celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

5 motivi per cui i secondi figli sono quelli fortunati

Genitorialità
Aggiornato: Originariamente pubblicato:  Un primogenito e un secondo bambino che sorridono e giocano insieme Shutterstock

Ti imbatterai in molte lamentele su come i bambini successivi ottengono l'asta . Il primo bambino riceve il suo libro per bambini, l'adorazione dei nonni per la prima volta, ogni suo movimento e sviluppo catturato in una foto o in un video... diavolo, probabilmente ha anche ottenuto il beneficio di una minima quantità di caffeina mentre era nel grembo materno. Ma davvero, non c’è motivo di compatire il tuo secondo figlio. Anche se potrebbe non essere così documentata o esaltata come la prima, lui o lei trae beneficio in molti modi in cui la prima non ha beneficiato...

1. Adesso hai esperienza. Immagina questo: il tuo secondo bambino, ancora nell'utero, ha la possibilità di assumerti come madre oggi, o come la versione di te di prima che avessi il primo. Pensi che assumerebbe il te paranoico ma stravagante del passato che pensava di aver bisogno di un Genio dei Pannolini, o il guerriero esperto e brizzolato che sei adesso? Sì, ti assumerebbe adesso perché sai cosa diavolo stai facendo. Sei già una persona che fascia, tira fuori, cambia i pannolini, installa la cintura nera sul seggiolino auto, abile nel far fronte a enormi volumi di bucato. Sei una dea con una mano sola, capace di versare Cheerios per il Numero 1 mentre il Numero 2 è a cavalcioni sul tuo fianco mentre le premi il ciuccio in bocca con il mento. E a seconda di quanti anni ha il tuo primo figlio, potresti non ricordare nemmeno come ci si sente a dormire per più di 4 ore, quindi hai anche trasceso la privazione del sonno. Potresti sembrare un diavolo, ma dannazione se non sai come funzionare con 5 ore di sonno al giorno.

uti olio dell'albero del tè

2. Anche il tuo partner ha esperienza ora. Vedi quel campione trasandato, coraggioso, con gli occhi annebbiati e un po' più paffuto laggiù? Inoltre era ben riposato ed eccessivamente in preda al panico. Non fa più (proprio così) molte domande insensate sui bambini e svolge molti più compiti per bambini senza bisogno che gli venga chiesto o che gli venga detto come svolgerli. Mentre prima ti rimetteva in braccio il tuo primo figlio al primo segno di irrequietezza, ora abbraccia il babywearing. Se il bambino ha bisogno di essere cambiato nel cuore della notte, è più probabile che si limiti a succhiarlo e lo faccia, sapendo che in questo modo si riaddormenterà più velocemente... e non incorrerà più ingenuamente nella tua ira chiedendoti se puoi fallo e basta, visto che presto comunque darai da mangiare al bambino. Invece di dover imparare i rudimenti in modo indipendente da ciascuno di voi, ora state eliminando insieme in modo efficiente i doveri dei genitori.

3. Puoi goderti i piccoli momenti. Con il tuo primo sei così concentrato sulla sopravvivenza (sia la tua che quella del bambino) e sul raggiungimento di importanti traguardi dello sviluppo che hai meno probabilità di rilassarti e goderti le piccole cose. La testa del tuo bambino non avrà lo stesso odore per sempre, e quei calzini che continuano a cadere in modo esasperante da quei piedini presto diventeranno troppo piccoli. Potresti essere frustrato dal fatto che il tuo bambino non dormirà nella culla e dormirà solo rannicchiato profondamente sul tuo petto, ma sai che non passerà molto tempo prima che inizi a rifiutare gli abbracci perché è un bambino grande. Con il tuo secondo bambino puoi anche apprezzare il cambio del pannolino, perché sai che tra un paio d'anni la corromperai con marshmallow per evitare di dover pulire la pipì dal pavimento.

4. Ti preoccupi di meno. Quando mio figlio aveva poche settimane, ci ho provato sveglialo per dargli da mangiare (pensavo stupidamente che dovesse mangiare ogni 2-3 ore o altro) e lui dormiva così profondamente che sono andato nel panico. Se a quell’età avesse facoltà mentali e fisiche avanzate, immagino che mi darebbe dello stronzo per aver provato a svegliarlo perché, beh, i bambini dovrebbero dormire molto. Con il tuo primo potresti passare ore sulle baby board alla ricerca di crosta lattea, acne infantile, dermatite da pannolino, cacca normale, grafici del percentile del peso, 'settimane delle meraviglie', pompaggio di energia, scatti di crescita e occhi lacrimosi. Ora, a meno che qualcosa non sembri davvero sbagliato e attivi il sistema di allarme materno mentale, la risposta a quasi tutto con il secondo bambino è: “Starà bene”. Preoccuparsi meno del secondo bambino significa essere più calmi e rilassati e prendersi più cura del bambino, anche con l'inevitabile multitasking che deriva dall'avere più di un figlio.

5. Conosci il vero potenziale del tuo amore per il tuo secondo figlio. Ci sono mamme che dicono di essersi innamorate subito dei loro bambini alla nascita. Poi ci sono quelli che non si legano immediatamente ai loro bambini perché forse sono nati somiglianti un po’ ad un avvoltoio collorosso. O forse sono fin troppo consapevoli di essere diventati responsabili di quasi tutti i bisogni di un nuovo essere umano per i prossimi due decenni, un concetto terrificante. E, nonostante l'intimità della gravidanza, questo bambino è in realtà un completo sconosciuto. Col tempo quasi tutte le madri rimangono estasiate dalla loro prole, ma con la seconda sei serenamente fiduciosa di sapere quanto quell'amore crescerà. Accetti anche di più la noia e le difficoltà associate a un neonato perché in pochissimo tempo quel bambino ti ripagherà con la valuta definitiva di una mamma: sorrisi, tubature, coccole e abbracci (il vino è al secondo posto).

Avere un secondo figlio triplica il carico di lavoro, il che significa che potresti non catturare ogni momento in video o creare un album di rapporti medici e scarabocchi su cartoncino. Ma non c’è davvero bisogno di provare simpatia per il tuo secondo figlio. Conserva le tue scuse per il tuo terzo figlio: è allora che le ruote iniziano davvero a cadere.

Articolo correlato: 10 cose che fai solo con il tuo primo figlio

nomi femminili insoliti

Condividi Con I Tuoi Amici: