Non dire ai tuoi figli di 'Stranger Danger'. Fallo invece.

Anni Elementari
Tricky People è un approccio migliore rispetto a Stranger Danger (ecco perché).

BananaStock / Getty Images

Siamo cresciuti tutti sentendo parlare di pericoli estranei. Quando eravamo finalmente permesso di guidare le nostre biciclette al negozio all'angolo, oa piedi da scuola, i nostri genitori ci hanno avvertito di non parlare mai con estranei. Aveva senso ed era una regola facile da seguire quando si avvicinava un uomo burbero e spaventoso che si adattava chiaramente all'immagine strana che tutti noi vedevamo nelle nostre teste.

testi sporchi da inviare alla tua ragazza

Ma la verità è che non tutte le persone pericolose hanno questo aspetto. Le persone pericolose sono di tutte le forme e dimensioni e hanno infiniti assi nella manica. Ecco perché è un metodo migliore e più sicuro per insegnare ai nostri figli le persone difficili rispetto al vecchio avviso di pericolo sconosciuto.



Pattie Fitzgerald è la fondatrice di Al sicuro per sempre, Inc. , un programma di sicurezza innovativo e senza paura per genitori e figli, come descritto sul suo sito. E dice che è fondamentale che noi genitori parliamo con i nostri figli di come potrebbero apparire, fare o dire le persone potenzialmente dannose. Perché la verità è che non sono sempre grandi uomini spaventosi. Potrebbero sembrare un dolce nonno. O anche una mamma.

Caso in questione: la mamma di quattro figli Jodie Norton ha condiviso la sua terrificante storia di avere i suoi figli in attesa fuori da un pronto soccorso per un passaggio da un vicino mentre lei si precipitava dentro per cure mediche. Mentre aspettavano, una donna con due uomini si avvicinò, chiedendo loro di aiutare il loro amico in bagno. ALLERTA BANDIERA ROSSA. Uno trucco che le persone difficili usano è chiedere aiuto ai bambini. Gli adulti sicuri chiederanno aiuto a un altro adulto, non a un bambino.

Per fortuna i figli di Norton hanno riconosciuto queste persone come pericolose e non sono andate con loro per aiutare il loro amico.

Un'altra storia altrettanto inquietante è stata condivisa su Edizione interna di recente, e mette in evidenza un'altra strategia utilizzata dalle persone difficili: porre domande allettanti. Come mostrato in un video catturato tramite una telecamera del campanello, Emme, una bambina di 7 anni di Salt Lake City, era nel suo cortile quando un'auto si è avvicinata. L'autista ha iniziato a parlarle e le ha chiesto se voleva una bicicletta. La ragazzina svelta ha detto NO ed è corsa subito dentro per mettersi in salvo.

mio marito è un alcolizzato funzionante

Nel video, Emme dice che sua madre le ha insegnato a non andare mai con una persona difficile perché cercano di portarti in un brutto posto. E sua madre aggiunge, sono così grata che sapesse cosa fare.

Queste storie evidenziano perché il vecchio avviso di pericolo straniero non è sufficiente. A volte gli estranei sembrano simpatici. A volte sembrano carini. E sanno come depredare bambini innocenti, che potrebbero voler aiutare. Oppure potresti volere un giocattolo divertente come una bici nuova.

Man mano che i nostri figli crescono e hanno il permesso di andare in posti senza di noi, parliamo sempre di più di persone difficili e abbiamo presentato loro vari scenari. Nostra figlia ama gli animali ed è un'aiutante naturale, quindi se qualcuno le chiedesse aiuto per trovare il proprio cane, lei vorrebbe dire di sì. Le abbiamo parlato del motivo per cui non può se non siamo lì. Nostro figlio adora le prelibatezze - caramelle, gelati, biscotti - e farebbe fatica a dire di no se uno sconosciuto gliene offrisse uno. Questo è un altro scenario di cui abbiamo parlato e perché è importante che dica di no e scappi.

Abbiamo anche un elenco sicuro di persone con cui i nostri figli possono andare a scuola o a un'attività. O a casa loro in caso di emergenza. È un elenco molto breve di persone che potrebbero dire, mamma e papà non sono riusciti ad arrivare qui in tempo. Puoi venire con me. Conoscono i nomi ei volti di quelle poche persone. E quelle sono le UNICHE persone con cui possono stare da soli a casa o in macchina senza il nostro permesso o senza che noi fossimo lì.

Perché per i bambini piccoli, anche il confine tra uno sconosciuto e qualcuno che conosco può creare confusione. Se uno sconosciuto inizia una conversazione con loro e fanno amicizia al parco, quella persona è ancora una sconosciuta? E il nostro vicino che salutiamo ogni giorno? Non è un estraneo, ma non è in quella lista. Ed è importante che conoscano la distinzione.

quante ossa hai da bambino

In un articolo su Parenting.com , dice Pattie Fitzgerald, Invece di cercare l'uomo nero, un bambino dovrebbe cercare la persona che chiede loro di fare qualcosa che non suona bene o chiedere se l'adulto sta cercando di convincerli a infrangere una delle regole di sicurezza della loro famiglia o ingannarli.

Se qualcuno che non è nella nostra lista cerca di stare da solo con mio figlio, è una persona difficile, anche se lo conosce. Se un adulto chiede aiuto ai miei figli, offre un regalo o dice: Non dirlo a mamma e papà, anche se è una mamma dall'aspetto simpatico o un uomo che assomiglia al loro papà, questi sono segni di una persona difficile .

Al sicuro per sempre, Inc . offre anche altri preziosi consigli di cui parlare con i tuoi figli, come: non devo essere educato se qualcuno mi fa sentire spaventato o a disagio. Va bene dire NO, anche a un adulto, se devo. Dicono anche ai bambini di prestare attenzione alla loro speciale voce interiore, specialmente se trasmette una sensazione uh-oh. Perché è una lezione preziosa insegnare ai nostri bambini fin dalla tenera età quanto può essere potente il loro intuito.

La lezione più importante che dobbiamo ricordare è che la semplice regola di non parlare con estranei non comprende tutti gli scenari. Dai un'occhiata a Safely Ever After, Inc. con i tuoi figli. Mostra loro il video di Emme che corre all'interno per mettersi in salvo. Non si tratta di spaventarli, ma, come dice Pattie Fitzgerald, si tratta di potenziante loro di tenersi al sicuro in situazioni potenzialmente pericolose.

Che tu sia una mamma ruspante o una mamma elicottero o da qualche parte nel mezzo, il punto è che i nostri figli a un certo punto dovranno farsi strada attraverso il mondo senza di noi. Sta a noi armarli con le conoscenze e gli strumenti di cui hanno bisogno per attraversare in sicurezza il ponte dell'infanzia verso l'altro lato. E purtroppo, ci sono persone difficili che si nascondono sotto quel ponte di tanto in tanto, quindi dobbiamo assicurarci che siano pronte prima che ci lascino la mano.