35 verità su come crescere in una piccola città

Generale
Piccola città

Mshake/Getty Images

Situata nei verdi campi ondulati del Missouri rurale, in mezzo a enormi distese di terreni agricoli, la mia città natale ha più mucche che persone. Mi sono trasferito dopo la laurea e non ci tornavo da quasi un decennio, ma posso garantire che se mi presentassi oggi, sarei accolto calorosamente (dal mio primo e secondo nome, naturalmente) da molti degli stessi volti familiari della mia infanzia. Saprebbero tutti cosa stavo facendo, ovviamente, perché le piccole città hanno un modo di tenere d'occhio da sole, anche senza il beneficio dei social media.

regali per bambino di 3 mesi month

È così che funzionano le piccole città: puoi spostarti a migliaia di chilometri di distanza e potrebbero ancora dirti quando hai fatto la cacca l'ultima volta.



Non importa da quale punto sulla mappa vieni, ci sono alcune verità universali che solo le persone delle piccole città capiscono. Piace …

1. Tutti conoscevano i tuoi nonni, i tuoi genitori, il tuo nome completo e la tua attività.

2. Tutti sapevano tutte le stronzate che facevano i tuoi fratelli e ti giudicavano per questo.

3. Rimarresti bloccato dietro un trattore o una mietitrebbia mentre andavi a scuola.

giphy.com

4. Vedresti un trattore parcheggiato a scuola.

5. Tutti gli edifici sono vecchi, soprattutto sulla strada principale (che di solito si chiama Main Street).

6. Potresti contare il numero di semafori da una parte... se ce ne fossero.

7. Qualcuno potrebbe letteralmente indirizzare una busta con il tuo nome e la tua città natale e ti arriverà comunque senza problemi perché il postino sapeva esattamente dove abitavi. E anche se è stato accidentalmente lanciato nella cassetta della posta sbagliata, il destinatario sapeva anche dove abitavi.

8. Hai visto i tuoi insegnanti ovunque al di fuori della scuola: al negozio, in chiesa, ovunque .

9. Sapevi anche dove vivevano, il che ha reso più facile mettere la carta igienica nelle loro case dopo un quiz particolarmente ingiusto. Non che io sia mai stato coinvolto in quel genere di cose. Ehm.

giphy.com

10. C'era solo un negozio, quindi o dovevi occuparti di qualsiasi selezione scadente che avevano da offrire, o fare un viaggio scomodo in città per ottenere qualsiasi varietà.

11. Almeno la metà dei ragazzi che conosci ha avuto il primo lavoro nel trasporto di fieno, e almeno la metà di loro è stata effettivamente ritirata dalla scuola per aiutare durante la stagione del fieno.

12. Le feste delle scuole superiori si sono svolte in un campo. A volte c'erano falò alimentati da cacca di mucca.

13. È probabile che a scuola tu riceva uno dei libri di testo usati dai tuoi fratelli maggiori... o forse anche da uno dei tuoi genitori.

14. Comporresti accidentalmente un numero sbagliato e rimarresti bloccato a parlare con l'amica di tua nonna Mildred della sua recente sostituzione dell'anca, perché ha riconosciuto la tua voce.

giphy.com

15. La consegna del cibo non era una cosa.

16. Potresti portare l'assegno in bianco o la carta di debito dei tuoi genitori in qualsiasi attività commerciale e non avere problemi a pagare per qualsiasi cosa – o anche ad addebitare qualcosa – perché i proprietari del negozio sapevano che erano bravi a farlo.

17. Le pubblicità in TV (se tu fossi in grado di ottenere il cavo, cioè) erano sempre una grande presa in giro perché erano posti pubblicitari in cui dovevi guidare per cento miglia per arrivare.

18. Fare shopping al centro commerciale era un evento perché ci voleva un'eternità per arrivarci e sembrava il culmine della raffinatezza. Idem per il raro viaggio in lussuose catene di ristoranti, per il quale ti sei completamente vestito del tuo meglio.

giphy.com

19. C'era almeno un festival annuale in cui la città praticamente chiudeva, tutti partecipavano a una parata, e c'erano eventi come passeggiate con torte e gare di regine e bingo con patatine fritte.

20. Quando le persone ti chiedevano da dove venivi, era inutile dire il nome della tua piccola città natale perché nessuno sapeva mai dove fosse, quindi diresti solo che abitavi a cinquanta miglia a est di (inserisci qui la grande città più vicina).

21. La tua casa e la tua auto erano sempre aperte e potevi gettare la tua bici in giardino con poco o nessun rischio che venisse rubata.

22. Potresti andare in bicicletta per tutta la città, tipo l'esatto contrario lato della città, senza che i tuoi genitori si preoccupassero di dove fossi.

23. Probabilmente perché se ti sei alzato per niente di buono, i tuoi genitori lo avrebbero saputo prima che tu tornassi a casa. Grazie, ficcanaso locali.

giphy.com

24. Conoscevi ogni singola persona della tua classe – in tutta la tua scuola, in realtà – e sei ancora sbalordito fino ad oggi quando incontri qualcuno che si è laureato con centinaia di altre persone.

25. Il pool di appuntamenti al liceo era sempre così superficiale che era difficile evitare di uscire con l'ex del tuo amico o l'amico del tuo ex. Andare al ballo con qualcuno non dalla tua scuola era #obiettivi.

26. Gli sport del liceo erano i attività commerciale , e l'intera città si è radunata intorno a loro per grandi partite. Anche se non ti piaceva molto lo sport, è probabile che tu abbia ancora frequentato più di un paio di partite perché era lì che erano tutti gli altri.

27. Le figure di autorità multitasking. Il nostro capo della polizia cittadina era anche il capo dei vigili del fuoco e un autista di scuolabus.

28. Non sei stato davvero esposto a molta cucina esotica o diversità culturale fino a quando non sei cresciuto e ti sei trasferito in un posto più grande.

29. L'unico ristorante in città era sempre pieno la domenica dopo la messa.

30. Se la tua auto si rompeva sul ciglio della strada di notte, o se avessi bisogno di un passaggio da qualche parte, qualcuno si offriva sempre di aiutarti - ed era sempre sicuro, perché sapevi esattamente chi erano, e vice- versa. O per lo meno, potevi semplicemente camminare ovunque fossi diretto.

giphy.com

31. La tua scuola offriva una lezione di lingua straniera (spagnolo), zero lezioni favolose come arti culinarie o teatro e quasi nessuna attività extracurricolare ad eccezione di Future Farmers of America (FFA) e Future Homemakers of America (FHA). Se eri fortunato, la tua città aveva qualcos'altro da fare come scout o 4-H.

32. Se sei stato nominato per il consiglio studentesco della tua scuola o per il tribunale del ritorno a casa o per i reali del ballo di fine anno, probabilmente finiresti per scontrarti con uno dei tuoi amici.

33. Niente, e intendo Niente , era aperto dopo le 18:00 o le 19:00. (Non che ci fossero comunque molte attività commerciali, ma comunque.)

giphy.com

34. Quando finalmente diventi abbastanza grande da andartene, ti rendi conto di quanto sei stato isolato dal mondo reale e devi fare del tuo meglio per non sembrare un totale idiota.

35. Le persone delle grandi città ti guardano con totale incredulità quando dici loro una di queste cose.

come fare un buon massaggio

C'erano cose buone e cose cattive sulla crescita in una piccola comunità, ma quando invecchio, tendo a vedere di più il bene. Da adolescente non vedevo l'ora di scappare, e anche se sono contento di essere stato in grado di allontanarmi ed esplorare, c'è solo qualcosa di nostalgico nel modo in cui nulla cambia davvero molto.

Come il modo in cui la mia piccola città mi dà le spalle, non importa quanto tempo sia passato. E se il grande mondo mi prendesse a calci in culo, potrei sempre tornare a casa.