Cara mamma casalinga: vedo quanto stai lavorando duramente

Resta A Casa Mamma
stare-a-casa-mamma-lavorare sodo-1

Per gentile concessione di Stephanie Hanrahan



Cara mamma casalinga,

Ricordi quando la maternità era il sogno? Quando eravamo bambine che ci infilavano i cuscini sotto le magliette e facevano finta di essere incinte? I bambini e le Barbie erano praticamente un diritto di nascita per il nostro genere. Abbiamo imparato a cullarli e a prenderci cura di loro prima ancora di poter camminare. La maternità non è solo un istinto: è radicato in noi.





E ora siamo qui, e la nostra bambolina è diventata viva.

Ora siamo qui, nelle nostre case, da soli, chiedendoci se stiamo facendo qualcosa nel modo giusto.

Per gentile concessione di Stephanie Hanrahan

Prima che io e mio marito ci sposassimo, ho dichiarato che sarei stata una mamma casalinga. Con un piccolo rifiuto da parte sua, sono spuntati fuori due bambini e ho proceduto con il mio piano per essere Susie Homemaker e Carol Brady. Cucina, pulisci, prenditi cura dei nostri figli e raggiungi un nuovo livello di realizzazione personale che non ho mai avuto prima.

Ma il problema era che ho fatto pochissime ricerche sulla mia nuova professione.

La maggior parte dei lavori viene fornita con un manager o un manuale. Qualcosa o qualcuno che dia una direzione; per correggere errori o fornire una pausa caffè tanto necessaria. Ma le mamme casalinghe non ottengono nulla del genere. Impariamo mentre andiamo. Cerchiamo di stabilire routine e piani, ma i bambini sono difficili e a volte mancano i nostri promemoria per dormire fino alle sette. Sono anche ignari del nostro bisogno di giorni di malattia , tempo tranquillo o ripristino della salute mentale.



È difficile lavorare sotto un capo che non distribuisce bonus. I lavori tipici offrono una pacca sulla spalla quando hai raggiunto la tua quota, ma i bambini riescono a malapena a sorriderti. Facciamo gli straordinari: allattamento al seno, fasce, pompaggio e scarico, tutto mentre ci destreggiamo tra ormoni fuori posto e un corpo molle dopo il parto. Portiamo i bambini sui fianchi, interveniamo durante i capricci, cuciniamo pasti che nessuno mangia. C'erano giorni in cui portavo i miei figli nei musei o insegnavo loro il suono delle lettere, ma non c'era nessuno a testimoniarlo. Sono stato con un altro umano tutto il giorno, ma mi sono sentito orribilmente invisibile.

le migliori battute per una ragazza

Stare a casa è un privilegio, ma subito dopo aver messo piede nel mio nuovo ruolo ho incontrato un misto di euforia e isolamento. Quasi tutti i giorni mi sentivo come se avessi fatto tutto ma niente affatto. Ero troppo commosso, ma non parlavo abbastanza. Mi ero costantemente spostato, ma non avevo mai veramente esercitato la mia mente. Spesso mi trovavo a fissare l'orologio, desiderando che arrivasse il suono magico della porta del garage.

Per gentile concessione di Stephanie Hanrahan

Una volta ho baciato il mio principe azzurro mentre entrava in casa nostra, ma ora mio marito era un corpo in più, qualcuno a cui passare la torcia (e la routine della buonanotte). È il mio co-genitore, ma con il passare dei mesi di maternità, il peso di crescere i nostri figli si è sentito irregolare. Non era intenzionale, ma piccoli frammenti di risentimento iniziarono a insinuarsi con ogni pensiero di un tranquillo viaggio di ritorno a casa o di un lungo incontro a pranzo senza maccheroni e formaggio.

Ma questo era quello che volevo, giusto? Ho scelto questa vita e ho cominciato a sentirmi in colpa per questo. Mi è stata data la meravigliosa opportunità di stare a casa con i miei figli, un regalo che molti non possono permettersi, ma nessuno mi ha detto che l'educazione dei figli è il tipo di lavoro più difficile (senza la scheda perforata e il bel completo da lavoro).

Quindi, amiche mamme casalinghe, voglio che sappiate questo:

Ti vedo. io guarda il lavoro che stai facendo nel crescere questi bambini ed è il tipo di lavoro più difficile e sottovalutato.

Voglio che tu sappia che nessun altro è stato preso in considerazione per questo lavoro. Sei sempre stato tu. Non hai mai nemmeno avuto bisogno di fare domanda perché eri sempre qualificato per questo bambino. Sei una squadra. E anche se a volte può sembrare che tu non stia guadagnando molto, che stai fallendo, che hai dato loro troppo tempo davanti allo schermo o hai nutrito troppi fast food da contare, sappi che stai facendo il lavoro di il potente. Sappi che questi bambini vedono i tuoi sforzi e potrebbero non essere in grado di dirlo ora, quindi lo farò io.

Sei una brava mamma.

Per gentile concessione di Stephanie Hanrahan

Sei una mamma che si sacrifica e serve.

Sei una donna che sta rinunciando ad alcuni anni della sua vita per garantire a un altro umano i migliori anni della sua.

Stai creando ricordi, anche nei giorni mondani.

Stai fornendo la coerenza che tutti i bambini meritano.

Stai insegnando loro che è bello avere il miglior giorno di sempre, ma è più realistico non farlo. Quindi, anche nei tuoi flop e fallimenti stanno imparando la preziosa lezione della resilienza.

Sei uno chef, autista, coordinatore di eventi sociali, sviluppatore di linguaggio e linguaggio, governante, consulente, specialista dello sviluppo del bambino, riparatore/trovatore di giocattoli, infermiere, bibliotecario, insegnante di educazione fisica, leader, madre e amica.

Sei dipendente della più grande azienda: tuo figlio.

Non ti godrai ogni minuto e va bene, nessun lavoro è senza battute d'arresto, ma un giorno alzerai lo sguardo e avrai un po' più della tua vita indietro. I tuoi pasti saranno caldi, i tuoi vestiti immacolati. Ricorderai che gli anni che hai trascorso riversandoti su un'altra persona non sono mai passati inosservati.

Mamma casalinga, vedo il tuo duro lavoro.

Guarda il tuo bambino sorridere e ricorda che sta pagando dieci volte tanto.