Un bambino di 9 anni è morto suicida dopo essere stato vittima di bullismo per essersi dichiarato gay

Notizia
Schermata 28-08-2018 alle 9.55.17

Immagine tramite Fox 31 News



È stato vittima di bullismo a scuola dopo aver detto ai compagni di classe che era gay

Durante l'estate, Jamel Myles, di nove anni, ha detto a sua madre di essere gay. Ora, dopo soli quattro giorni a scuola, è morto suicida dopo che i compagni di classe lo hanno maltrattato per aver fatto coming out.

Myles frequentava la quarta elementare alla Joe Shoemaker Elementary School di Denver, in Colorado. Sua madre, Leia Pierce, racconta Volpe 31 Notizie che suo figlio era nervoso per fare coming out con lei quest'estate. E sembrava così spaventato quando me l'ha detto. Era tipo, 'Mamma, sono gay'. E pensavo che stesse giocando, quindi mi sono guardato indietro perché stavo guidando, ed era tutto rannicchiato, così spaventato. E ho detto, ti amo ancora.







Giovedì scorso, solo quattro giorni dopo l'inizio del nuovo anno scolastico, suo figlio è morto nella loro casa. A scuola sono bastati quattro giorni. Posso solo immaginare cosa gli abbiano detto, disse Pierce. Mio figlio ha detto alla mia figlia maggiore che i ragazzi a scuola gli hanno detto di uccidersi. Sono solo triste che non sia venuto da me.

I bambini a scuola hanno detto a un compagno di classe di uccidersi. Per essermi dichiarato gay. Non ci sono parole per quanto sia orribile.

Straziante, Myles era entusiasta di dire ai suoi amici che era gay una volta iniziato il nuovo anno scolastico. È andato a scuola e ha detto che avrebbe detto alla gente che è gay perché è orgoglioso di se stesso, dice Pierce.



Le scuole pubbliche di Denver hanno inviato una lettera a casa ai genitori del distretto per spiegare cosa è successo a Myles e per condividere che la scuola fornirà una squadra di emergenza e assistenti sociali per gli studenti. Sono così sconvolto che abbia pensato che fosse la sua opzione, dice Pierce.

Pierce racconta Il Denver Post che suo figlio era l'anima più gentile e che voleva diventare una star di YouTube in modo da poter comprare a sua madre una nuova casa. Mio figlio è morto a causa del bullismo. Il mio bambino si è suicidato, dice. Non se lo meritava. Voleva rendere tutti felici anche quando non lo era. Lo rivoglio così tanto.

cose da fare a Memphis con i bambini

La mamma in lutto vuole che la morte di suo figlio faccia luce sul bullismo e sulla necessità di ritenere entrambi i bambini e i loro genitori responsabili. Dovremmo essere responsabili del bullismo. Penso che il bambino dovrebbe. Perché il bambino sa che è sbagliato. Il bambino non vorrebbe che qualcuno glielo facesse. Penso che il genitore dovrebbe essere trattenuto perché ovviamente i genitori o insegnano loro ad essere così, o li trattano così.

Se tu o qualcuno che conosci state pensando al suicidio, contatta il Linea di vita nazionale per la prevenzione del suicidio al numero 1-800-273-TALK (8255).