celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

L'ADHD viene con così tanta vergogna e dobbiamo farla finita

Generale
Madre che insegna al figlio mentre è seduto a casa

Maskot/Getty

NFT

Se hai un bambino con ADHD, sai che è più che essere un po' smemorato e irrequieto. L'ADHD è una condizione complessa che è diversa per ogni persona. Quando dici che tuo figlio ha l'ADHD, le persone tendono a imporre i loro pensieri sulla condizione e spesso sono disinformate o semplicemente sbagliate.

Come genitore di due bambini con ADHD, posso dirti che non esistono due diagnosi uguali e nemmeno i piani di trattamento. E sebbene siano entrambi diversi, c'è una cosa che li accomuna: entrambi provano molta vergogna.



I bambini con ADHD non sono compiacenti. Non vogliono essere smemorati. Essi volere per fare il loro lavoro, ma a volte il loro cervello semplicemente non permette che ciò accada. Due dei miei ragazzi hanno l'ADHD e l'ho visto accadere così tante volte a casa nostra. Quando non portano a termine le cose, e a volte semplicemente non possono, c'è così tanta vergogna che ne deriva. Si sentono come se avessero fallito perché non sono in grado di portare a termine le attività più semplici. Come genitore, è straziante da guardare.

NFT
infradito per bambini con cinturino posteriore

Per le persone con ADHD, la vergogna nasce dal ripetuto fallimento nel soddisfare le aspettative di genitori, insegnanti, amici, capi e il mondo intero, afferma il dottor William Dobson per AGGIUNTA . Si stima che le persone con ADHD ricevano 20.000 messaggi negativi in ​​più entro i 10 anni rispetto a quelli positivi. Si considerano fondamentalmente diversi e imperfetti. Non sono come le altre persone.

Ho visto l'autostima di mio figlio maggiore subire un notevole successo a causa di quello che credo sia il suo senso di colpa per l'ADHD. Ha difficoltà a ricordare di fare i compiti e altri compiti che dovrebbero venire naturalmente. Gli abbiamo regalato un Apple Watch per il suo compleanno per aiutarlo con i promemoria. Quando suona, dovrebbe abbandonare tutto e svolgere l'attività pianificata. A volte succede, a volte no. È spesso distratto da qualcos'altro e premerà semplicemente snooze. Quando devo ricordargli cose che gli sono sfuggite, spesso si arrabbia con se stesso. È dura per lui e per me.

Pornpak Khunatorn/Getty

Prende farmaci, ma non è un toccasana. Certo, aiuta, ma non ha cambiato chi è come persona, né lo voglio. Vorrei solo che le cose fossero più facili per lui. Questa è una lotta quotidiana che non sembra diventare troppo grande a breve. I suoi medici hanno detto che questa è una possibilità, ma non riesco a immaginarla.

Poiché è diverso, si abbatte su se stesso. Si confronta con i suoi amici e fratelli che non hanno quelli che lui chiama problemi. Cerco di spiegargli che il suo cervello è solo cablato in modo diverso, ma questo non porta molto conforto. Si vede solo come il bambino che non riesce a tenersi organizzato o fare le cose in tempo o ricordare i compiti. Mio figlio si sente come se stesse facendo sempre qualcosa di sbagliato e fosse sempre nei guai. È colpa mia.

domande e risposte divertenti trivia casuali

Ha visto un consulente che, per la prima volta, sta irrompendo con lui. Questo consulente vede la sua intelligenza e gli spiega le cose in termini che comprende. Ha spiegato le parti del cervello che controllano il suo ADHD e perché il suo cervello non funziona allo stesso modo di alcuni dei suoi amici. Ci sono stati così tanti progressi nella sua autostima quando sta iniziando a capire che non è colpa sua, ma può aiutarsi da solo.

L'auto-aiuto è un grosso problema nella nostra situazione. Gli piace incolpare le sue azioni sul suo ADHD e sul fatto che i suoi farmaci sono svaniti e su qualsiasi altra scusa che può inventare per spazzare via il suo comportamento. Il suo nuovo consigliere gli sta insegnando a non farlo. Lo sta aiutando a lavorare su se stesso e a riqualificare il suo cervello in modo che possa ricordare e continuare e non solo smettere perché le cose sono difficili. È una sfida, ma ci sta provando. Questo è tutto ciò che posso chiedere.

L'ADHD è così complicato e ci sono così tante informazioni là fuori, sia buone che cattive. Di recente ho trovato un account TikTok che ha fatto una grande luce sul mondo dell'ADHD. In clip di 60 secondi, ho imparato molto su ciò che stanno passando i miei ragazzi. Le cose sono un po' più facili per mio figlio più giovane, ma non è tutto vino e rose. Anche lui lotta, solo in modo diverso. Ma il senso di colpa e la vergogna ci sono entrambi e mi rendono triste.

come stare meglio a casa mamma

https://www.tiktok.com/@adhdvision/video/6989266623240686853?is_from_webapp=v1

Ogni giorno lavoro con i miei figli per aiutarli nelle loro lotte quotidiane e per farli crescere emotivamente. Può essere un compito difficile, ma ricordo sempre loro che sono intelligenti, sono forti e valgono la pena, perché lo sono. Non li considero dei fallimenti semplicemente perché pensano in modo diverso da me. Non sono inferiori ai loro fratelli che non hanno l'ADHD. I miei ragazzi sono degni di lode e amore come chiunque altro.

L'autostima può essere difficile durante l'adolescenza e l'adolescenza senza la pressione aggiuntiva dell'ADHD. Sì, i farmaci possono aiutare a gestire alcuni comportamenti, così come la consulenza psicologica, ma come genitore, devo rafforzare costantemente che le loro differenze non li rendono deboli, li rendono individui. E questo va bene. L'ADHD non li definisce, li sfida. La vita è piena di sfide e continueremo a combattere questa battaglia insieme e ad allontanarci con un maggiore senso di autostima perché i cambiamenti vengono dall'interno.