cambiare almeno sei pannolini per la pipì al giorno (nei primi mesi) e almeno tre o quattro pannolini con grandi sgabelli color senape. Questo scenderà a una volta al giorno o anche a giorni alterni (per la cacca) circa due o tre mesi.
  • letargia: Fidati del tuo istinto, mamma... se il tuo bambino sembra particolarmente pigro e senti che qualcosa non va, parla con il tuo consulente per l'allattamento o il medico.

Come si aumenta la produzione di latte?

Se stabilisci di avere un'offerta bassa, vuoi sapere tutto ciò che c'è da sapere sull'aumento, giusto? Per accelerare la produzione di latte e aumentare l'offerta complessiva, prova:

  • Scolare completamente ogni seno . La produzione di latte è guidata dalla domanda e dall'offerta, quindi vuoi segnalare al tuo corpo che il tuo seno è vuoto (o il più vicino possibile ad esso) e ha bisogno di più latte.
  • Alimentazione su richiesta . Anche se potresti essere tentato di creare un programma di alimentazione rigido per riguadagnare un senso di normalità, una scarsa disponibilità potrebbe richiedere un'alimentazione ogni due o tre ore, o anche più frequentemente, nei primi mesi.
  • Svegliare il bambino durante le poppate . Se il tuo piccolo si addormenta al seno, potrebbe non esserlo drenante. Se ti sembra familiare, cambia seno durante l'allattamento per cercare di tenere sveglio il bambino e assicurarti che esca latte a sufficienza.
  • evitare formula . Quando sei preoccupato di non nutrire abbastanza il tuo bambino, farai tutto il necessario per nutrirlo, inclusa la preparazione della formula per integrare. Tuttavia, questo potrebbe avere l'effetto opposto. Meno latte riceve il bambino, meno è probabile che il tuo corpo lo produca. L'eccezione, ovviamente, è se il medico ha consigliato di integrare in questo modo.
  • pompaggio . Fare questo tra una poppata e l'altra può aiutare a stimolare una maggiore produzione di latte. Molte donne giurano per il pompaggio di potenza, in particolare, che comporta il pompaggio in funzione ea riposo per circa un'ora al giorno. Questo imita l'alimentazione a grappolo.
  • Massaggiare il seno . Una leggera pressione applicata durante l'allattamento o l'estrazione può aiutare a massimizzare la quantità di latte espresso durante una sessione di allattamento o estrazione.
  • Prendersi cura di se stessi. Non puoi versare da una tazza vuota, mamma! Letteralmente e figurativamente. Una madre riposata e ben idratata che dorme a sufficienza è molto più probabile che sia una macchina per fare il latte materno.

Quali alimenti aiutano a produrre il latte materno?

Potresti aver sentito che alcuni alimenti possono aiutare ad aumentare la produzione di latte materno, ed è vero! Ci sono anche alcune bevande che potrebbero aiutarti a far scorrere il latte. A tal fine, aggiungi quanto segue alla tua lista della spesa:

  • Farina d'avena o latte d'avena
  • Lievito di birra (montare i biscotti per l'allattamento con esso!)
  • Fieno greco
  • Carne magra e pollame
  • Semi di finocchio
  • Aglio
  • Orzo o malto d'orzo
  • Papaia
  • Cereali integrali
  • Verdure verde scuro
  • Ceci
  • cardo benedetto
  • Albicocche
  • Carote
  • Fieno greco
  • Erba medica
  • Semi di cumino
  • Verdure a foglia verde
  • zucca amara
  • Salmone (sappiamo di aver parlato di come i pesci contengano mercurio, che può danneggiare il tuo bambino, ma il salmone è un amante dell'acqua a basso contenuto di mercurio. È anche noto per migliorare la composizione del latte).
  • Moringa
  • tofu
  • Basilico Santo
  • semi di sesamo
  • mandorle
  • semi di lino
  • Zenzero
  • Semi di zucca
  • semi di aneto
  • foglie di curry
  • Le patate dolci lasciano
  • Curcuma
  • Date
  • Semi di papavero
  • riso integrale

Quali alimenti possono ridurre la produzione di latte?

Altrettanto importante quanto sapere quali alimenti aumentano la tua produzione di latte è conoscere quelli che potrebbero danneggiarla. L'ultima cosa che vuoi fare è consumare qualcosa inconsapevolmente che mette a dura prova il tuo intero percorso di allattamento al seno. Ecco alcuni alimenti da cui stare alla larga in modo che il tuo piccolo possa ottenere il massimo dalla sua alimentazione.

  • Prezzemolo
  • Menta piperita
  • saggio
  • Origano
  • foglie di cavolo

Quanto tempo ci vuole per aumentare la produzione di latte?

Praticamente tutte le mamme che allattano o che allattano e che hanno a che fare con una scarsa produzione vogliono sapere quanto tempo ci vuole per aumentare la produzione di latte? Ma poiché l'esperienza post-partum di ogni donna è diversa, non esiste una regola ferrea qui. Per tentare anche solo di dare una tempistica, dovremmo sapere il motivo per cui la tua offerta era bassa per cominciare. La cosa più importante è prestare attenzione ai segnali del tuo bambino, ai segnali del tuo corpo e ai consigli del tuo consulente per l'allattamento o del medico.