celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

9 motivi per saltare i biglietti di auguri quest'anno

Genitorialità
Aggiornato: Originariamente pubblicato:  Una donna con un maglione rosso che scrive su un biglietto di auguri

Perché lo facciamo? Il fine giustifica davvero i mezzi? A qualcuno importa davvero? Intendo Veramente ti interessano i biglietti di auguri? Ecco nove motivi per considerare di saltarli quest’anno…

1. La Lettera: Scegli di farlo scrivi quella dannata cosa , nonostante l'opinione popolare che in generale queste lettere lo siano nella migliore delle ipotesi vale la pena scorrere fino alla fine, e al peggio , Non così tanto. Metti molta pressione su te stesso per farlo tuo lettera rientrano nella prima categoria. Il processo di editing in sé è terribilmente dispendioso in termini di tempo e oltremodo estenuante, ma sei abbastanza sicuro che alla fine di tutto ciò tua madre lo farà sicuramente (probabilmente) leggetelo per intero.

2. Il documento. Certamente non puoi stampare il tuo capolavoro su un semplice foglio di carta bianco, a meno che tu non lo faccia Volere per metterlo sulla corsia preferenziale verso il cestino del riciclaggio del destinatario. «Bel tocco con la carta dell'ufficio. Forse la prossima volta potrai scarabocchiare il tuo messaggio più sentito con un pastello marrone su un pezzo di carta per quaderni e non strappare il bordo per quel tocco speciale in più.

3. Il formato. Una volta acquistata la carta che si adatta sia alla personalità della tua famiglia sia al contenuto della tua lettera personalizzata, trascorrerai ore tentando di formattarla per assicurarti che le parole si adattino perfettamente ai fiocchi di neve e allo sfondo invernale che hai accuratamente selezionato, solo per renditi conto che quel maledetto stivale sinistro del pupazzo di neve nell'angolo in basso a destra della pagina sta ostacolando i tuoi auguri di buone feste, che è ovviamente l'unico scopo della lettera! Cambia carattere, modifica i margini, bevi 2 bottiglie di vino e infine decidi di ridurre la dimensione del carattere a un livello tale che solo gli occhi di un elfo di Natale potrebbero leggere senza una lente d'ingrandimento in una buona giornata. Aumento 'Buone vacanze' a 20 punti in grassetto e basta.

4. La foto di famiglia: Selezionare un'immagine sembra sempre la strada più semplice, fino al momento in cui ti rendi conto che dopo aver sfogliato i file delle tue foto per diverse ore non hai più uno un'immagine della tua famiglia adatta per un posto anche sul tuo frigorifero. 'Sul serio? Come possiamo non avere una sola immagine dell'intero anno che non faccia sembrare uno o tutti noi un mucchio di rifiuti disfunzionali?

5. Il Foto di famiglia, Piano B: Decidi tu che una foto è non il percorso che fa per te e inizia a organizzare, ritagliare e riorganizzare freneticamente il collage perfetto che urlerà ben oltre quello di tutti gli altri sulla parete espositiva, “Che adorabile! Semplicemente perfetto! Pace sulla Terra davvero!”

6. L'elenco degli indirizzi: Ora ti stai davvero divertendo. Inevitabilmente una manciata di tuoi amici si è trasferita nell'ultimo anno, sicuramente con l'unico scopo di rendere questo processo ancora più infelice per te. Consideri di rimuoverli dalla tua lista perché sono degli stronzi così sconsiderati, ma decidi di impegnarti per capire dove vivono attualmente in modo che non siano così incredibilmente delusi e quindi annullino il Natale a causa della mancata ricezione tuo carta. Sei un buon amico.

7. Ripieno delle buste: Con le etichette degli indirizzi pronte e l'intero stipendio mensile trasferito al servizio postale degli Stati Uniti per coprire i costi di spedizione, ora inizia l'ultima e meno divertente tappa di questo viaggio ridicolmente insensibile, l'atto fisico di riempire. Ovviamente la tua stupida lettera non entra nella busta fornita dall'azienda fotografica senza usare il tuo patetico tentativo di origami. Piega, ripiega e poi piega erroneamente la fottuta cartolina fotografica durante il processo. 'Fantastico, la faccia di Buddy ha una ruga adesso, e tu non hai extra!' Metti un foglietto adesivo su di esso con scritto: 'Manda questo alla prozia Mabel.'

8. Ingestione tossica: Con riluttanza inizi a leccare. È assolutamente orribile, ma lo sei non uno che molla, quindi continui a leccare, leccare e leccare. A metà del lavoro, la preoccupazione di tuo marito per la tua carnagione verde pallido lo spinge a suggerirti che forse dovresti prendere in considerazione l'uso di una spugna umida, alla quale rispondi alzando gli occhi al cielo e poi continui con il tuo metodo indesiderato solo perché sei Quello testardo e apparentemente non poi così intelligente.

9. La triste verità: “HO BUTTATO VIA TUTTE LE MIE CARTOLINE DI NATALE e SO CHE LO FAI ANCHE TU!!!”

Articolo correlato: Una newsletter natalizia senza stronzate

Condividi Con I Tuoi Amici: