Ecco come appare la vita quotidiana con un narcisista

Stile di vita
Aggiornato: Originariamente pubblicato:  Un disegno di un uomo narcisista che guarda il suo riflesso in uno specchio rotto Mamma spaventosa e Malte Mueller/Getty

Avviso di attivazione: abuso

Sei il mio anima gemella . Mi hai reso un uomo migliore. L'Universo ci ha uniti. Sei tutto ciò che ho sempre desiderato in una donna. Non c'è nessuno come te. Sono il ragazzo più fortunato del mondo. Mi vuoi sposare? Starai con me per sempre? Nessuno ti amerà mai come lo farò io...

è nutramigen al richiamo

Devi smettere di vivere nel passato. Sei instabile. Sei cambiato, e non in meglio. Nessun altro uomo ti sopporterebbe. Sei fortunato ad avermi. Tu sei troppo emotivo . Perché non puoi essere più simile [inserire nome] ? Cosa c'è che non va in te? Non so nemmeno perché mi preoccupo...

Vivere con un narcisista significa vivere in uno stato di perenne confusione. Durante i sedici anni trascorsi con un uomo a cui sarebbe stata diagnosticata clinicamente solo alla fine del nostro matrimonio, non riuscivo a stare al passo con i suoi mutevoli stati d'animo, opinioni e comportamenti. Né riuscivo a dare un senso al modo in cui se n'era andato affascinante a crudele in pochi minuti ed elargiva punizioni a seconda del suo stato d'animo che peggioravano con il passare degli anni.

La vita quotidiana era turbolenta in un modo piuttosto tranquillo, con tutto il rumore e lo sconvolgimento che avveniva nella mia mente e nel mio corpo mentre lottavo per dare un senso ai continui cambiamenti nell'uomo che avevo sposato. Cambiamenti di cui solo io sono stato testimone mentre il mondo esterno ha mantenuto la sua visione di noi come la coppia perfetta. E lui il marito e padre perfetto.

A porte chiuse, si stava svolgendo una storia completamente diversa.

Vivere con un narcisista è disorientante perché distorce la realtà per adattarla alla sua agenda. Ero in un costante stato di disordine, non sapevo mai quale versione di mio marito sarebbe entrata dalla porta alla fine della giornata. Non solo camminavo sui gusci d'uovo, ma dormivo, mangiavo e bevevo ogni volta che ero in sua presenza. Non ho mai saputo dove mi trovassi né mi sono mai sentito sicuro di essere semplicemente Me .

Uno dei motivi per cui ero confuso per la maggior parte del tempo è perché pensavo di aver sposato il buon dottor Jekyll. Era tutto ciò che avevo sempre desiderato in un uomo e all'inizio si è presentato come il mio più grande fan e sostenitore. Era affascinante, amorevole, appassionato e attento a ogni mia esigenza, sia emotiva che fisica.

Fino a quando non lo è stato.

Fino a quando un lato di lui è saltato fuori ogni tanto che mi ha fatto perdere l'equilibrio, come quando si è arrabbiato per la più piccola delle cose o quando l'ho colto in un'altra bugia, dopodiché si scusava e giurava che sarebbe cambiato.

Col passare del tempo, ho iniziato a vedere sempre meno l'uomo di cui mi ero innamorato per la prima volta. Ma solo quando nessun altro stava guardando .

In questo spazio, fuori dalla vista del mondo, è entrato Mr. Hyde, un uomo spietato e spietato il cui sguardo gelido poteva farmi inginocchiare mentre imploravo pietà. Eppure il cambiamento è stato così rapido che molte volte ho pensato di averlo immaginato, culminando nella mia convinzione che stavo impazzendo lentamente. Una trasformazione che è avvenuta gradualmente e si è articolata in micro-momenti di tempo nell'arco della giornata. Minuto per minuto; ora per ora.

Vivere con un narcisista era così:

  • La porta del suo ufficio, il computer e il telefono erano chiusi a chiave. Se mai gli chiedevo o andavo alle sue spalle per indagare su qualcosa (come i suoi messaggi con altre donne), mi accusava di essere paranoico e mi faceva vergognare per aver invaso la sua privacy.
  • Ha nascosto i soldi. Non ho mai saputo quanto guadagnavamo in un dato momento. Se glielo chiedevo, diceva, Non preoccuparti, ci penso io . Se insistevo sul problema, diceva con rabbia, Non ho questa discussione .
  • Andava a letto tardi e si svegliava presto, durante i quali spesso voleva fare sesso. Se rifiutavo, diceva, Sei fortunato che ci provo . Quando ho iniziato a dormire in un'altra stanza, si intrufolava e mi svegliava. Alla fine ho iniziato a chiudere a chiave la porta.
  • Le persone spesso mi raccontavano di come mio marito fosse entusiasta di quanto fossi una brava madre. Ho ricevuto questa informazione con uno sguardo di stupore poiché mi diceva da anni come non potevo hackerarla come madre. E Perché non potevo essere più simile a sua sorella, che era una mamma fantastica?
  • Una volta mentre stava friggendo un uovo nell'olio a fuoco alto, ho abbassato la temperatura quando la padella ha cominciato a fumare. Si arrabbiò così tanto... So cosa sto facendo! - che mi ha riservato il trattamento del silenzio per il resto della giornata.
  • Quando era in compagnia di altri mentre era al telefono con me, fingeva di ripetere qualcosa che non avevo detto per farmi sembrare cattivo o geloso o autoritario. Urlavo Non ho detto questo! al telefono ma nessuno l'ha mai sentito.
  • Le sue storie cambiavano a seconda di chi stava parlando.
  • Era uno psicologo da poltrona, me lo diceva spesso Devi renderti felice, non posso farlo per te mentre ero crollato sul pavimento dal dolore dopo qualcosa che aveva detto o fatto.
  • Si avvicinava a me con dolcezza ogni volta che voleva qualcosa. Se lo negavo o non ero d'accordo (semplicemente avendo un'opinione diversa dalla sua), diventava freddo e crudele e mi molestava finché non cedevo.
  • Le vacanze erano un gioco Di che umore sarà in questo momento? O mi ha elargito doni premurosi o è diventato scontroso e non voleva festeggiare. Negli ultimi anni, la mattina di Natale, quando ci sedevamo intorno all'albero ad aprire i regali, chiudeva gli occhi e si addormentava quando l'attenzione non era su di lui.
  • Cercava costantemente complimenti per il suo aspetto, come quando gli assicuravo che era ancora attraente anche se stava perdendo i capelli. O quando voleva farsi sbiancare i denti. Poi, quando gli dicevo quello che voleva sentire, diventava di nuovo freddo e crudele.
  • Spesso mi prendeva in giro e mi pizzicava i capezzoli così forte da farmi male. Quando gli ho chiesto di smettere, ha detto Devi alleggerirti e smetterla di essere così sensibile .
  • Flirtava con ogni donna in un raggio di quindici metri.
  • Da un momento all'altro sarebbe stato affascinante poi crudele, sensibile poi paranoico, sorridendo con occhi amichevoli poi fissando con uno sguardo gelido.
  • Nelle rare occasioni in cui sono uscito a cena con i miei amici, quando sono arrivato a casa lui stava aspettando e voleva sapere ogni singola cosa di cui abbiamo parlato. E se abbiamo parlato di lui.
  • Ha intercettato la nostra linea fissa e ha ascoltato tutte le mie chiamate.
  • Sebbene vivessimo in una nuovissima casa di 10.000 piedi quadrati su dieci acri, spesso mi raccontava come eravamo a un passo dal perdere tutto, instillando paura in me e nei nostri figli su base regolare.
  • Mi ricordava spesso quanto fossi fortunato che fosse rimasto nei paraggi e mi avesse sopportato. Soprattutto considerando quanti 'problemi' ero per lui.

Vivere con un narcisista è vivere nel caos mentale. È paragonabile ad avere contrazioni durante il travaglio, con i picchi che aumentano nel tempo e le valli che diventano un lontano ricordo. Amare un narcisista è un labirinto di vicoli ciechi e strade senza uscita. Perdersi diventa normale. Essere trovati diventa impossibile.

Soprattutto negli ultimi anni, non è passato giorno in cui non ho cercato di capirlo, capire noi e capire cosa diavolo stava succedendo da quando avevo perso il senso della realtà. Tutto ciò che era a posto è stato capovolto. Era una routine quotidiana cercare di farmi strada attraverso un labirinto nebbioso senza uscita.

Non è stato fino a quando il mio cuore si è spezzato al punto da temere che non mi sarei mai ripreso quando finalmente ho trovato la maniglia della porta che conduceva alla mia libertà. Solo allora, dopo essermi lasciato alle spalle l'oscurità per sempre, ho potuto vedere il quadro più ampio della vita che avevo vissuto - o dovrei dire, morendo.

Oggi non ci sono labirinti in cui devo trovare ciecamente la mia strada. Nessuna confusione. Niente Jekyll o Hyde. Niente più gusci d'uovo o guardare ogni parola che esce dalla mia bocca. Non chiuderò più la porta così posso dormire.

Non più seduto in prima fila allo spettacolo personale di un narcisista.

E la vita quotidiana non è mai stata più dolce.

i migliori probiotici per il bambino

Condividi Con I Tuoi Amici: