celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

La pipì a letto durante l'infanzia è ereditaria, non pigra

Salute E Benessere
l

jes2ufoto/Getty Images

Quando ero bambino, bagnavo il letto fino all'età di circa 10-11 anni. Altro che sorsi d'acqua dopo le 17:00 non è stato consentito a causa di potenziali incidenti. Latte, caffeina e cioccolato hanno esasperato i miei sintomi, quindi, anche se ero solo un bambino, ho evitato di aggiungere quelle cose alla mia dieta per paura di svegliarmi bagnato fradicio... anche se erano le 10 o le 11 e non vedrei l'ora di andare a letto per molte ore. Ero anche su un farmaco chiamato DDAVP per fermami dal bagnare il letto bed quasi ogni singola notte.

Ma ancora, il più delle notti, mi svegliavo bagnato fradicio nella mia stessa urina. Mia madre è sempre stata molto gentile con la situazione, e facevamo la nostra solita routine di spogliare il letto e farlo nuovo, e poi facevo una doccia o mi lavavo prima di tornare a dormire. A volte (nelle notti peggiori) succedeva due volte in una notte. Era drenante.



chi sta uscendo con Scott Disick adesso?

Non mi ha mai fatto sentire in colpa per il mio problema, perché era fuori dal mio controllo, ma questo non lo rendeva meno imbarazzante di quanto già lo fosse per me. La mia pipì a letto ostacolava un tranquillo riposo notturno e da bambino ho sempre rifiutato di passare la notte con gli amici (e talvolta la famiglia) per evitare l'imbarazzo.

Quindi, quando mi sono imbattuto in un articolo l'altra mattina e ho letto i commenti sottostanti riguardanti l'enuresi infantile, sono rimasto profondamente rattristato nel vedere così tanti genitori che ancora non capivano questo problema incredibilmente comune. La parola più ripetuta e negativa proveniente dalla sezione commenti? Pigrizia.

Come qualcuno che ha lottato e superato questo problema incredibilmente fastidioso, ma molto comune, posso attestare coraggiosamente che l'enuresi notturna nulla ma comportamento pigro. Quale bambino vuole svegliarsi congelato e coperto di pipì alle 3 del mattino? Nessuno lo vuole, ed è una cosa terribile da affrontare. Non solo, ma l'idea che l'enuresi notturna sia causata dalla pigrizia è assurda per me. I bambini che ancora bagnano il letto devono svegliarsi, cambiare le lenzuola, fare la doccia e poi tornare a letto. È molto più una seccatura che semplicemente svegliarsi e andare in bagno.

barzellette stupide che sono divertenti battute

Non dobbiamo ulteriormente vergognare o stigmatizzare i nostri figli per un problema medico.

Pipì a letto (noto anche come enuresi ) è una condizione medica e come tale dovrebbe essere trattata. Se un bambino non è mai stato asciutto di notte per un periodo di tempo significativo, questo è noto come enuresi notturna primaria ed è molto probabilmente legato alla genetica. C'è un'altra forma di pipì a letto , che potrebbe indicare ulteriori problemi medici o emotivi e questo è indicato come enuresi secondaria.

A differenza dell'enuresi primaria, l'enuresi secondaria si verifica quando un bambino è rimasto asciutto per un periodo di tempo significativo (almeno sei mesi) ma inizia a regredire frequentemente o costantemente. In casi come questi, è sempre meglio consultare il pediatra di tuo figlio per escludere infezioni del tratto urinario, disturbi del sonno o anche cause legate allo stress.

Ma se hai un bagnante principale tra le mani, non guardare oltre il tuo DNA come possibile motivo.

La maggior parte dell'enuresi notturna è ereditata, Howard Bennett, medico, un pediatra e autore di Svegliarsi all'asciutto: una guida per aiutare i bambini a superare la pipì a letto, affermazioni. Per tre bambini su quattro, anche un genitore o un parente di primo grado ha bagnato il letto durante l'infanzia.

Idee per la festa di compleanno di una bambina di 4 anni

Per me sono stati mio padre, mio ​​zio, tre cugini e mio nonno. Questa è una lunga serie di persone che lottano per rimanere asciutte durante la notte da bambino, quindi non c'è da meravigliarsi se ho ereditato anche questo gene dell'enuresi notturna.

Ma perché alcuni bambini hanno problemi per molti anni mentre altri no?

Per uno, potresti aver notato che la storia di enuresi notturna della mia famiglia è prevalentemente maschile. Secondo uno studio , i bambini maschi hanno tre volte più probabilità di soffrire di enuresi notturna rispetto alle femmine. Inoltre, secondo lo stesso studio, gli scienziati sono stati in grado di individuare geni specifici che portano al controllo notturno ritardato della vescica sul cromosoma 13, 12 e 8.

L'enuresi primaria è generalmente una causa genetica ed è importante che i bambini e i genitori lo capiscano. Bennett afferma che la maggior parte dei genitori con esperienza di questo stesso problema è più in grado di comunicarlo ai propri figli. Aiuta un bambino a capire, non sono solo e non è colpa mia.

I bambini acquisiscono naturalmente il controllo della vescica a diverse età della vita e l'enuresi non è rara. In effetti, ci sono da cinque a sette milioni di bambini che lottano per rimanere asciutti di notte. 15% di bambini di cinque anni bagna ancora il letto mentre anche il 10% dei bambini di sei anni lotta ancora. E sebbene sia meno comune e certamente meno discusso, c'è ancora l'1-2% dei bambini dai 14 anni in su che combatte questa diagnosi medica.

Ma poiché l'argomento è spesso tenuto segreto per evitare l'umiliazione, i bambini a volte possono sentirsi soli nella loro situazione di enuresi notturna. a differenza di asma o allergie , semplicemente non se ne parla fuori casa, dice Bennett.

I miei figli più grandi sono gemelli di quattro anni e stanno ancora bagnando il letto. Ora, assumo il ruolo che una volta aveva mia madre di togliere le lenzuola e rifare il letto. È estenuante, lo capisco. Ma non è così male come svegliarsi imbevuto della propria urina. E sicuramente non è qualcosa di cui mi vergognerei mai. Ricordo loro, non è colpa loro. L'enuresi non è pigrizia; è ereditario.

perché i bambini inarcano la schiena?

L'enuresi prolungata dovrebbe essere sempre affrontata con il pediatra di tuo figlio, e soprattutto se l'insorgenza è stata improvvisa. Molti bambini, incluso il giovane me, credono di essere gli unici a bagnare il letto, quindi è importante essere aperti e onesti con tuo figlio se sta ancora lottando per rimanere asciutto di notte. Fai sapere loro che sono uno tra milioni di bambini che si svegliano ancora bagnati, e non è colpa loro. Ricorda loro che sei il loro posto sicuro per quelle sveglie notturne, inzuppate di pipì. E rassicurali che ce la farete, insieme.

E non chiamarli mai pigri.