9 motivi per cui non ho preso il cognome di mio marito

Emicrania
Cambio di nome dopo il matrimonio? No grazie

Oleksandr Lipko / iStock

Sono passati quasi 12 anni da quando mi sono sposato e le persone sono ancora confuse. Il mio cognome è rimasto un indovinello che mette a tacere la famiglia, gli amici e i colleghi.

Non so perché. Non è mai cambiato.



Eppure la gente continua a inciamparci, non sapendo come riferirsi a me. Con il cognome di mio marito? Una combinazione con trattino del mio cognome da nubile e del suo? Una sorta di ibrido?

giochi sexy da giocare con il partner

Sì, anche in questi tempi moderni è ancora visto come una stranezza per una donna sposata mantenere il proprio nome. Mi viene spesso chiesto perché sceglierei di farlo o come avrà un impatto sui miei figli. Ho avuto donne che chiedevano provvisoriamente se mio marito fosse sconvolto dal fatto che non avessi preso il suo nome, e gli uomini dichiaravano che non avrebbero mai permesso alle loro mogli di mantenere i loro nomi da nubile.

Perché tutte le polemiche?

Per me, è abbastanza semplice. Questo è il mio nome e lo tengo. Senza offesa per mio marito o per chiunque altro. Semplicemente non vedo alcun motivo convincente per cambiarlo.

olio che esce dai pori sul naso

1. Solo perché l'ho sposato non significa che voglio diventare lui.

Ho sposato mio marito perché lo amo e lo rispetto, perché sapevo che sarebbe stato un buon partner e perché ci completiamo a vicenda. Questo equilibrio è ciò che fa funzionare la nostra relazione: i punti di forza che ognuno di noi mette in campo per aumentare il tutto. Allora perché dovrei rinunciare al mio nome in favore del suo? Non mi sforzo di diventare più simile a lui. Non è il mio obiettivo trasformarmi nel suo mondo, nella sua orbita. Le nostre differenze sono ciò che ci rende forti. E una di queste differenze, per quanto insignificante, sono i nostri nomi.

2. Il mio nome è la mia identità.

È quello che sono stato conosciuto come tutta la mia vita. È un riflesso della mia storia e dei miei antenati. E ho lavorato duramente per costruire una reputazione dietro il mio nome di cui essere orgoglioso. Perché allora dovrei buttare via tutto semplicemente perché mi sono innamorato? Nonostante la terminologia, non ero una fanciulla che cercava di essere salvata. Ero una donna con la mia storia e la mia identità, né più né meno importanti di quelle di mio marito. Allora perché il mio si presume usa e getta?

3. La tradizione è nostalgica, ma non convince.

Forse l'argomento più rumoroso che sento contro il mantenimento del mio nome da nubile ruota attorno alla tradizione. Ma è tradizione , dicono. Perché non vorresti che i tuoi figli continuassero quella tradizione? Mi dispiace, ma non sono influenzato. Solo perché qualcosa è una tradizione non significa che abbia senso o debba continuare. Diamine, abbiamo una tradizione di grazia al tacchino presidenziale ogni Ringraziamento. Carino? Sì. Necessario? No. E non farmi iniziare con le molte tradizioni più oscure che hanno segnato la storia della nostra nazione.

4. Non ci preoccupa che l'intera famiglia non condivida lo stesso cognome.

Perché, ripeto, siamo tutti individui. Mio marito ha i suoi antenati e il suo nome, io ho il mio e i bambini hanno i loro (abbiamo scelto di sillabare i loro cognomi con una combinazione dei miei e di mio marito). Avere cognomi diversi non significa che siamo meno un nucleo familiare. O che i bambini saranno confusi. In effetti, penso che sia più facile spiegare loro perché i loro nomi sono sillabati piuttosto che spiegare perché tutti hanno il nome di papà. Fanno parte di entrambi e i loro nomi dovrebbero riflettere questo.

5. Non mi aspetto che mio marito prenda il mio cognome.

Inoltre, non mi aspetto che sposti il ​​suo cognome nella posizione centrale. O per sillabare il suo cognome con il mio. Allora perché dovrei aspettarmi di fare tutto questo? Ora, se entrambi i partner vogliono farlo, bene. Cambiare il proprio nome dopo il matrimonio è una scelta personale che non dovrebbe essere oggetto di giudizio. Ma se nessuno dei due è obbligato, allora perché? Il che mi porta al punto successivo.

quando hai meno probabilità di rimanere incinta?

6. A mio marito non importava se prendevo il suo cognome o no.

Uno dei motivi per cui amo mio marito è che non si preoccupa per le piccole cose. Mai una volta mi ha fatto pressioni per prendere il suo nome. Non credo nemmeno che l'abbia chiesto. Una volta ha menzionato alcuni dei suoi amici che lo prendevano in giro per avermi permesso di mantenere il mio nome, ma non sembrava preoccupato. Semplicemente non è mai stata una cosa per lui. È sicuro nella nostra dinamica matrimoniale e familiare, e dubito che veda la mia scelta del cognome come un'influenza su tutto ciò.

7. È una grande seccatura.

Non ho alcun desiderio di saltare attraverso tutti i cerchi che sarebbero associati al cambiamento del mio nome. Dalle patenti di guida ai passaporti ai titoli e molto altro ancora, è un lavoro inutile. E cosa succede se le persone divorziano? E risposarsi, a volte più volte? Che mal di testa. Non devo mai fare ulteriori passi per dimostrare la mia identità, sia prima che dopo il matrimonio. Il mio nome è il mio nome per la vita. Chiunque può trovarmi in qualsiasi momento, perché non ho cambiato nome dopo il matrimonio.

8. Il mio cognome sarebbe morto con questa generazione.

I miei nonni, che amo teneramente, avevano figli. Questi figli (uno è mio padre) si sposarono ei loro nomi passarono alla generazione successiva, ma solo le figlie della nostra generazione ebbero figli. Significa che se suonassimo secondo la tradizione, il cognome morirebbe con noi. Poiché considero il mio lignaggio importante quanto quello di mio marito, e non voglio che il nome muoia, è stata un'altra ragione per mantenere il mio cognome da nubile.

battute divertenti ma brutte

9. Convenzione sulle viti.

Sì, c'è anche un po' di quello. C'è qualcosa da dire per andare controcorrente, specialmente se non ci sono ragioni convincenti per fare diversamente. Alla fine della giornata, è una mia decisione. E chi non lo ama non deve fare lo stesso.

Quindi, per quelli ancora confusi, considera il puzzle risolto. Non sono diventata un'altra persona quando ho sposato mio marito. La mia identità non è divisa in termini prima del matrimonio e dopo il matrimonio. E probabilmente non avrei sposato un ragazzo che aveva problemi con il permettermi di mantenere il mio nome in primo luogo.

Nel bene e nel male, questa fanciulla mantenne il suo nome.

Se ti è piaciuto questo articolo, metti mi piace alla nostra pagina Facebook, È personale , uno spazio all-inclusive per discutere di matrimonio, divorzio, sesso, appuntamenti e amicizia.