celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Un 'cervello minaccioso' iperattivo potrebbe essere la fonte del tuo stress

Salute Mentale
Donna africana seduta a casa con le mani sul viso

Vladimir Vladimirov/Getty

NFT

Ieri mio figlio ha lasciato cadere qualcosa di pesante nella sua stanza. L'intera casa tremava, o almeno così si sentiva in cucina, che è la stanza direttamente sotto la sua stanza. Era lo stesso suono che avevo sentito quando mio marito era vivo, poco prima della caduta che lo mandò in ospedale, che segnò l'inizio della fine della sua battaglia contro il cancro al cervello. Mio figlio ha urlato che stava bene, ma già mio il cuore correva , e i miei muscoli tremavano. La reazione è stata istantanea, un prodotto del mio cervello minaccioso che si attivava e rispondeva a un pericolo percepito.

Se è la prima volta che senti il ​​concetto di cervello di minaccia, non sei solo.



Minaccia cervello è un termine coniato da psicologa Nelisha Wickremasinghe , autore di Oltre la minaccia e ricercatore associato presso la Saïd Business School dell'Università di Oxford, che desiderava un modo migliore per descrivere la parte primaria del nostro cervello che risponde per prima alla lotta o fuga, che a volte è nota come cervello rettiliano o cervello di lucertola.

NFT

Tre sistemi interconnessi

Wickremasinghe sostiene che il nostro cervello opera attraverso tre sistemi interconnessi : il cervello delle minacce, il cervello guida e il cervello sicuro.

battute banali da usare sui ragazzi

Il cervello delle minacce è lì per il nostro bisogno primordiale di sopravvivere. Il cervello guida è il sistema che ci spinge a raggiungere, competere e accumulare risorse. Infine, il cervello sicuro, che si è evoluto nel corso di milioni di anni, è lo stato di riposo nutriente e riflessivo in cui ci sentiamo calmi e rilassati.

Ognuno è importante di per sé, ma è il cervello delle minacce che è al centro del nostro essere, dice. È il sistema più antico dei tre e la parte più facilmente attivabile del nostro cervello.

Il che è fantastico se siamo in pericolo. Questo è il nostro istinto di sopravvivenza. Questo è il motivo per cui facciamo un passo indietro dal marciapiede quando un'auto arriva troppo velocemente.

Ma, come la maggior parte delle cose, troppo di una cosa buona diventa non così buona. Con l'evoluzione della nostra coscienza, anche la nostra capacità di immaginare il pericolo, scrive Wickremasinghe . Il pericolo immaginario crea la stessa reazione allo stress biologico di attuale pericolo, che porta il nostro cervello delle minacce a funzionare in modo eccessivo.

cose per far ridere il tuo ragazzo

Sfortunatamente, quando il nostro cervello minaccioso è iperattivato, possiamo iniziare a soffrire di sintomi fisiologici di stress.

Segni che stai operando sotto minaccia

Quando il cervello delle minacce è sempre attivo, il nostro cervello sicuro si spegne e il nostro cervello guida diventa tossico, scrive Wickremasinghe . Quando ciò accade, potremmo sperimentare muscoli tesi, un battito cardiaco accelerato o uno stomaco instabile e svolazzante. In alcuni casi, possiamo entrare in uno stato di realizzazione motivato dalla minaccia. In questo stato, viviamo in uno stato di ansia costante, che è radicato in un senso di indegnità o inadeguatezza. Spesso, non ci rendiamo nemmeno conto che stiamo operando sotto minaccia fino a quando non stiamo recitando.

In un articolo per Psicologia oggi , scrive Wickremasinghe, Cervello di minaccia può farci ammalare fisicamente (i legami tra stress e cattiva salute sono fortemente evidenziati), può interrompere le nostre relazioni (attivando e sostenendo conflitti, comportamenti di evitamento e eccessiva conformità) e può portare a problemi personali angoscianti come la dipendenza, ansia cronica, vergogna, solitudine, depressione e suicidio.

Come ottenere il controllo del cervello delle minacce

Per riprendere il controllo del cervello delle minacce, dobbiamo prima essere in grado di notare che siamo in pericolo. Allora dobbiamo imparare a regolare la nostra risposta.

Per farlo, presta attenzione a cosa succede quando ti senti stressato o minacciato . Nota le tue emozioni e i tuoi sintomi fisici, se presenti, inclusa la mascella serrata o un battito cardiaco accelerato. Quindi, la prossima volta che senti quelle emozioni e/o quei sintomi fisici, cerca di ricordare che è il tuo cervello minaccioso che agisce in modo eccessivo.

miglior reggiseno appiccicoso per d cup

Wickremasinghe suggerisce di prestare attenzione al modo in cui parli a te stesso. Nota che la maggior parte delle persone non si rende conto delle parole che stanno dicendo a se stesse e che quelle parole lo sono aggravando la minaccia .

Sappiamo dalla ricerca che le persone ipercritiche stanno attivando aree nel loro sistema emotivo che associamo alle minacce. E il dialogo interiore ti tiene in pericolo, senza che tu te ne accorga.

Una volta che riconosci il tuo auto-conversazione, puoi iniziare a cambiare il modo in cui parli a te stesso. Parla a te stesso come parleresti a un amico.

Oltre a identificare e riformulare il dialogo interiore negativo, Wickremasinghe incoraggia anche le persone a concentrarsi sull'acquisizione del controllo sul cervello delle minacce attraverso il fisico. Nello specifico, lei suggerisce il respiro .

che tipo di domande fare a un ragazzo

La respirazione richiama l'attenzione sul corpo e attinge al sistema nervoso parasimpatico. È un movimento che allontana il comportamento di guida verso stati cerebrali sicuri.

La respirazione può essere semplice come prestare attenzione al respiro e concentrarsi su come funziona a favore o contro di te.

Al nostro meglio, tutti e tre i nostri sistemi neurologici funzionano in armonia. Il cervello delle minacce non è iperattivato, ma serve a tenerci al sicuro. Il cervello guida funziona come dovrebbe. E il cervello sicuro è abbastanza stimolato da consentire momenti di riposo e relax.

Più facile a dirsi che a farsi, certo, ma non impossibile. E senza dubbio, ne vale davvero la pena.