Ashley Greene rivela quale costar di Twilight è il suo punto di riferimento per i consigli sui genitori e altro sulla maternità

Stile di vita

La star riflette sul primo anno con la figlia Kingsley Rainn.

Ashley Green aveva un'idea di come sarebbe stata la nuova maternità: allattamento al seno, pannolini sporchi, fasce e coperte, notti insonni. Quello che non si aspettava era l'isolamento, la macchia di latte qualunque cosa e le federe inzuppate di lacrime felici e tristi.

Il primo anno di genitorialità per Crepuscolo la star Greene, 36 anni, e suo marito Paul Khoury, 34 anni, è stata un'esperienza che ha cambiato la vita e che ha plasmato in modo permanente il modo in cui si avvicina al futuro.

'L'abbiamo sempre considerato come, 'Non cambierà molto la nostra intera vita. La porteremo ovunque!' [ Pausa ] E cambia tutta la tua vita. Non sei più la persona che eri prima', dice Greene Mamma spaventosa su Zoom di dare il benvenuto alla figlia, Kingsley Rainn , che compirà 1 anno il 16 settembre. e fai tutto con lei e mostrale tutto». Quindi, sì, è stato bello vederlo accadere'.

'È tutto nuovo', ha aggiunto, 'ma sembra anche esattamente come dovrebbe essere. Ci siamo sentiti completamente pronti per lei per entrare nella nostra vita'.

Ashley Greene, Paul Khoury e la loro figlia, Kingsley. Foto di Nikki Reed.

Con quasi 12 mesi di esperienza alle spalle, Greene, co-fondatrice del marchio per il benessere mestruale Colibrì , ha condiviso che ora ha un maggiore apprezzamento per sua madre, Michele, dopo aver attraversato gli alti e bassi della cura di un neonato e presto bambino. Chiama spesso sua madre ed è calmata dalle sue parole di saggezza.

comprare pannolini economici

'C'è una comprensione così nuova di ciò che serve per crescere un bambino e di quanto devi essere altruista', afferma Greene. 'Mio padre lavorava molto, quindi era sola con mio fratello [Joe] e me, e siamo a soli 18 mesi di distanza. Io sono tipo, 'Ne ho solo uno. Non so come hai fatto con due! Questo è semplicemente folle per me.' Quindi sono grato e parlo spesso con lei di tutte le prove e le tribolazioni che attraversi - principalmente, le conversazioni riguardano la mancanza di sonno - ed è sempre il faro di luce, tipo 'Passerà. È un fase. È una goccia nel mare per quanto riguarda quello che stai guadagnando. E questo è stato davvero utile.'

Greene sta attualmente collaborando con il marchio per bambini Tommee Tippee , i cui prodotti — in particolare il Tiralatte indossabile Made For Me E Biberon Scelta del bambino S E - le ha salvato 'salute mentale e felicità' durante quei difficili giorni postpartum.

Di seguito, l'attore condivide ciò che ha raccolto dal primo anno di maternità, come sta navigando nell'equilibrio tra lavoro e vita privata Sciopero SAG-AFRTA , e cosa non vede l'ora di fare nel secondo anno e oltre.

Sui piani di nascita

Greene aveva programmato di fare un parto a domicilio nel settembre 2022 a causa 'dell'ansia di andare in ospedale'. Ma nonostante le cose vadano una specie di come previsto, la nascita cambia sempre i piani .

similac anticipo optigro richiamo

'Sono un pianificatore', dice. 'Quindi, avevo tutto pronto per quanto riguarda il tentativo di prepararmi mentalmente e fisicamente il più possibile prima di entrare, quello che penso, è un evento di maratona. È stato un po 'simile a come faccio con la mia recitazione ruoli: mi preparerò e mi darò quanti più strumenti possibili, e poi quando arriverò al giorno o quando arriverò sul set, sarò in grado di buttare via tutto e lasciare che accada quello che succede. non entri con quella mentalità, può essere molto spaventoso e molto difficile perché il tuo corpo e il tuo bambino hanno una mente propria, e quello che succederà è quello che succederà. Quindi pianifica, pianifica, pianifica e poi semplicemente lascialo andare'.

Sull'allattamento al seno

Per qualcosa che dovrebbe essere 'la cosa più naturale del mondo', Greene, come molte madri, ha lottato con l'allattamento Kingsley all'inizio. Era un gioco di tentativi ed errori, test della bottiglia e della pompa , prima che si fidasse del suo intuito e trovasse un solco.

'Molte volte pensi così tanto al processo del parto che ti dimentichi di tutto ciò che viene dopo', dice, ammettendo che pensava che l'allattamento al seno sarebbe stato un compito semplice. 'In primo luogo, ho avuto problemi ad attaccarmi. Poi, una volta che è stata in grado di attaccarsi, il mio stile di vita è leggermente diverso, quindi ho dovuto tirare spesso e stavo cercando di aumentare la mia produzione di latte materno, e mi sono sentita davvero isolata con quello . Poi ho iniziato a indossare un tiralatte portatile che mi è stato molto utile perché mi ha tolto un po' di quell'isolamento e sono stata in grado di fare davvero delle cose per me stessa mentre provvedevo a mio figlio.'

È stata una navigazione tranquilla fino a quando il viaggio di alimentazione di Kingsley non è ripreso e quello di Greene la fornitura di latte ha iniziato a calare . 'Ora, a volte le stiamo dando il seno; a volte le stiamo dando i biberon. La cosa più importante è che sia nutrita, giusto? Ma per me è estremamente importante avere ancora la componente dell'allattamento al seno', aggiunge Greene. 'Fino a quando non sei una mamma, forse è difficile capire, ma c'è qualcosa di veramente speciale nell'allattamento al seno, per me, e non volevo davvero perderlo. Quindi, sono molto grata che Tommee Tippee li ho creati il ​​più vicino possibile al capezzolo, bottiglie simili alla pelle che ci permettono di andare avanti e indietro'.

pipì pull up

Sulla vergogna della mamma

Con i piani mutevoli a volte arriva la vergogna, specialmente come a mamma dopo il parto chi ha un'idea di come 'dovrebbero' essere le cose. Greene sa anche che merita una pausa per riorganizzarsi e ricaricarsi, e suo marito e i membri della sua famiglia l'aiutano a trovare quel tempo per me.

'Per un po' ho avuto questa idea che tu volessi essere la mamma e ti senti come se dovessi essere in grado di gestire tutto, e questo è semplicemente irrealistico', spiega. 'C'è una ragione per cui dicono che ci vuole un villaggio per crescere un bambino. Dovresti avere aiuto, e dovresti essere in grado di allontanarti e concederti una pausa tanto necessaria perché, trovo, una volta che succede, torno e Sono rinvigorito. Posso dare di nuovo il 100% a mio figlio invece di essere toccato o esaurito e sovrastimolato - tutte cose che accadono quando hai un bambino piccolo '.

'Nel primo anno di vita, almeno credo, i bambini sono molto incentrati sulla mamma per bisogno e per il fatto che sono stati nel nostro grembo per nove mesi', aggiunge. 'Il rovescio della medaglia, mio ​​marito non vuole altro che avere il legame più forte possibile con nostra figlia, e quindi ogni possibilità che ha di riuscire a farla addormentare o giocare con lei, ci salta sopra - e poi non 'Fammi iniziare con i nonni. Tutti vogliono nutrire il bambino!'

Nikki Reed, Kellan Lutz e Ashley Greene (R) arrivano alla prima di 'The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 2' di Los Angeles al Nokia Theatre L.A. Dal vivo il 12 novembre 2012 a Los Angeles, California.

Sul legame parentale con i suoi co-protagonisti di 'Twilight'.

