Ami tuo figlio più di quanto odi il tuo ex?

Genitorialità
Aggiornato: Originariamente pubblicato:  Una madre che ama suo figlio più del suo ex mentre lo tiene in braccio e lo bacia in un parco durante una giornata di sole... vitapix / iStock

'Mamma, la maggior parte delle persone divorziate sono come te e papà, o di solito si odiano a vicenda?'

Mio figlio Caden e io stiamo andando al cinema, solo noi due. In qualche modo, gli altri cinque bambini della nostra famiglia mista sono altrimenti occupati, e ci siamo ritrovati da soli ad un raro appuntamento madre-figlio. Siamo entrambi felicissimi: Caden per l’attenzione individuale e io per l’opportunità di sentire cosa gli pesa sul cuore.

“Non lo so”, dico. 'Cosa ne pensi?'

oli essenziali analgesici

'Penso che la maggior parte delle persone divorziate si odino a vicenda.'

Caden continua a parlare, raccontandomi allegramente di altri ragazzi della sua scuola media che agiscono come arbitri, portatori di messaggi e operatori di pace dei loro genitori. Mi racconta di adulti che litigano al telefono, di bambini in ansia per gli scambi di affidamento e di amici che temono di essere clinicamente depressi. Frequenta la seconda media.

'Perché tu e papà non litigate così?'

Ricevo spesso questa domanda, anche se non dai miei figli. Di solito lo ricevo dagli adulti, cercando la magica ragione per cui io e il mio ex marito Billy siamo amichevoli. Forse abbiamo avuto un divorzio facile? NO? Deve esserci qualcosa di unico in noi, qualcosa che ci distingue dalle altre coppie divorziate. L’implicazione è che siamo troppo amichevoli per essere una “vera” coppia divorziata.

La verità è che non c’è niente di diverso nella mia situazione e in quella di Billy. Il nostro divorzio è stato doloroso. Ognuno di noi ferisce e incolpa l'altro per il proprio dolore. Ci siamo sentiti soli e rifiutati, come se avessimo fallito il compito più importante della vita: formare una famiglia.

Dico la verità a Caden. 'Papà e io non litighiamo perché abbiamo deciso all'inizio della nostra separazione di fare del nostro divorzio una ferita.'

Dallo sguardo di traverso che mi lancia capisco che non capisce, quindi continuo. Dopotutto, i ragazzi non faranno probabilmente ulteriori domande approfondite e voglio che lo capisca.

“Quando abbiamo deciso di porre fine al nostro matrimonio, sapevamo che vi avrebbe ferito tutti e tre. Sapevamo che sarebbe stata molto dura per tutti noi. Sapevamo anche che avremmo potuto ferirti una volta, e poi ciascuno passare alla ricerca della propria felicità separatamente, o ferirti molte volte. Alcuni genitori si feriscono a vicenda e feriscono i propri figli molte volte restando insieme quando la loro collaborazione non li aiuta più. Alcuni genitori continuano a ferire le loro famiglie dopo che si sono separate litigando su ogni argomento che viene fuori: il tempo trascorso in ogni casa, i vestiti, le vacanze.

Sta ascoltando.

Continuo, dicendogli per la prima volta che io e suo padre non ci siamo parlati per mesi dopo che ci siamo separati. Non se lo ricorda. Gli racconto brevemente delle discussioni che abbiamo avuto quando lui, suo fratello e sua sorella si erano addormentati. Lo condivido anche allora, suo padre e io eravamo d'accordo su una cosa: il divorzio sarebbe stato l'unico grande, doloroso dolore che abbiamo causato ai nostri figli . Eravamo uniti come squadra su quell'obiettivo, raggiunto in terapia, quando il nostro matrimonio si è sciolto. Anche quando eravamo agli estremi opposti di apparentemente ogni spettro, eravamo d'accordo su quell'argomento.

“Papà e io a volte non siamo ancora d'accordo. Siamo persone diverse. Lo sai meglio di chiunque altro perché vivi con entrambi. I nostri stili sono diversi. Ci piace fare cose diverse. Ti discipliniamo in modo diverso. Papà interagisce con Stephanie in modo diverso da come io interagisco con Gabe. Ma siamo d'accordo sulla cosa più importante: tu. Accettiamo di essere co-genitori perché è la cosa migliore per te.

'Papà e io ti amiamo troppo per odiarci.'

Gli ricordo che odiare suo padre significherebbe odiare metà del suo cuore. Riempire la testa e il cuore di rabbia per Billy offuscherebbe i ricordi felici che ho del nostro matrimonio e l'inizio delle mie avventure da maternità. Scegliere l’odio invece dell’amore colorerebbe l’inizio della storia dei miei figli.

Sono umano, ovviamente. Non ho solo ricordi felici del tempo trascorso insieme. Spesso non sono d'accordo con il mio ex, anche quando metto i bambini al primo posto e sembro una squadra unita. Sono fiducioso che si senta allo stesso modo. A volte riesco ancora a cogliere la durezza del suo tono quando pensa che sto spingendo troppo su qualcosa. La nostra storia è disordinata, piena di dolore e rabbia. Dopotutto siamo divorziati. Abbiamo scelto di non continuare mano nella mano.

Ma abbiamo scelto di essere co-genitori . Abbiamo scelto, ognuno di noi in modo indipendente e anche quando apparentemente non riuscivamo a concordare il colore del cielo, di continuare a lavorare in squadra. Anche quando le cose diventavano confuse e complicate e sembravano impossibili, abbiamo continuato a provarci. Abbiamo guardato le tre persone che amiamo di più e abbiamo lasciato che quell'amore ci unisse. L’obiettivo del nostro team è lo stesso di qualsiasi altra famiglia: mantenere i nostri figli al sicuro e integri.

Billy e io non abbiamo fallito nel formare una famiglia quando abbiamo divorziato. Il nostro impegno nei confronti della nostra partnership genitoriale e dell’infanzia dei nostri figli significa che saremo uniti per sempre. Abbiamo scelto il percorso che avrebbe mantenuto i nostri figli più sani e felici nel lungo periodo, e lo abbiamo scelto insieme. In questo modo siamo come tanti genitori che rimangono sposati. La nostra scelta di essere co-genitori ci unisce pacificamente.

La co-genitorialità pacifica può sembrare un obiettivo ambizioso. Potresti non essere in quel posto oggi. Il tuo partner potrebbe sembrare a chilometri di distanza. Capisco; io e il mio ex non eravamo sempre lì. Ma la co-genitorialità pacifica è possibile. Anche per le coppie che soffrono di più. Anche per coppie distanti chilometri. Inizia in piccolo. Ama i tuoi bambini e inizia oggi.

Se ti è piaciuto questo articolo, metti mi piace alla nostra nuova pagina Facebook, È personale , uno spazio all-inclusive per discutere di matrimonio, divorzio, sesso, appuntamenti e amicizia.

Condividi Con I Tuoi Amici: