9 regole di giuramento per i miei figli

Generale
bambino arrabbiato

Shutterstock

NFT

Ho sentito i tuoi sussurri furiosi. Ho visto le tue mani tremanti muoversi velocemente per nascondere le note scarabocchiate. Lo so, stai sperimentando un nuovo linguaggio.



Tecnicamente, quelle parole forti sono chiamate parolacce e non sono affatto nuove. Sono in giro da molto tempo.

NFT

Sapevi che la Bibbia menziona volgarità come letame e piscio? Sì, lo fa. Le parole sporche appaiono in tutta la letteratura. Shakespeare, D.H. Lawrence, Mark Twain e molti altri autori famosi hanno usato imprecazioni liberamente e deliberatamente.

Non considero le parolacce intrinsecamente cattive. Diavolo, alcuni ricercatori britannici hanno pubblicato uno studio in cui affermano che imprecare può effettivamente alleviare il dolore. Quei bastardi intelligenti hanno vinto un premio Nobel per la pace per quel rapporto. Personalmente, trovo la volgarità una tecnica efficace per la gestione della rabbia.

Il punto è: tua madre sa molto sulle parolacce. Possono essere usati per il bene o per il male, e devi rispettare il loro potere. Non ti sto dicendo che dovresti giurare. (Sto bene se non prendi mai l'abitudine.) Ma se decidi di dilettarti con il profano, devi sapere Come fare così. Ecco le mie regole per te.

1. Innanzitutto, impara cosa significano effettivamente le parolacce.

Cercali nel dizionario o chiedimelo. Ognuno è una parola alternativa per qualcos'altro. Conoscere la definizione di ogni parolaccia è l'unico modo per...

2. Usa le parolacce in modo corretto e nel contesto appropriato.

Devi imparare quando e come usare le parole giuste in modo da non sembrare uno stronzo. Hai mozzato il dito del piede? Un chiassoso CAZZO! è appropriato, mentre Oh cazzo! suona sbagliato. A proposito, dovrebbe essere ovvio...

3. Non imprecare mai a scuola.

MAI. MAI. O davanti a persone che non conosci. O davanti ai tuoi nonni. Tranne la tua bisnonna, probabilmente riderà e ti insegnerà alcune nuove imprecazioni. Il che mi porta al mio prossimo punto...

4. Conosci il tuo pubblico.

Non essere uno stronzo e non maledire intenzionalmente per far incazzare qualcuno o per attirare l'attenzione. Non è carino. Comprendi che alcune persone si ammucchiano le mutandine se giurano davanti a loro. In caso di dubbio, tieni chiusa la tua dannata trappola. E per diventare un professionista esperto...

brutti scherzi che in realtà sono divertenti

5. Apprezza le sfumature della lingua.

Ci sono sottigliezze degne di nota. Ad esempio, il significato di fuck cambia a seconda della parola che usi dopo: me, you, off o it. Queste sono distinzioni importanti e devi padroneggiare quella merda. Ma per favore…

6. Non esagerare.

Un gelato non è delizioso se ci metti troppi granelli. Tratta le oscenità come spruzzi. Dovrebbero migliorare, non sminuire, il messaggio che stai inviando. Usa le parole per dare enfasi. E solo occasionalmente. In questo modo, quando sei fare usali, la gente sa che non stai cazzeggiando. Oh, e, a proposito...

7. Non permettere a nessuno di dirti che le parolacce sono per gli ignoranti.

Non devi sopportare quella merda. James Joyce sicuramente no, e nemmeno io. Certo, potrei dire, per favore astieniti dall'esibire comportamenti egoistici e aggressivi in ​​mia presenza. Ma questa donna istruita conosce il potere e l'efficienza di dire, non fare lo stronzo. Detto ciò…

8. Ci sono alcune parole così offensive che non dovresti pronunciarle.

Ad esempio, proviamo a non far incazzare nessun potere superiore, ok? E C U no ext T mercoledì? NON VA BENE A CASA MIA. Questo vale anche per i termini dispregiativi per qualsiasi razza, religione o orientamento sessuale. Per quelli parole, sarai digitalmente fondato. Ad esempio, niente telefono o Internet per un lasso di tempo osceno. E, tesoro, anche senza queste parole...

9. Non sorprenderti quando le persone si offendono per la tua scelta della lingua.

Ehi, hai deciso di usare le parole, ora devi sostenere quella decisione. Non piacerà a tutti, ma puoi scrollarti di dosso quella merda. Alcune persone semplicemente non hanno un fottuto senso dell'umorismo .

Condividi Con I Tuoi Amici: