Un giudice di Boulder ha recentemente revocato il divieto di armi d'assalto

Notizia
King Soopers Sparatutto attivo Boulder

Matthew Jonas/MediaNews Group/Boulder Daily Camera via Getty Images)

Il divieto di armi d'assalto è stato emanato a Boulder nel 2018 in seguito alla sparatoria di Parkland in Florida

All'inizio di questo mese, un giudice del tribunale distrettuale dello stato ha stabilito che la città di Boulder non poteva imporre un divieto di armi in stile assalto e riviste di grande capacità. Il divieto è stato inizialmente emanato dopo la sparatoria nella scuola del 2018 a Parkland, in Florida. La notte scorsa, un uomo armato ha aperto il fuoco in un negozio di alimentari di Boulder, uccidendo 10 persone con un fucile, secondo la polizia. Questa è la seconda sparatoria di massa avvenuta in meno di una settimana.

Il 12 marzo, il giudice distrettuale della contea di Boulder, Andrew Hartman, ha stabilito che, secondo una legge statale del Colorado del 2003, le città e le contee non possono limitare le armi che sarebbero altrimenti legali secondo la legge federale e statale. Nella sua sentenza, Hartman ha scritto che la necessità di uniformità in tutto lo stato favorisce l'interesse dello stato nella regolamentazione delle armi d'assalto. Ha avvertito che l'ordinanza di Boulder potrebbe influenzare altre città del Colorado a far passare i propri divieti.



il mio ragazzo ha cercato di uccidersi

La città di Boulder ha sostenuto che la costituzione dello stato le ha conferito il potere di adottare i divieti per una questione di interesse locale, affermando che era necessario un divieto di armi d'assalto perché il Colorado non regolamenta tali armi.

Dawn Reinfeld, la co-fondatrice del gruppo di prevenzione della violenza armata in Colorado Blue Rising, racconta al Washington Post che il tempismo della decisione del tribunale era spaventoso e difficile da ignorare.

Abbiamo cercato di proteggere la nostra città, ha detto. È così tragico vedere la legislazione abbattuta e, giorni dopo, far vivere alla nostra città esattamente ciò che stavamo cercando di impedire.

Il North Central Colorado, che conta Boulder come parte della sua regione, ha visto nove sparatorie a scuola dalla sparatoria di Columbine nel 1999, che ha causato la morte di 12 studenti e un insegnante. Una sparatoria del 2012 in un cinema ad Aurora ha provocato la morte di 12 persone.

Quei massacri, così come la sparatoria nella scuola di Parkland, hanno influenzato i funzionari di Boulder ad agire per prevenire ulteriori sparatorie di massa.

La sentenza del 2018 ha vietato il possesso, il trasferimento e la vendita della maggior parte dei fucili e di alcune pistole e fucili semiautomatici con impugnatura a pistola, calcio forato o qualsiasi impugnatura sporgente che consente di stabilizzare un'arma con la mano senza grilletto. Ha anche vietato caricatori di grande capacità, che ha definito come qualsiasi dispositivo di alimentazione munizioni con la capacità di accettare più di 10 colpi. È stato istituito un sistema di permessi per le persone che in precedenza avevano posseduto una di quelle armi.

Dopo la sentenza di Hartman sull'eliminazione del divieto, la NRA, prevedibilmente, ha sostenuto la sua decisione.

Appena un giorno dopo la sentenza di Hartman, il 13 marzo, i funzionari della città hanno incaricato la polizia di Boulder di interrompere l'applicazione del divieto. La sparatoria di massa a Boulder è avvenuta nel pomeriggio del 22 marzo.

Il rappresentante dello stato del Colorado Tom Sullivan si è candidato alla carica dopo che suo figlio Alex è stato ucciso nella sparatoria al cinema Aurora, e ha contribuito a fare pressione sulla sede di Denver per controlli sui precedenti e limiti della rivista, secondo il Washington Post .

Le armi d'assalto hanno messo la 'massa' nelle 'sparazioni', ha detto. Questo è ciò che fa salire i numeri. Questo è ciò che ottengono le armi d'assalto che sono state in grado di sparare tanti colpi quanti ne sono stati sparati... a teatro, nelle scuole, a Parkland.