Le lotte quotidiane della maternità single mi stanno quasi distruggendo

Maternità
mamma che tiene tristemente in braccio un peluche

SOLSTOCK / GETTY IMMAGINI

Non ho mai pianificato di essere una madre single. La verità è che la maggior parte di noi non ha mai immaginato di essere una madre single. Ma è molto più difficile di quanto tu possa mai immaginare che sia.

nessun visitatore per due settimane dopo la nascita

Anche se amo mio figlio più della vita stessa, ci sono così tanti giorni in cui mi sento come se fossi la madre più schifosa della Terra. È solo una delle realtà dell'essere una mamma single: la parte quotidiana del concerto è totalmente schiacciante per l'anima. Non ti sembra mai di fare abbastanza. Non ti senti mai come te siamo abbastanza.



In realtà, essere una madre single è un milione di volte più difficile di quanto avrei potuto programmare.

Sono sempre stanco. Onestamente non riesco a ricordare l'ultima volta che non lo ero completamente esausto . A questo punto, il mio corpo ha imparato a funzionare con poco o nessun sonno. Dopo aver lavorato la maggior parte della giornata, poi cenato e prima di andare a letto, anche se so che dovrei andare a letto, non lo faccio. Perché è (letteralmente) l'unica volta che riesco a riprendermi, il tempo dopo che mio figlio è finalmente andato a dormire. Certo, sono stanco morto, ma la notte è l'unico momento in cui posso lavorare di più o ascoltare musica o guardare la TV che non sono cartoni animati. Quelle ore che si dirigono nel cuore della notte sono le ore più silenziose della mia giornata. Ho bisogno di quel silenzio.

Sì, sono fortunato che mio figlio vada all'asilo per una parte della giornata, ma non è il momento per fare qualcosa di rilassante. Quelle poche ore sono per fare commissioni senza un bambino, pulire il mio appartamento, lavorare da casa, preparare la cena e magari fare un pisolino veloce quando non riesco letteralmente a tenere gli occhi aperti. Quando sei una madre single, non c'è nessuno a cui affidare in outsourcing, nessuno con cui condividere il carico di lavoro, nessuno a cui passare e prendere il bambino in modo che tu possa riposare.

A volte vorrei avere una vita diversa. Ho passato giorni in cui ero troppo stanco per alzarmi e fare una doccia perché lavoravo di nuovo fino a tardi, o cercare di far addormentare mio figlio era una lotta brutale. Vorrei che in quelle notti in cui si sveglia e non riesce a riaddormentarsi, o nelle mattine in cui si sveglia presto, che qualcun altro fosse lì a dire: tu stai a letto, mi occupo di lui Vorrei potermi rilassare ogni tanto senza pensare che l'altra scarpa stia per cadere. Non riesco mai a riposare la mente, o uscire con un amico per cena, o avere una giornata di cura di me stesso.

Fratellastri Catalina miscelatore di vino citazioni

Mio figlio vede suo padre un paio di volte a settimana per un paio d'ore alla volta. Non prende nostro figlio durante la notte, e io devo trascorrere quelle poche ore preziose rispettando le scadenze per il mio lavoro. Il mio ex lavora molto e trascorre del tempo con nostro figlio quando può, ma ovviamente vorrei che fosse di più. So di essere fortunato che il mio ex sia anche nella foto. Ma quando sto ancora facendo il 90+ percento della genitorialità, non mi sento così fortunato. Ci sono state un paio di volte in cui, letteralmente alla fine della mia corda, ho scritto al mio ex, praticamente pregandolo di venire a prendere nostro figlio per qualche ora in modo da poter riorganizzare.

C'è quel detto, non puoi versare da una tazza vuota. Eppure, è esattamente quello che si prova essere una madre single la maggior parte dei giorni. Sei completamente esaurito, eppure stai ancora andando. Ancora alzarsi e lavorare, ancora andando a fare la spesa. Sto preparando la cena e baciando i buoi e facendo il bucato. E anche se sono ancora facendo si, non ho idea di come. La mia tazza è vuota, ma sto ancora andando. Perché devo andare avanti, perché mio figlio ha bisogno di me ed è tutto il mio mondo.

Per quanto voglia sedermi qui e dire che sono forte e indipendente, di solito non mi sento affatto così. Certo, ci sono momenti di gioia, ma quando il peso del mondo è letteralmente appoggiato esclusivamente sulle tue spalle, è così difficile trarne piacere. Alcuni giorni sono a pochi secondi dallo scoppio in lacrime per la maggior parte del tempo. Non per un motivo particolare, ma nei momenti immobili, il peso della mia realtà mi si abbatte sulla testa e l'unico modo per uscirne è piangere. odio quella sensazione.

Mio figlio è davvero un bravo ragazzo e mi sento come se lo deludessi sempre. Perché di solito ha una mamma che viene trascinata mentalmente in mille direzioni diverse. Tutto ciò che vuole è che giochi con lui, e quando finalmente avrò la possibilità di sedermi per qualche minuto, non riesco proprio a sedermi sul pavimento con lui e costruire Lego o giocare a treni. Ha cinque anni, quindi non capisce come il mio cervello vada sempre a un milione di miglia all'ora. Il mio cuore si spezza quando lui si sporge con rabbia sul mio laptop e mi urla di smettere di lavorare. Certo, non gli importa che devo lavorare per mantenere un tetto sopra le nostre teste. Che il nostro reddito dipenda letteralmente dal mio essere al computer. Vuole solo una mamma che costruisca binari del treno con lui e giochi al solletico.

Le madri single spesso soffrono in silenzio. La maggior parte delle volte, per quanto i nostri amici e la nostra famiglia vogliano entrare in empatia, semplicemente non riescono a comprendere appieno com'è. Diranno cose che hanno lo scopo di elevarci come, sei così forte. Ma in realtà, siamo seduti lì a pensare, non lo sono, e la mia vita sembra andare in pezzi tutto il tempo.

Per quanto possa sembrare brutto, dire che non so come fai non ci fa sentire meglio. Non sappiamo nemmeno come lo facciamo. Ascoltare quelle parole porta solo a casa il fatto che dobbiamo fare tutto e aumenta la nostra ansia.

regole della tavola ouija cosa fare e cosa non fare

Facciamo una faccia coraggiosa e andiamo avanti.

Ma dentro, stiamo rompendo. Siamo a pezzi. Siamo a pezzi. Questa vita è dura.