Greene è meglio conosciuto per aver interpretato l'adorabile vampira Alice Cullen nella serie di film di grande successo La saga di Twilight . Dice che lei e alcuni dei suoi co-protagonisti si sono legati in un modo nuovo da quando hanno accolto i bambini nella loro congrega. Nikki Reed ha persino scattato alcune foto della famiglia!

'Nikki, in particolare, mi piace conversare perché non è un medico, ma le piace molto leggere e istruirsi su quella letteratura - e quindi è sempre il posto in cui vado ogni volta che ho qualsiasi tipo di domanda su quel fronte, ' Greene dice, aggiungendo che gli ex ventenni inseguiti dai paparazzi adorano stare insieme il più possibile.

'Ovviamente è pazzesco, ma recentemente tutti noi siamo stati in grado di stare insieme perché abbiamo figli. Peter [Facinelli] ha figli, Kellan [Lutz] ha bambini piccoli, Jackson [Rathbone] ha bambini piccoli, e anche Nikki, e noi vogliono davvero che si conoscano. Ed è stato davvero bello poterci vedere crescere come esseri umani', aggiunge. 'Siamo tutti persone completamente diverse da come eravamo quando abbiamo iniziato questo viaggio insieme. Ma ora, è solo un livello diverso'.

Sul bilanciamento tra carriera e maternità

Greene ammette che è stato difficile tornare al lavoro dopo il parto, nonostante abbia trascorso molto tempo in congedo di maternità.

'Il tuo cervello è cablato in modo diverso, quindi cercare di prestare attenzione a qualcosa in cui è stato molto facile per me buttare il 110% di me stesso è stata un'esperienza molto diversa perché Kingsley è sempre nella mia mente', dice Greene. 'Ogni volta che ho un secondo libero, torno indietro e mi siedo con mio figlio rispetto a prima quando stavo girando il film, ero bloccato 24 ore su 24, 7 giorni su 7 a quel film. Quindi, è stato molto più difficile di quanto mi aspettassi per essere e ci è voluto molto più allenamento mentale - tipo, dovevo concentrarmi davvero sulla meditazione e sul lavoro sul respiro e riuscire a centrarmi e concentrarmi. Ci sono stati alcuni giorni in cui ho chiamato mio marito, ero tipo 'Non lo faccio' Non so cosa c'è in alto e in basso. Questo è un territorio così inesplorato.''

IL Qualche altra donna star crede alla corrente sciopero degli attori è 'assolutamente necessario' per garantire un contratto equo per i talenti del settore. Conosce anche l'effetto che sta avendo su altri intrattenitori che potrebbero non essere fortunati come gli altri.

'Dobbiamo guardare le cose in modo diverso come una famiglia', dice. 'Mi aspettavo di tornare al lavoro a questo punto, e sono stato in grado, per fortuna, di fare un film, ma è una di quelle cose in cui, nella mia mente, non ci sono assolutamente altre opzioni... Il volto di questa industria è cambiata così drasticamente da quando ne sono entrata a far parte. Parti di esso [registe donne, attori diventati produttori] sono davvero belle e sfilacciate, e abbiamo fatto molti progressi. E poi parte di esso [piattaforme di streaming ] ci ha fatto tornare indietro in modo sostanziale, e sta rendendo davvero difficile per chiunque essere in grado di prosperare e avere successo come intrattenitore'.

Greene spera in una soluzione e, per ora, è concentrata sulla sua priorità a casa.

'È un evento storico che attraverseremo e faremo un enorme cambiamento che deve avvenire. Ma certamente, sarebbe un po' meno spaventoso se non avessi un figlio', conclude Greene. 'Devo considerare lo sciopero come un'opportunità per passare più tempo con [Kingsley]'.

ipotiroidismo da olio essenziale

Questa intervista è stata modificata e condensata per chiarezza.

Condividi Con I Tuoi Amici: