celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Le 5 fasi emotive dello scoprire di avere due gemelli

Gravidanza
Le 5 fasi emotive dello scoprire di avere due gemelli

LPETTE / iStock

Scoprire di essere incinta di multipli è una delle esperienze più scioccanti, sorprendenti e surreali che una futura mamma possa vivere. Per alcuni, questo momento è gioioso; per altri, è il contrario. Per me è diventato un viaggio, un viaggio che ha preso tutta la mia gravidanza e molte fasi diverse per in finalmente accettare il mio doppio destino .

Fase 1: Shock

Oh, me lo ricordo bene. Mio marito ed io eravamo alla mia ecografia di 20 settimane aspettando con ansia e con ansia la rivelazione di genere del nostro terzo figlio. Un paio di minuti dopo il mio appuntamento dopo aver scoperto che avremmo avuto un maschio (come mi aspettavo), ho chiesto scherzosamente al tecnico dell'ecografia, ce n'è solo uno lì dentro, giusto? Ero stato paranoico, ma nella mia mente credevo che fosse inutilmente così. Il tecnico ha subito confermato. Poi ha spostato la bacchetta sull'altro lato della mia pancia. È allora che la sua faccia è semplicemente cambiato . L'ho guardata e ho capito che c'era qualcosa che non andava. Ho chiesto bruscamente, cosa?!



Si è scoperto che c'era un altro bambino lì dentro. Tutto dopo è un po' sfocato. Ero incredulo e guardavo mio marito in preda al panico. Era inespressivo. Poi ricordo di aver detto, no, no, no, no, e di aver chiesto al tecnico se stava scherzando. Mi aspettavo al 100% che ammettesse che stava scherzando, ma chi avrebbe scherzato su queste cose?! Dopo avermi detto che, in effetti, non era uno scherzo, si è scusata per farmi dare di matto in privato. Mi sono presa un po' di tempo per farmi prendere dal panico e piangere e dire chissà cosa prima di partire, dovendo inevitabilmente riprogrammare il mio appuntamento per una fascia oraria più lunga.

Lo shock è l'unico modo in cui posso descrivere lo stato in cui mi trovavo per il resto della giornata. Andavo in giro stordito. Credevo davvero di essere in un sogno. Ho pianto. Ho chiamato la mia ostetrica. Ho fatto lo scherzo occasionale, ma poi ero solo insensibile.

100 cose che non puoi fare durante la gravidanza

Fase 2: negazione

Quella notte andai a letto pensando che mi sarei svegliato con una realtà che non includeva l'avere due gemelli. Non ero ancora pronto ad accettarlo. L'ho detto a meno persone che potevo. Le persone che sapevano che avevo l'ecografia mi chiedevano: cosa stai mangiando? Risponderei, un ragazzo con un sorriso. Più persone lo dicevo, più diventava reale, solo un ragazzo. E poiché non avevo ancora ricevuto un'ecografia completa, non sapevo nemmeno l'entità di quello che stava succedendo. erano sono identici ? Fraterno ? Condividevano una sacca? Una placenta? Stavano bene entrambi? Poi ho iniziato a pensare, forse si sbagliavano. Potrei tornare indietro per la mia ecografia e loro potrebbero rendersi conto di aver commesso un errore!

Il mio fornitore originale era un'ostetrica e avevo pianificato un parto in un centro di nascita come avevo fatto prima. Ma nello stato di Washington è illegale far nascere due gemelli in un centro di nascita. Ero così sopraffatto dall'idea di trovare un OB e avere un milione di appuntamenti diversi che mi è venuto in mente il pensiero, Forse non ne farò proprio niente. semplicemente non andrò. Non possono farmi. Lasciami dire questo: io sono molto responsabile delle mie gravidanze, quindi il fatto che l'abbia pensato anche solo per un momento è un indicatore serio di quanto stavo lottando e dell'entità della negazione in cui mi trovavo.

Fase 3: depressione

Questa è stata la tappa più lunga per me. Dopo che lo shock e la negazione sono svaniti, sono appena sprofondato in una depressione. Andavo in giro per casa sospirando continuamente. Avevo esaurimenti emotivi settimanali. So che alcuni non capiranno, ma non ho mai desiderato avere due gemelli. Ho sempre pensato che i gemelli sarebbero stati così tanto lavoro, e non ho mai sentito di essere un genitore così eccezionale da poter crescere due bambini contemporaneamente mentre mi prendevo cura di altri due bambini.

Stavo anche lottando con l'essere di nuovo incinta in primo luogo. Avrei voluto un terzo e ultimo figlio, ma il mio figlio maggiore stava avendo dei problemi di salute davvero seri, quindi una parte di me si sentiva quasi stupida per aver procreato di nuovo quando ho avuto un figlio che stava soffrendo. Mi chiedevo se i nostri geni potessero creare lo stesso problema in un altro bambino o come mi sarei preso cura di un bambino quando gran parte della mia energia sarebbe andata a mio figlio che era in cattive condizioni di salute. A volte mi sono chiesto, Perché hai PI bambini di cui preoccuparti?! Poi ho scoperto che stavo avendo Due di più, e ha elevato quei sentimenti. Era tutto così travolgente e estraneo per me. Temevo per la salute dei bambini. Avevo paura di come sarebbe andato il mio travaglio. Ho temuto per me stesso. ho temuto il sconosciuto .

La prima volta che ho visto la mia ostetrica dopo aver appreso la notizia, mi ha guardato consapevolmente e mi ha abbracciato a lungo, lasciandomi singhiozzare sulla sua spalla. Mi ha detto che potrebbe volerci l'intera gravidanza per arrivare dove avevo bisogno di essere emotivamente e mentalmente e di non affrettare le cose, che a volte se affrettiamo queste cose allora non lo facciamo bene. Quindi mi sono fidato di lei e mi sono preso il mio tempo.

Fase 4: Accettazione

Questo è stato un buon palcoscenico per me. Avevo finalmente accettato la mia realtà. Ho iniziato a fare ricerche. Ho parlato con altre madri di gemelli che la pensano allo stesso modo. Mi ci è voluto un po', ma ho scelto un OB, ho fatto un piano di nascita e mi sono registrato per cose gemelle. Alla fine ero meno vulnerabile ai commenti e ai consigli benintenzionati delle persone. Stavo avendo due gemelli, ed era proprio quello che era. Non ero entusiasta. non lo temevo. Lo stavo solo accettando. ero facendo esso.

Fase 5: Beatitudine

Questa fase sorprendentemente è arrivata per me, ma non prima della nascita dei bambini. Dopo tutto quello che avevo passato emotivamente, mentalmente e fisicamente, non potevo credere a quanto mi sentissi felice dopo la loro nascita. Un bambino sano è una tale benedizione che non potevo credere a quanto fossi incredibilmente fortunato ad averne due. Tutta la mia gravidanza, ho pensato, Perché io?! Poi, una volta arrivati ​​i bambini, lo dicevo ancora ma in un senso diverso. Cosa avevo fatto per meritarmi una tale benedizione?

Vorrei poter tornare indietro nel tempo e dire a me incinta quanto sarebbe stato meraviglioso, ma io incinta non avrei ascoltato. Invece, mi sono sentito maledetto. Non avrei mai pensato di avere due gemelli. Chi erano questi piccoli sconosciuti comunque? Dopo che sono nati, li ho guardati e ho cercato i loro volti mentre li conoscevo. Erano miei. Dovevano essere miei, indipendentemente da quello che avevo pensato prima.

Se stai attraversando qualcosa di simile, sappi che non sei solo nei tuoi sentimenti. Col tempo, raggiungerai uno stato di beatitudine, forse non nello stesso modo in cui l'ho fatto io, ma... volere venire. Ora so che ho dovuto attraversare tutte le fasi difficili per arrivare in questo posto. Ed è dannatamente buono.

come giocare a dama per i bambini?